Turismo

Contributi alle imprese per i settori Turismo e Commercio

Convegni e incontri del Patto Territoriale

Contributi regionali nel settore del turismo e del commercio, attesi da molti e da molto tempo, che l'Agenzia per la promozione turistica "Puglia Imperiale" vuole diffondere sul territorio spiegandone contenuti e modalità.

La mission dell'Agenzia, di cui è amministratore unico Luigi Simone, è infatti tesa al coinvolgimento di quanti, a vari livelli, operano nella filiera turistica supportandone le scelte strategiche e imprenditoriali, con un conseguente innalzamento qualitativo dell'offerta e delle cultura dell'accoglienza turistica. Il concetto è stato ribadito anche nel corso dell'incontro con l'assessore regionale al Turismo, on. Massimo Ostillio, che nella sua visita alla sede dell'Agenzia Puglia Imperiale ha preso atto delle attività e della programmazione della struttura del Patto Territoriale nord barese-ofantino condividendone il metodo.

A questo proposito, in riferimento alla pubblicazione dei bandi regionali relativi alla concessione di contributi nei settori Turismo e Commercio (la cui scadenza di presentazione delle domande è il 30 settembre prossimo), l'Agenzia ha programmato un ciclo di seminari informativi per orientare tutti i soggetti potenzialmente interessati, ma anche le categorie dei consulenti, gli ordini professionali in qualche modo collegati a questi settori.

L'intento è quello di diffondere, in maniera mirata, il contenuto delle misure relative al Por 2000-2006 e a all'Accordo di Programma Quadro in ambito turistico – spiega il direttore dell'Agenzia, dott. Alessandro Buongiorno - e quelle inerenti gli interventi in materia di commercio. Si tratta di occasioni importanti per il territorio, che non vanno perdute e vanno però colte con professionalità.

In particolare i bandi regionali riguardano il supporto alla competitività ed all'innovazioe delle imprese e dei sistemi di imprese turistiche, interventi per l'ampliamento dell'offerta turistico ricettiva, interventi nel settore del commercio alle Pmi, ed altri settori che verranno illustrati nel corso dei seguenti incontri: mercoledì 27 luglio a Bisceglie alle 17 nell'auditorium S. Croce; giovedì 28 luglio a Canosa di Puglia alle 18 nella sala consiliare; venerdì 29 luglio alle 17 a Margherita di Savoia presso la Sala congressi del Gran Hotel Terme. Ai diversi incontri saranno presenti, oltre ai rappresentanti dell'Agenzia Puglia Imperiale, anche esperti e funzionari regionali per meglio illustrare e diffondere il contenuto dei bandi in questione ed orientare i potenziali destinatari.
  • Patto Territoriale NBO
Altri contenuti a tema
Patto Nord Barese-Ofantino, la Cgil scrive al presidente della Bat Patto Nord Barese-Ofantino, la Cgil scrive al presidente della Bat Il sindacato a Giorgino: «Quale il futuro dell'agenzia?»
I Comuni lasciano il Patto territoriale: parte la protesta I Comuni lasciano il Patto territoriale: parte la protesta Trani ha deliberato l'uscita. Mennea (Pd): «Decisione sbagliata»
Patto territoriale, una partecipazione che costa più di 90mila euro Patto territoriale, una partecipazione che costa più di 90mila euro Il Comune dispone il pagamento della quota associativa 2016
Patto territoriale, FdI: «Scelta affrettata, amministrazione superficiale» Patto territoriale, FdI: «Scelta affrettata, amministrazione superficiale» Il partito contesta le motivazioni dell'uscita di Trani dal consorzio
Patto del Nord Barese, il Comune di Trani favorevole all'uscita Patto del Nord Barese, il Comune di Trani favorevole all'uscita Il sindaco Bottaro: «È una scelta politica di tutta la città»
Patto territoriale, il nuovo presidente è Paolo Marrano Patto territoriale, il nuovo presidente è Paolo Marrano Il sindaco di Margherita alla guida, quello di Trani nel cda
Patto territoriale, la quota 2015 costa a Trani più di 90mila euro Patto territoriale, la quota 2015 costa a Trani più di 90mila euro Liquidata la somma dovuta dal Comune in qualità di socio
Giro di vite sulle partecipate, il Comune le dimezza Giro di vite sulle partecipate, il Comune le dimezza Sei mesi per riorganizzare Amet, un anno per stabilizzare l'Amiu. In forse il Gal
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.