Scuola e Lavoro

A Bruxelles per crescere nelle politiche europee

Programma di aggiornamento per 9 funzionari del patto territoriale

Una delegazione di 9 funzionari dell'Agenzia per lo sviluppo e l'occupazione dell'area nord barese ofantina ha partecipato a Bruxelles ad un programma di aggiornamento sulla dimensione europea della cooperazione sociale e sulla progettazione transnazionale per lo sviluppo locale. Il progetto rientra tra i percorsi del programma europeo "Leonardo da Vinci" ed è frutto della consolidata collaborazione tra l'associazione belga Bxl Puglia Europe asbl, in partenariato con Educazione all'Europa di Ravenna e l'Agenzia per l'Occupazione e lo Sviluppo dell'Area Nord Barese Ofantina, per il tramite del responsabile dell'ufficio di Bruxelles, Oronzo Cilli e su volontà del Presidente Giuseppe Tarantini.

Durante la permanenza a Bruxelles il gruppo ha avuto l'opportunità di entrare in contatto con la realtà europea legata allo sviluppo locale grazie ad un percorso formativo mirato sulle esigenze dei partecipanti. L'esperienza internazionale pluriennale degli organizzatori dell'associazione Bxl Puglia-Europe, ha consentito al gruppo di beneficiare del contributo di competenza sul tema della cooperazione e dello sviluppo sostenibile del dott. Luigi Nigri funzionario della Direzione Generale affari Regionali. Inoltre, i funzionari dell'Agenzia hanno partecipato alla conferenza Europe's Macro-Regions sul tema dell'integrazione europea attraverso la cooperazione territoriale.
Il progetto si è arricchito con la visita alla sede del Parlamento Europeo effettuata in collaborazione con l'ufficio dell'Europarlamentare on. Sergio Silvestris e con l'incontro con il dott. Casalino, reggente della sede di rappresentanza della Regione Puglia a Bruxelles. L'importante momento formativo di Bruxelles si è perfezionato con le attività d'aula espletate dal dott. Riccardo Barile di Bxl Puglia sul Programma Progress e sulle tecniche progettuali (Project Cycle Management). «E' utile avviare momenti di confronto - sottolinea il presidente del Patto Territoriale, Giuseppe Tarantini - come quello organizzato a Bruxelles in collaborazione con altri enti che hanno, come il Patto, l'obiettivo di utilizzare al meglio i fondi comunitari diretti. E momenti come quello appena consumato sono parte fondante della crescita della struttura Patto.»
  • Patto Territoriale NBO
Altri contenuti a tema
Il patto territoriale nord barese ofantino discute di Welfare Il patto territoriale nord barese ofantino discute di Welfare Al via questo pomeriggio il ciclo di incontri online con gli esperti
Patto Nord Barese-Ofantino, la Cgil scrive al presidente della Bat Patto Nord Barese-Ofantino, la Cgil scrive al presidente della Bat Il sindacato a Giorgino: «Quale il futuro dell'agenzia?»
I Comuni lasciano il Patto territoriale: parte la protesta I Comuni lasciano il Patto territoriale: parte la protesta Trani ha deliberato l'uscita. Mennea (Pd): «Decisione sbagliata»
Patto territoriale, una partecipazione che costa più di 90mila euro Patto territoriale, una partecipazione che costa più di 90mila euro Il Comune dispone il pagamento della quota associativa 2016
Patto territoriale, FdI: «Scelta affrettata, amministrazione superficiale» Patto territoriale, FdI: «Scelta affrettata, amministrazione superficiale» Il partito contesta le motivazioni dell'uscita di Trani dal consorzio
Patto del Nord Barese, il Comune di Trani favorevole all'uscita Patto del Nord Barese, il Comune di Trani favorevole all'uscita Il sindaco Bottaro: «È una scelta politica di tutta la città»
Patto territoriale, il nuovo presidente è Paolo Marrano Patto territoriale, il nuovo presidente è Paolo Marrano Il sindaco di Margherita alla guida, quello di Trani nel cda
Patto territoriale, la quota 2015 costa a Trani più di 90mila euro Patto territoriale, la quota 2015 costa a Trani più di 90mila euro Liquidata la somma dovuta dal Comune in qualità di socio
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.