Didattica a distanza
Didattica a distanza
Scuola e Lavoro

Dad nella scuola, Cgil e Cisl: «Nuova ordinanza, lesiva del lavoro e della dignità di tutto il personale scolastico»

Critici i sindacati della scuola sulle modalità di scelta della didattica da parte della famiglie

"Con l'emanazione della odierna ordinanza n. 21 (ieri per chi legge n.d.r.), relativa alle misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica nel settore scolastico, in un colpo solo il Presidente Emiliano fa ricadere le relazioni sindacali al punto più basso finora mai registrato". Lo sottolinea in una nota per la FLC CGIL Puglia, Claudio Menga.

"Riepilogare quanto previsto dall'ennesima ordinanza è fin toppo semplice: dal primo febbraio il regime di didattica mista su richiesta delle famiglie, imposto per ordinanza alle scuole pugliesi e che finora aveva colpito solo il primo ciclo, viene - per un malinteso senso di "par condicio" - esteso anche alla secondaria di secondo grado. E così possiamo dire che ora in Puglia il cerchio si chiude con una doppia limitazione, nel caso delle superiori: la facoltà attribuita alle famiglie di non far frequentare in presenza le attività didattiche qui si aggiunge ad una riduzione delle frequenze, prevista già a monte e contenuta entro il vincolo del 50% rispetto al totale delle presenze. Come avevamo preannunciato ieri sera, nell'incontro con gli assessori LEO, Lopalco e Maurodinoia e il Direttore dell'USR Puglia Cammalleri riteniamo questa misura seriamente lesiva del lavoro e della dignità di tutto il personale scolastico - docenti, personale ATA, direttori dei servizi e dirigenti scolastici - che quotidianamente si impegnano per arginare gli effetti nefasti della didattica mista sui livelli di apprendimento delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. Per questo motivo ci attiveremo affinché, unitariamente con le organizzazioni sindacali di categoria, si individuino forme di mobilitazione adeguate al livello di attacco che il mondo della scuola pugliese da settimane sta sopportando e che saranno comunicate in una conferenza stampa convocata ad hoc".

"La possibilità estesa anche alle famiglie degli studenti delle superiori - oltreché sinora a quelle del 1° ciclo - di scegliere la frequenza in presenza o a distanza delle lezioni è un fatto gravissimo, non più tollerabile". Così Roberto Calienno, segretario generale Cisl Scuola Puglia, commenta quanto disposto dal presidente Michele Emiliano con l'ordinanza regionale odierna n. 21 per il rientro a scuola. Il segretario generale Cisl Scuola Puglia aggiunge, esprimiamo "la nostra netta contrarietà per quanto attiene la facoltà di scelta delle famiglie, peraltro va precisato che - dal punto di vista ordinamentale - non esiste una modalità di 'didattica mista', esiste una forma di didattica in 'presenza' e un'altra 'digitale integrata' come indicato con chiarezza dalle linee guida dello scorso 7 agosto. Il modello della 'didattica mista' sta acuendo il fenomeno della dispersione scolastica ancor di più poiché, nessuna attività aggiuntiva di recupero, può essere messa in campo. Infine, le scuole italiane non dispongono di reti in grado di sopportare l'eccessivo traffico dati generato dalle troppe trasmissioni in simultanea. I docenti sono stanchissimi e comunque hanno fatto molto di più di quanto è nelle loro possibilità utilizzando, spessissimo, anche i dispositivi digitali personali". Conclude "nei prossimi giorni, in apposita conferenza stampa comunicheremo le forme di mobilitazione da attuare per il ripristino di normali conduzioni dello svolgimento della vista scolastica, nell'interesse degli studenti e delle loro famiglie, del personale scolastico tutto".
  • Scuola
Altri contenuti a tema
1 Il 3^ Circolo D’Annunzio tra Did e Dad: parla il preside Il 3^ Circolo D’Annunzio tra Did e Dad: parla il preside I chiarimenti dopo lo sfogo della mamma di uno studente di seconda elementare
7 «Perché ho scelto la didattica in presenza per mio figlio» «Perché ho scelto la didattica in presenza per mio figlio» La lettera in redazione di una mamma di uno studente di seconda elementare
Nuova stretta sulla scuola, psicologi di Puglia: «Garantire assistenza psicologica agli studenti» Nuova stretta sulla scuola, psicologi di Puglia: «Garantire assistenza psicologica agli studenti» Il presidente dell’Ordine degli Psicologi di Puglia Vincenzo Gesualdo commenta i nuovi parametri nel Dpcm firmato nelle scorse ore
«Dove sono finiti i soldi per finanziare le rette degli asili nido? Da marzo tutti a casa!» «Dove sono finiti i soldi per finanziare le rette degli asili nido? Da marzo tutti a casa!» Il commento del consigliere Michele Centrone (Filiberto Palumbo sindaco)
Scuola in Puglia, è ufficiale. Tutti a casa fino al 5 marzo Scuola in Puglia, è ufficiale. Tutti a casa fino al 5 marzo Alla base della nuova ordinanza un "peggioramento del livello generale del rischio di contagio"
Edilizia scolastica, Morollo: "Problematiche non imputabili a questa Giunta" Edilizia scolastica, Morollo: "Problematiche non imputabili a questa Giunta" Il segretario di Sinistra Italiana risponde alle polemiche dei giorni scorsi
1 Al via il bando per le borse di studio destinate agli studenti di scuola superiore Al via il bando per le borse di studio destinate agli studenti di scuola superiore Domande entro il 15 marzo
1 Pubblicato il bando per il doposcuola, domande entro il 26 febbraio Pubblicato il bando per il doposcuola, domande entro il 26 febbraio Il servizio rivolto a minori residenti nel territorio di Trani di età compresa tra i 6 anni ed i 14 anni compiuti
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.