Standing Ovation

Con Massimo Rao sospesi con l’assurda luna

Alla Galleria Michelangiolo. Le recensioni di Giovanni Ronco

Antonio Ladogana e sua figlia Celeste hanno deciso da qualche anno di continuare con la stessa passione di Michele, rispettivamente padre e nonno degli stessi, quella divulgazione del Bello e dell'arte a beneficio della nostra città. La mostra che ricorda Massimo Rao a vent'anni dalla sua scomparsa, è forse una delle tappe più significative di questo percorso nuovamente intrapreso.

Massimo Rao è stato ed è uno degli artisti italiani più apprezzati dalla critica e più originali nell'offrire al pubblico soggetti spiazzanti, enigmatici, stilizzati in un'eleganza "disperata", fatta di simboli, messaggi cifrati, immagini inquietanti che provengono dall'intimità dell'autore stesso e di chi guarda. Il simbolo più significativo di questo pantheon di figure, allusioni, sogni e incubi ad occhi aperti è la luna. Vorremmo quasi scrivere l'elemento in questione con la maiuscola, quasi fosse un divinità laica adorata e temuta da Rao. Come la Ragione per gli illuministi o il Fato per gli antichi greci, la Luna è il nume per eccellenza che sovrasta un'umanità quasi insignificante, tenuta coi fili, decapitata, sospesa per aria, senza i corpi, ma solo coi volti, unici termini di paragone con Lei e sempre e solo con Lei: la Luna.

Nel 1975 fu proprio Ladogana padre a scoprire ed esporre per la prima volta Massimo Rao. Una scommessa vincente sullo sterminato tavolo del mercato dell'arte, che Ladogana contribuì a valorizzare, parlandone spesso coi suoi amici, compreso il sottoscritto, facendone conoscere le caratteristiche uniche e riesponendo le sue opere nel 1983. La prematura scomparsa di Rao ha fermato la sua produzione, ma come avviene sempre nel mondo dell'arte, ne ha amplificato e diffuso ancora più velocemente la fama e le peculiarità che una volta di più ammiriamo nella mostra organizzata dalla galleria "Michelangiolo" dal 20 novembre scorso, fino a tutto il periodo delle prossime festività.

Ci soffermiamo sulle opere esposte e capiamo quanto siano forti i messaggi che Rao ci ha lasciato: la solitudine di un'umanità rassegnata al proprio destino; la meditazione forse salvifica ma sempre impossibile da decrittare; l'anticlericalismo con immagini di uomini di chiesa dallo sguardo impassibile e spietato; l'anonimato e la spersonalizzazione che dilagano tra un'umanità ormai incapace di determinare e orientare il proprio destino e poi ancora lei, come già detto: la Luna gadget, la Luna divinità, la Luna amuleto, la Luna compagna, la Luna spietata. Pure lei.
  • Arte
Standing Ovation

Standing Ovation

Standing Ovation è la rubrica culturale di TraniViva. Cinema, teatro, libri, arte: uno sguardo sulle idee culturali sviluppate in ambito cittadino con le recensioni puntuali del professor Giovanni Ronco

Indice rubrica
Altri contenuti a tema
Tra simboli e realtà: Trani non dimentica la pittura di Ivo Scaringi Tra simboli e realtà: Trani non dimentica la pittura di Ivo Scaringi In via Bovio la mostra"Michelangiolo" dedicata al "Guttuso dell'Adriatico"
L'artista tranese Giuseppe Giannotti a Roma per presentare la personale di pittura "L'Arte in Acqua" L'artista tranese Giuseppe Giannotti a Roma per presentare la personale di pittura "L'Arte in Acqua" Tra gli acquerelli anche alcune opere che ritraggono squarci di Trani
A Trani l'arte si fa beffa di Halloween? Spuntano alcune installazioni in via Lagalante e piazza Longobardi A Trani l'arte si fa beffa di Halloween? Spuntano alcune installazioni in via Lagalante e piazza Longobardi Raffigurano otto personaggi di cultura corredati dallo slogan "zucca vuota"
Fulvio Del Vecchio, 50 anni di carriera tra etica ed estetica Fulvio Del Vecchio, 50 anni di carriera tra etica ed estetica Le opere del pittore tranese in mostra fino al 16 ottobre
A Palazzo Palmieri viaggio nell'irrealtà con la personale di Pino Procopio A Palazzo Palmieri viaggio nell'irrealtà con la personale di Pino Procopio Le opere in esposizione fino al 9 settembre
Viaggio nell'irrealtà: a Trani la mostra di Pino Procopio Viaggio nell'irrealtà: a Trani la mostra di Pino Procopio Il 30 agosto l'inaugurazione a Palazzo Palmieri
Nello chalet della villa comunale mostra d'arte di Vincenzo Posa Nello chalet della villa comunale mostra d'arte di Vincenzo Posa Opere in olio su tela raffiguranti paesaggi
A Trani nuova mostra di Silvia Tolomeo nello chalet della villa comunale A Trani nuova mostra di Silvia Tolomeo nello chalet della villa comunale Con lei esporranno anche altri sette artisti
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.