My Two Cents

Trani a soqquadro per colpa di un oscuro regista

Mi sorgono dubbi amletici a raffica...

Deve essere una forma schizofrenica di rigetto del gabinetto. Dopo lamentose, legittime e giustificate richieste di un decoroso luogo per le impellenti esigenze fisiologiche, quelle che ti prendono proprio mentre attraversi piazza della Repubblica, ecco inaugurato il ristrutturato bagno pubblico. Non ricordo di aver mai visto, come in questa occasione, articoloni con tanto di album fotografico sulla nuova veste di un bagno pubblico. Pisciatoi immortalati a colori, bianco e nero, dall'alto, dal basso: un vero trionfo! Beh, nel giro di pochissimo tempo, l'agognato bagno è stato già danneggiato!

Ora mi sorgono dubbi amletici a raffica, perchè la questione non è solo il bagno pubblico danneggiato (a svantaggio di chi ne fruisce, a svantaggio della intera comunità che lo ha pagato), ma anche delle giostrine della villa comunale distrutte, delle scritte idiote sulla fiancata della cattedrale, delle fioriere divelte, degli incendi a raffica nei campi in prossimità dell'abitato, dei cassonetti bruciati, dei rifiuti lanciati come missili per strada, dei portoni dati alle fiamme (il fuoco ricorre spesso), delle pastiglie antiratto sulle spiagge, dei furti alla darsena e tanto altro ancora.

E' come se una sapiente e malevola regia abbia deciso di mettere a soqquadro la città con mirate, scientifiche, deliberate azioni. Perchè se il vandalismo è una modalità di vita difficilmente modificabile, è pur vero che nei tranesi è cresciuta enormemente una coscienza del rispetto e del senso civico. Lo vedo e lo sento attraversando i quartieri ogni giorno. Un automobilista che parcheggia sulle strisce pedonali è additato e redarguito da privati cittadini, un divano deposto nei pressi di un cassonetto genera dissenso, una città sporca scatena indignazione e legittima critica.

Ma allora, com'è che nell'arco di un solo mese e mezzo ci siamo imbattuti in una serie di misfatti e danni? E' solo l'imbecillità di qualcuno? Non so. Ma il tarlo di quella regia malevola si è insinuato nel mio cervello da qualche giorno e per quanto io provi a scacciarlo ritorna e si radica.

Il bagno pubblico è stato risistemato, ma già temo la prossima mossa dell'oscuro regista.
  • Atti vandalici
  • Bagni pubblici
My Two Cents

My Two Cents

Il punto di vista di Pina Chiarello

Indice rubrica
Altri contenuti a tema
Via Porta Antica, ripulita la parete imbrattata Via Porta Antica, ripulita la parete imbrattata L'intervento eseguito con moderni sistemi di idrocancellazione senza deturpare nulla
Vandali in azione: ribaltati i bidoni dei rifiuti in zona Pozzo Piano Vandali in azione: ribaltati i bidoni dei rifiuti in zona Pozzo Piano Nella notte l'ennesimo gesto di inciviltà
9 L’anarchia di bulli e vandali impuniti L’anarchia di bulli e vandali impuniti Tra educazione e maleducazione, ecco che periodo sta vivendo Trani
Vandali in azione: in via Dalmazia è strage di specchietti Vandali in azione: in via Dalmazia è strage di specchietti La sorpresa ieri per molti residenti della zona
Basta politica! Diamo i voti a "Trani" Basta politica! Diamo i voti a "Trani" Puntata de "Le Pagelle" dedicata alle vicende cittadine
Pulizia e manutenzione degli spazi e del verde pubblici, ancora proroghe Pulizia e manutenzione degli spazi e del verde pubblici, ancora proroghe Nessuna notizia dei bandi, spesi oltre 115 mila euro
Gestione dei bagni pubblici, interviene il consigliere Leo Amoruso (Pd) Gestione dei bagni pubblici, interviene il consigliere Leo Amoruso (Pd) « Nostro obiettivo sarà l'aggiudicazione del servizio tramite gara d'appalto»
Quarantamila euro per pulire i bagni di piazza della Repubblica Quarantamila euro per pulire i bagni di piazza della Repubblica La spesa per ottobre e novembre. La denuncia del consigliere Lima (FdI-An)
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.