Arresto, uomo in manette
Arresto, uomo in manette
Cronaca

Detenuto evade dalla semilibertà: riacciuffato dopo poche ore

Il 34enne era impiegato nelle pulizie del cimitero di Trani

Un detenuto ammesso alla semilibertà non ha fatto rientro martedì nelle carceri di Trani, dove era ristretto. L'eccellente attività info-investigativa posta in essere dalla Polizia Penitenziaria ha permesso la sua cattura il giorno dopo, l'11 giugno, giorno coincidente con il suo 34° compleanno. Ne da notizia il sindacato autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, «soddisfazione per la cattura e apprezzamento agli Agenti di Polizia Penitenziaria che hanno effettuato indagini, pedinamenti e arresto».

Il detenuto (in espiazione definitiva con fine pena 27 agosto 2015) era impiegato nelle pulizie del cimitero di Trani ed aveva la moglie in ospedale. «I nostri poliziotti – spiega il segretario del Sappe Donato Capece - sono stati bravi a mettersi immediatamente sulle sue tracce e quindi riacciuffarlo».

«Ma questo è un evento che purtroppo si può verificare, anche se la percentuale dei detenuti ammessi a fruire di semilibertà o permessi all'esterno che non fa poi rientro è minima. È del tutto evidente che un detenuto ammesso a fruire di semilibertà che non rientra in carcere allunga ovviamente la sua permanenza nelle patrie galere. Ma la semilibertà è utile (e la stragrande maggioranza di chi ne fruisce ha un comportamento ineccepibile) proprio per creare le condizioni di un percorso trattamentale e rieducativo finalizzato a intessere rapporti con la famiglia. Anche scontare la pena fuori dal carcere, per coloro che hanno commesso reati di minore gravità, ha una fondamentale funzione anche sociale. Come, ad esempio, il lavoro di pubblica utilità per i soggetti sorpresi alla guida in stato di ebbrezza, che consistente in una prestazione di lavoro non retribuita a favore della collettività da svolgere in via prioritaria nel campo della sicurezza e dell'educazione stradale: sono complessivamente circa 5mila persone».
  • Carcere di Trani
  • Polizia Penitenziaria
Altri contenuti a tema
Processo Durante, assolto l'unico medico dichiarato colpevole in primo grado Processo Durante, assolto l'unico medico dichiarato colpevole in primo grado Il 33enne morì nell'infermeria del carcere di Trani nel 2011
Carcere di Trani: sit-in degli addetti del servizio mensa Carcere di Trani: sit-in degli addetti del servizio mensa Filcams Cgil Bat: «Temiamo la perdita del diritto di prelazione»
Carcere di Trani, il senatore Damiani denuncia il sovraffollamento e l'emergenza igienico-sanitaria Carcere di Trani, il senatore Damiani denuncia il sovraffollamento e l'emergenza igienico-sanitaria Depositata un'interrogazione al ministro Bonafede per sollecitare l'utilizzo del nuovo padiglione
Water vicino a letto e tavolo: nel carcere di Trani detenuti in condizioni difficili Water vicino a letto e tavolo: nel carcere di Trani detenuti in condizioni difficili La denuncia arriva dai sindacati di Polizia Penitenziaria
Docce non funzionanti e cattivi odori, detenuti del carcere di Trani in protesta Docce non funzionanti e cattivi odori, detenuti del carcere di Trani in protesta La denuncia del Cosp: «Il personale costretto a coprire più postazioni di servizio»
Carcere di Trani, mezzo chilo di stupefacenti nascosti vicino la recinzione Carcere di Trani, mezzo chilo di stupefacenti nascosti vicino la recinzione Scoperto dalla Penitenziaria il tentativo di introdurre cocaina e hascisc, oltre ad un telefono cellulare
Carcere di Trani, l’associazione Paideia rilancia il progetto "Magikambusa" Carcere di Trani, l’associazione Paideia rilancia il progetto "Magikambusa" Di nuovo attivo lo spazio ludico ricreativo per i figli dei detenuti
Tenta di togliersi la vita nel carcere di Trani, detenuto salvato dagli agenti della Polizia penitenziaria Tenta di togliersi la vita nel carcere di Trani, detenuto salvato dagli agenti della Polizia penitenziaria La denuncia di Mastrulli (Cosp): «L'organico ormai ridotto all'osso»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.