Covid
Covid
Attualità

Covid, l'Italia verso il decreto di aprile: che cosa cambierà

Tutte le nuove regole decise dal Governo per uscire dall'emergenza

L'Italia si appresta a vivere a partire da venerdì 1° aprile la prima fase di effettiva uscita dall'emergenza pandemica: l'ultimo decreto del Governo in merito all'allenamento delle restrizioni legate al rischio di contagio da Covid è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e prevede un ulteriore alleggerimento delle regole per consentire di approcciarsi al virus in maniera diversa rispetto al passato. Un secondo step, dopo quello di aprile, ci sarà a maggio.

In primis, dalla prossima settimana già si alleggeriscono le restrizioni e in molti luoghi il green pass rafforzato (che si ottiene se si è vaccinati con tre dosi oppure con due dosi da meno di 120 giorni oppure se si ha un certificato di guarigione) viene sostituito dal green pass base (che si ottiene con un tampone antigenico valido 48 ore oppure molecolare valido 72 ore). Per favorire il turismo anche in vista delle vacanze pasquali si è deciso che dal 1 aprile per entrare negli alberghi non servirà il green pass e nei ristoranti dall'1 aprile agli stranieri basterà il green pass base. La stessa regola per gli italiani scatterà il 15 aprile.

Proviamo a riassumere i cambiamenti in vista in alcuni punti salienti:

1. Fino al 30 aprile ci sarà l'obbligo di mascherine al chiuso.

2. Dal 1° aprile si potrà andare a lavorare senza super green pass, anche se si hanno più di 50 anni. Questo riguarda tutte le categorie di lavoratori che potranno entrare al lavoro con il green pass base, che si ottiene con il tampone negativo.

3. La sospensione dall'incarico e dallo stipendio resta come sanzione solo per medici, infermieri e personale delle Rsa fino al 31 dicembre.

4. Si potrà viaggiare su autobus e metropolitane senza green pass rafforzato ma fino al 30 aprile sarà però obbligatoria la mascherina FFP2.

5. Per salire su aerei, treni e navi ad aprile basterà il green pass base. Dal primo maggio non sarà richiesto alcun certificato e non sarà più obbligatorio indossare la mascherina FFP2.

6. Dall'1 aprile si potrà entrare senza certificato verde nei bar e nei ristoranti all'aperto, mentre per bar e ristoranti al chiuso sarà necessario aspettare il 15 aprile.

7. Per uniformare le regole italiane con quelle degli altri Paesi europei dal primo aprile i turisti stranieri potranno mangiare nei bar e nei ristoranti al chiuso mostrando un tampone negativo antigenico (valido 48 ore) e molecolare (valido 72 ore).

8. Per entrare nei negozi, andare dal parrucchiere, in banca, alle poste o negli uffici pubblici dal 1° aprile si dovrà indossare solo ma mascherina senza Green pass.

9. Chi ha avuto un contatto stretto con una persona positiva al Covid non deve rispettare la quarantena ma ha l'obbligo di indossare (al chiuso o in presenza di assembramenti) la mascherina FFP2 per dieci giorni dall'ultimo contatto.

10. Cambiano anche le regole a scuola: fino a quatto studenti contagiati si resta in classe, con l'obbligo sopra i 6 anni di usare per dieci giorni la mascherina Ffp2. La regola vale per le scuole dell'infanzia e per tutte le altre classi fino alle superiori.

11. In Dad andranno soltanto gli alunni positivi.

12. Nelle università gli studenti devono avere il green pass solo fino al 30 aprile.

13. Per andare allo stadio dal 1° aprile basta il green pass base e la mascherina Ffp2. La capienza è al 100%.

14. Per cinema, teatri, sale da concerto ed eventi sportivi al chiuso: fino al 30 aprile serve il green pass rafforzato, dal 1° maggio il certificato non è più richiesto e cade l'obbligo di indossare la mascherina Ffp2.

15. Fino al 31 dicembre si dovrà entrare con il green pass rafforzato nelle strutture sanitarie?

16. Per feste e cerimonie pubbliche dal 1° aprile l'ingresso sarà libero.

17. Anche per sagre, fiere e centri culturali, sociali e ricreativi all'aperto?
Sì, dal primo aprile il certificato non sarà richiesto.

18. Per feste al chiuso e discoteche fino al 30 aprile è richiesto il green pass rafforzato e bisogna indossare la mascherina.

19. Non ci saranno più limitazioni per il numero di persone ammesse alle feste.

20. Dal 1° aprile l'ingresso negli hotel e nelle strutture ricettive si potrà entrare senza alcuna limitazione.
  • Covid
Altri contenuti a tema
Covid, risale il numero dei contagi: 623 i positivi a Trani negli ultimi 15 giorni Covid, risale il numero dei contagi: 623 i positivi a Trani negli ultimi 15 giorni Con l'arrivo dell'estate si sono "allargate" le maglie del distanziamento e delle mascherine
Sale la curva dei contagi, rischio di ospedali pieni di pazienti covid Sale la curva dei contagi, rischio di ospedali pieni di pazienti covid Federazione Cimo-Fesmed: "Il personale sanitario è stremato e insufficiente, ridotto più che dalle ferie dai contagi"
Covid, in Puglia segnali di ripresa della pandemia Covid, in Puglia segnali di ripresa della pandemia Secondo il monitoraggio +38,1% casi in una settimana
Primo maggio, da oggi l'Italia dice addio al green pass Primo maggio, da oggi l'Italia dice addio al green pass In vigore fino al 15 giugno l'obbligo di mascherine al chiuso
Vaccini, la somministrazione della quarta dose in Puglia procede a rilento Vaccini, la somministrazione della quarta dose in Puglia procede a rilento Lo rileva il report della Fondazione Gimbe
Vaccini, dal 26 aprile al via anche a Trani la somministrazione della quarta dose per over 80 Vaccini, dal 26 aprile al via anche a Trani la somministrazione della quarta dose per over 80 La somministrazione deve avvenire dopo almeno 120 giorni dalla dose di richiamo (booster)
Michele Emiliano positivo al Covid: è asintomatico Michele Emiliano positivo al Covid: è asintomatico L'annuncio dato direttamente dal presidente della Regione Puglia
Covid, i tamponi disposti dalle autorità sanitarie restano gratuiti in Puglia Covid, i tamponi disposti dalle autorità sanitarie restano gratuiti in Puglia Prosegue il lavoro del Dipartimento regionale di Promozione della Salute
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.