Standing Ovation

Giuseppe Dimitri si cimenta col fantasy

L'autore tranese pubblica Le storie di Azagh

Sono anni di grande fortuna per il genere fantasy, sia in libreria che al cinema e molti dei nostri giovani, lettori, ma anche potenziali autori, ne sono completamente conquistati. Le vendite al botteghino e alle casse dei librai parlano chiaro. Abituati come siamo però alla recensione della saggistica, diarista e intimista il più delle volte, o al romanzo parzialmente scremato, ossia in parte autobiografico, in parte frutto di fantasie personali, o peggio, aprendoci all'intero panorama italiano, considerando lavori che hanno davvero poco della famosa inventio letteraria cara ad un Manzoni o ad un Ariosto, restiamo davvero stupiti quando c'imbattiamo in un giovane autore, come appunto il tranese Giuseppe Dimitri, che nel suo lavoro (Le storie di Azagh) si mette alle spalle il truce bagaglio scolastico o familiare e vola nel campo aperto della creazione fantasiosa, come un novello Ariosto, appunto, che vuole raccontarci di mondi inesistenti ma che inevitabilmente richiamano la realtà vissuta.

In effetti, tornado all'odierna questione letteraria, le nostre librerie, pubbliche e private, esplodono di giovani promesse che ci parlano di ragazze madri, sesso scadente, motori truccati, patetiche love story, dialoghi banali con mamma, papà, amico del cuore e professori, e attenzione, non mi riferisco nemmeno o solo a Moccia. O quando va peggio, rispolverano, quasi istintivamente, quella sfumatura pulp, che ci offre sangue, lacrime ed efferatezze varie.

Dimitri, invece, partendo da una sua personalissima passione per la lettura e naturalmente prendendo a modello i grandi classici del genere fantasy, plasma una creatura letteraria, (edita da una giovane realtà editoriale, AltroMondo Editore, molto attenta ai giovani esordienti), che brilla di luce propria, appassiona il lettore e mette in evidenza una caratteristica comune a tutto il corso della storia: l'azione concitata, veloce, istantanea, che fa scorrere, sotto gli occhi di chi legge, una marea di atti e capovolgimenti di fronte.

Il tratto peculiare di questo romanzo fantasy, debutto letterario per il giovane tranese, classe 1987, è proprio la velocità dell'azione, che ben si addice ad un pubblico giovane e che risente, piacevolmente, dell'influsso cinematografico, televisivo. I protagonisti, Kornor e Iutliel, rispettivamente un umano ed un elfo, sono risucchiati in un vortice, veloce anch'esso, di imprese, lotte, contrasti, volti a far trionfare una volta di più due elementi fondanti per la propria esistenza: la giustizia e l'amore. Perché ciò avvenga, si dimostrano pronti a tutto pur di prevalere sulle forze del male e sull'essere che le ha prodotte. Pur dovendo pagare un prezzo molto alto, anche in fatto di vite umane. Un lavoro originale e molto attuale, se pensiamo alle odierne lotte contro chi nega la democrazia e la libertà dei popoli. Una metafora fantasy molto ben riuscita, sull'eterna lotta tra male e bene, che tiene incollati al testo fino all'ultima pagina.
  • Libri
Standing Ovation

Standing Ovation

Standing Ovation è la rubrica culturale di TraniViva. Cinema, teatro, libri, arte: uno sguardo sulle idee culturali sviluppate in ambito cittadino con le recensioni puntuali del professor Giovanni Ronco

Indice rubrica
Altri contenuti a tema
Scrittura emotiva, oggi a Trani l'autore e psicologo Benedetto Fera Scrittura emotiva, oggi a Trani l'autore e psicologo Benedetto Fera Presenterà il suo ultimo libro e racconterà i vissuti dolorosi che ha dovuto affrontare a causa del “sistema scolastico”
Magistratura e legalità, venerdì a Barletta un prestigioso evento rotariano Magistratura e legalità, venerdì a Barletta un prestigioso evento rotariano Sarà presentato il libro "I ritratti del coraggio — Lo Stato italiano e i suoi magistrati" 
Il maggio dei libri: diversità e integrazione nel programma di Fondazione Seca e Libreria Miranfù Il maggio dei libri: diversità e integrazione nel programma di Fondazione Seca e Libreria Miranfù Il progetto Oltremaggio abbraccia il Mediterraneo e l’Africa. Ecco il calendario degli appuntamenti
Pubblicato “Codice rosso”: il quarto libro dello scrittore tranese Rino Negrogno Pubblicato “Codice rosso”: il quarto libro dello scrittore tranese Rino Negrogno L'autore si racconta e descrive il suo lavoro nel 118
L'amore secondo Brigida Frigione L'amore secondo Brigida Frigione Esordio letterario per una giovane autrice tranese
Così parlava mio nonno: il vocabolario deĺla lingua tranese Così parlava mio nonno: il vocabolario deĺla lingua tranese Il nuovo libro per il vernacolo del prolifico Francesco Pagano
Domenico Sarro, ora non perdetevi la biografia scritta da Rino Mennea Domenico Sarro, ora non perdetevi la biografia scritta da Rino Mennea Saggio biografico sulla vita di un grande musicista tranese
Biblioteca, al via una raccolta fondi per il recupero del patrimonio librario di Palazzo Vischi Biblioteca, al via una raccolta fondi per il recupero del patrimonio librario di Palazzo Vischi Le donazioni a partire dal 10 marzo con la collaborazione del liceo classico
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.