Dialoghi
Dialoghi
Eventi e cultura

Dialoghi di Trani: Megamark, Eni e UniCredit mettono in moto l’edizione 2020

Dal 23 al 27 settembre a Palazzo delle Arti Beltrani

In un anno eccezionale, segnato da quella che sarà probabilmente ricordata come l'emergenza sanitaria più importante della nostra epoca, i Dialoghi di Trani hanno scelto di non sottrarsi al ruolo abituale di interprete della complessità del presente, attraverso quella funzione di moltiplicatore di domande e di istanze sociali che da 20 anni istituzioni, lettori e operatori del mondo culturale gli riconoscono.

Ancora una volta, con il titolo "Il tempo delle domande", ad interrogarsi intorno alle questioni più scottanti del presente su temi come ambiente, lavoro, disuguaglianze e scienza, saranno alcuni tra i più autorevoli pensatori del nostro tempo, che interverranno a Trani in collegamento o in presenza, presso il Palazzo delle Arti Beltrani che quest'anno torna a ospitare gli appuntamenti della 19° edizione della rassegna e la cerimonia di premiazione della V edizione del "Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi", dedicato alle opere prime di narrativa italiana.

La riconferma di Palazzo Beltrani come sede degli incontri del festival, risponde alle necessità di garantire il pieno rispetto dei protocolli di sicurezza anti-Covid19 con la costante sanificazione degli ambienti a cui si potrà accedere gratuitamente previa prenotazione online dalla piattaforma www.idialoghiditrani.com . Gli incontri dei Dialoghi saranno trasmessi in streaming attraverso il sito e i canali social del festival, e quelli di alcuni media partner come Rai Cultura, Rai Radio 3, Treccani, Repubblica-Bari, Radio Radicale, IBS.it, laFeltrinelli.it, Bonculture, Greenaccord Onlus e Lifegate, principale network di informazione nazionale sui temi della sostenibilità.
Alle difficoltà generali causate dalla pandemia, quest'anno si sono aggravate anche quelle finanziarie: «Premesso che realizzare un festival di qualità di portata nazionale richiede sforzi economici non indifferenti – osserva Rosanna Gaeta, direttrice artistica dei Dialoghi di Tranii finanziamenti pubblici tardano ad arrivare e dalla Regione Puglia è stato finora erogato un acconto per il 2018 e uno per il 2019. In queste condizioni l'intervento di sponsor privati disponibili a sostenere un progetto di promozione della lettura e di riflessione sui temi della contemporaneità come il nostro, diventa essenziale per le sorti dei Dialoghi».
Da quest'anno, infatti, i Dialoghi sono sostenuti anche da due nuovi partner importanti come Eni e UniCredit, attenti a dare il giusto rilievo alla promozione e diffusione della cultura, fattori di crescita e di sviluppo della società.
La Fondazione Megamark, che da 5 anni sostiene con convinzione la rassegna tranese e promuove il "Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi", resta main sponsor della manifestazione anche per il 2020.
«Il nostro premio non si è fermato - dichiara il cavaliere del lavoro Giovanni Pomarico, presidente della Fondazione Megamark - riuscendo a coinvolgere oltre quaranta case editrici di tutta Italia e a tenere viva l'attenzione su sessantatre promettenti scrittori esordienti. Ringrazio la giuria degli esperti che ha selezionato una cinquina di romanzi davvero varia; sarà la giuria popolare a decretare il vincitore di questa edizione che premieremo il 25 settembre durante i Dialoghi di Trani, manifestazione con la quale condividiamo l'obiettivo della promozione della lettura. La novità di questa edizione sarà l'incontro, nelle serate del 23 e 24, con le case editrici dei cinque libri finalisti e della menzione speciale».

«Il sostegno di UniCredit alla XIX edizione dei Dialoghi di Trani – ha affermato Annalisa Areni, Regional Manager Sud di UniCredit - è una scelta coerente con la vicinanza al territorio della Banca che si esplica non soltanto supportando le comunità locali dal punto di vista finanziario ed economico, ma anche sostenendo le più importanti iniziative che si realizzano sui territori nei quali la Banca opera. In quest'ottica i Dialoghi di Trani svolgono un ruolo importante perché sono un veicolo di diffusione e di messa in rete della cultura e contribuiscono alla sensibilizzazione delle giovani generazioni e non, favorendo anche la discussione e la riflessione sui grandi temi di attualità e sulle trasformazioni che stanno cambiando il mondo».
  • Dialoghi di Trani
Altri contenuti a tema
1 I Dialoghi di Trani tra i promotori del progetto Piazza Dante #Festivalinrete I Dialoghi di Trani tra i promotori del progetto Piazza Dante #Festivalinrete 41 festival di approfondimento culturale in occasione dei 700 anni dalla morte del sommo poeta
La scommessa vinta dei Dialoghi di Trani 2020 La scommessa vinta dei Dialoghi di Trani 2020 Bilancio straordinario nonostante le ristrettezze da covid -19
Oggi la chiusura dei Dialoghi con Sigfrido Ranucci, Silvana Sciarra, Gianrico Carofiglio Oggi la chiusura dei Dialoghi con Sigfrido Ranucci, Silvana Sciarra, Gianrico Carofiglio Il programma dell'ultima giornata
Dialoghi di Trani, oggi entra in scena la giornalista Giovanna Botteri Dialoghi di Trani, oggi entra in scena la giornalista Giovanna Botteri In collegamento anche Federico Rampini e Giorgio Zanchini
I Dialoghi di Trani 2020, un ponte indispensabile tra domande e risposte I Dialoghi di Trani 2020, un ponte indispensabile tra domande e risposte L’inaugurazione ieri con il cavalier Pomarico e il sindaco Bottaro
Al via la XIX edizione de "I Dialoghi di Trani", dal 23 al 27 settembre Al via la XIX edizione de "I Dialoghi di Trani", dal 23 al 27 settembre Appuntamenti online e incontri dal vivo sul tema "Il tempo delle domande"
I Dialoghi di Trani oggi al quarto Forum del libro Italia-Spagna I Dialoghi di Trani oggi al quarto Forum del libro Italia-Spagna Rappresentanti e direttore artistico nel prestigioso Istituto italiano di Cultura per parlare di saggistica
La solidarietà del mondo del commercio ai Dialoghi di Trani La solidarietà del mondo del commercio ai Dialoghi di Trani Savino Montaruli (Unibat): «E pensare che il tema di quest’anno era la Responsabilità. Che beffa!»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.