Presidio libera
Presidio libera
Attualità

Colpo al clan Corda-Lomolino, Libera Trani: «Solidarietà alle vittime dei reati e delle estorsioni»

L'appello alle istituzioni: «Si lavori a 360 gradi per promuovere benessere, equità e giustizia sociale»

Esprimiamo grande riconoscenza alle forze dell'ordine e alla magistratura per l'importante operazione che ha portato, nei giorni scorsi, all'arresto di 14 indagati per associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni, spaccio di stupefacenti e detenzione illecita di armi.

Esprimiamo nel contempo solidarietà alle vittime dei reati e delle estorsioni con cui gli arrestati tenevano sotto scacco tanti esercenti di attività economiche e commerciali. Si tratta di un'operazione, frutto di complesse attività d'indagine, che colpisce al cuore un clan, quello dei Corda-Lomolino, il quale, stando alle prime informazioni diffuse dalla stampa, sembra che stesse occupando il vuoto di potere criminale lasciato dal noto boss tranese Salvatore Annacondia e dai suoi affiliati.

Tutti noi conosciamo la stagione nera vissuta negli anni '80 e '90 a causa della presenza nel nostro territorio di Annacondia, alias mano mozza, boss dalla pesante caratura criminale che aveva profondamente inquinato il tessuto sociale, economico e politico della nostra città e del nord barese. Di quelle vicende abbiamo parlato nella recente presentazione, organizzata dal presidio cittadino di Libera, del libro "Mano mozza" di Emma Barbaro e Valentina Drago.

Non possiamo che essere soddisfatti, dunque, nell'apprendere la notizia di questi arresti che ci permettono di tirare un sospiro di sollievo. Consapevoli tuttavia di non poter abbassare la guardia nella fallace illusione di poter da oggi vivere in un'oasi felice, libera ormai da mafia e illegalità.

L'esperienza ci mostra come gli arresti non fermano la criminalità se non viene risanato il contesto sociale su cui questa ha potuto attecchire, se non si interviene cioè sulle cause che sono all'origine dei fenomeni criminali e mafiosi.

E questo è compito della politica. Alla magistratura e alle forze dell'ordine spetta l'onere di agire sul il proliferare della fronte del controllo e della repressione, ma sta alla politica rimuovere le condizioni di disagio, povertà e marginalità che favoriscono il nascere della delinquenza e del malaffare.

Alle istituzioni allora rivolgiamo un appello a non cullarsi nell'idea che il lavoro svolto da forze dell'ordine e magistratura – su cui peraltro registriamo un loro sorprendente silenzio – ci ponga ormai fuori da ogni pericolo, ma che si lavori a 360 gradi per promuovere benessere, equità e giustizia sociale. Condizioni imprescindibili per una società sana.
  • Libera
Altri contenuti a tema
Baby gang a Trani, il Presidio Libera convoca un tavolo di concertazione con la popolazione Baby gang a Trani, il Presidio Libera convoca un tavolo di concertazione con la popolazione Venerdì 7 ottobre un incontro per accogliere le proposte della cittadinanza
1 Insegnante di Trani aggredita con insulti e minacce da un suo alunno, la denuncia di Libera Insegnante di Trani aggredita con insulti e minacce da un suo alunno, la denuncia di Libera «Riflettere sul dilagare di comportamenti violenti e antisociali tra i giovani»
Trent'anni dalla strage di Capaci: le iniziative di Libera Trent'anni dalla strage di Capaci: le iniziative di Libera Nel pomeriggio il corteo fino a via Giovanni Falcone
Giornata contro le mafie, il 21 marzo iniziative anche a Trani Giornata contro le mafie, il 21 marzo iniziative anche a Trani Momenti di riflessione alla Bovio e alla Cosmai a cura di Libera
Periferie al centro, a Trani in visita don Luigi Ciotti Periferie al centro, a Trani in visita don Luigi Ciotti Sarà ospite il 5 marzo presso la parrocchia degli Angeli Custodi
1 Libera Trani, eletto il nuovo referente: Francesco Pacini Libera Trani, eletto il nuovo referente: Francesco Pacini Subentra all'uscente Anna Rossi
Annullata la visita di don Luigi Ciotti a Trani Annullata la visita di don Luigi Ciotti a Trani Rinviato l'appuntamento per un caso di positività al Covid all'interno dell'organizzazione
1 "Le strade della legalità": don Luigi Ciotti a Trani per due importanti incontri "Le strade della legalità": don Luigi Ciotti a Trani per due importanti incontri Dai vertici della Procura tranese a don Enzo De Ceglie, una due giorni organizzata da presidio cittadino di "Libera"
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.