Archivio di Stato
Archivio di Stato
Vita di città

Un incontro per salvare l’Archivio di Stato di Trani dopo l’sos lanciato dalla Fp Cgil Bat

Tra un anno saranno solo tre i dipendenti, a rischio la consultazione del patrimonio

Si è svolto giovedì 16 gennaio, presso la sede del Comune di Trani, un incontro per discutere della questione che riguarda l'Archivio di Stato di Trani dopo l'allarme lanciato dalla Fp Cgil Bat che, nelle scorse settimane, aveva denunciato la situazione paradossale che tra un anno potrebbe venire a crearsi all'Archivio. A causa del mancato tourn over e dei pensionamenti potrebbe, infatti, ritrovarsi senza archivisti mettendo a rischio la stessa consultazione. A maggio sarà collocata in quiescenza il restauratore, il mese successivo toccherà alla persona che si occupa materialmente di tenere l'archivio. Poi gli altri, resteranno in sostanza addetti all'accoglienza e prelevatori. Questa situazione è emersa in un'assemblea sindacale che si è svolta a novembre scorso con i lavoratori, a cui ha partecipato anche l'assessore alle Culture di Trani, Felice Di Lernia, ed è stata illustrata nell'incontro del 16 gennaio all'amministrazione rappresentata dal sindaco Amedeo Bottaro e dallo stesso assessore Di Lernia ed ai rappresentanti delle numerose associazioni convocate a Palazzo di Città, insieme a sindacato.

Per la Fp Cgil Bat erano presenti la segretaria generale, Liana Abbascià, e il rappresentante dei lavoratori dell'Archivio, Romeo Tuosto, insieme al coordinatore della Camera del lavoro di Trani, Vito De Mario.

"Abbiamo illustrato la situazione della carenza di organico e la criticità in particolare che si verrà a creare quando ci saranno ulteriori pensionamenti all'Archivio con la possibile perdita del materiale all'interno della storica sede e della fruibilità da parte del pubblico. Abbiamo sottolineato l'importanza di un'azione congiunta per quanto riguarda l'intervento presso la Regione affinchè la stessa si faccia portavoce al Ministero di questo paradosso. C'è bisogno che non solo il patrimonio contenuto nell'Archivio resti consultabile ma che sia anche implementata la fruizione grazie all'arrivo di altro personale. Apprezziamo l'impegno dell'amministrazione di portare all'attenzione della conferenza dei sindaci della Bat il problema e l'impegno del Sindaco Bottaro presso la Regione", spiegano Tuosto e Abbascià.

"Nella riunione si sono poste le basi per un'iniziativa congiunta insieme all'amministrazione e al mondo dell'associazionismo per sensibilizzare l'opinione pubblica su ciò che potrebbe accadere laddove l'Archivio di Stato venga ridimensionato o addirittura chiuso e trasferito. Al tavolo si è deciso, grazie all'utile confronto e apporto di tutti i presenti, di produrre un documento che sarà condiviso da amministrazione, sindacato e associazioni e che alla fine sarà inviato direttamente alla Regione e al Ministero per salvare l'Archivio di Stato di Trani. Non solo, nella riunione abbiamo sottolineato anche le difficoltà in termini di carenza di personale che si vivono in altri siti come, per esempio, Canne della Battaglia e Castello Svevo, in quest'ultimo sono presenti solo 6 unità che non riescono a garantire la fruibilità totale del sito, si pensi a quanto accaduto ad agosto scorso quando l'orario per le visite ha dovuto subire una riduzione. Rendere parziale la fruizione di un bene pubblico è una grave sconfitta per tutti", concludono dalla Fp Cgil Bat.
  • Cgil Bat
Altri contenuti a tema
Diritti in marineria, la Flai Cgil torna a incontrare i pescatori Diritti in marineria, la Flai Cgil torna a incontrare i pescatori “Sempre alta l’attenzione sul tema della sicurezza in mare"
Trani t'incanta 2021, Cgil denuncia: «Nel bando prevista la partecipazione gratuita degli artisti» Trani t'incanta 2021, Cgil denuncia: «Nel bando prevista la partecipazione gratuita degli artisti» Il sindacato punta il dito contro il Comune. «Sindaci e Assessori dicano chiaramente se sono dalla parte del lavoro vero o dello sfruttamento»
1 Primo maggio, la Cgil Trani commemora i caduti sul lavoro Primo maggio, la Cgil Trani commemora i caduti sul lavoro Deposto un mazzo di fiori sotto la targa in piazza Cesare Battisti
Flai Cgil Bat: nel 2020 occupati 124 braccianti in meno Flai Cgil Bat: nel 2020 occupati 124 braccianti in meno Gaetano Riglietti: “Di contro cresce il numero delle giornate lavorate"
Contratti operatori sanitari scaduti: «Perché chi è stato in prima linea non è stato tutelato?» Contratti operatori sanitari scaduti: «Perché chi è stato in prima linea non è stato tutelato?» Oggi la protesta sul lungomare di Bari
Vertenza Oss precari, Cgil e Fp Puglia ad Emiliano: "Proroga per tutti" Vertenza Oss precari, Cgil e Fp Puglia ad Emiliano: "Proroga per tutti" "Rimuovere dirigenti Asl che non seguono indirizzi della Regione Puglia
Operatori socio sanitari “in scadenza”, è corsa contro il tempo per le stabilizzazioni Operatori socio sanitari “in scadenza”, è corsa contro il tempo per le stabilizzazioni La Fp Cgil Bat alla Asl: “Si proroghino almeno al 31 marzo 2021 al fine di non generare precariato su precariato”
9 dicembre, sciopero dei dipendenti della pubblica amministrazione 9 dicembre, sciopero dei dipendenti della pubblica amministrazione Indetto da Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl e Uil Pa. A Barletta manifestazione davanti alla Prefettura
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.