Politica

I DS sulla sentenza del TAR / delibera CC sul termovalorizzatore

Considerazioni del coordinatore Corraro

Pubblichiamo un comunicato del coordinamento DS di Trani:

Si sapeva che una volta o l'altra quest'amministrazione doveva pagarla.
Non è da oggi che denunciamo la sistematica violazione delle pur minime regole democratiche da parte di chi è preposto ad applicarle. Ricordiamo alcune delibere approvate con la minoranza degli assessori presenti in giunta, la mancanza di documentazione ai consiglieri comunali, o consegnata fuori tempo utile. Basti ricordare com'è stato approvato il bilancio o come sono stati trattati i consiglieri comunali sui contratti di quartiere.

Nulla ! Ogni volta che abbiamo posto il problema di chiarezza, trasparenza e rispetto delle regole siamo stati azzittiti come terroristi o strumentali..
Ora con la sentenza del TAR che va letta attentamente, ci auguriamo che il Sindaco prenda le sue decisioni e si muova di conseguenza ricercando le responsabilità..
Va anche affermato che il problema, dell'inceneritore, al di la della sentenza, resta politico in altre parole di come ha agito l'amministrazione e l'AMET su questa vicenda.
Serve capire bene quale intenzione hanno rispetto al futuro, augurandoci che non facciano ricorso alla sentenza del TAR.

Trani di tutto ha bisogno eccetto di un'altra vertenza giudiziaria "Ecoerre 2" visto che la prima non è ancora chiusa e dura da anni..
Quando si trattano temi come l'ambiente ci si muove in una legislazione giovane e non applicata a pieno. Se si legge attentamente il caso Ecoerre ci si rende conto che non c'è chiarezza delle procedure, non c'è certezza delle competenze ed infine manca l'individuazione dei momenti e degli enti decisionali. In sostanza si nota che c'è incertezza sulle reali responsabilità che porta poi a tante controversie e ricorsi nelle sedi competenti. Quindi, riaprire un altro fascicolo di guerre interpretative e contenziosi giudiziari non è proprio opportuno.

Per questo dopo aver verificato le determinazioni del Sindaco di Trani, (augurandoci che metta una "pietra sopra" alla vicenda) nei prossimi giorni scriveremo al Presidente Fitto ricordandogli che Trani già ha pagato sull'ambiente con la discarica e ha già lottato contro la Ecoerre per non diventare la "pattumiera della Puglia". Quindi forse è meglio cambiare aria.

A. Corraro
Coordinamento Democratici di Sinistra - Trani

  • Termovalorizzatore
Altri contenuti a tema
«Caro Riserbato, perché vorrebbe farci ammalare di cancro?» «Caro Riserbato, perché vorrebbe farci ammalare di cancro?» Nunzio Di Lauro, delegato Aisa, scrive al sindaco di Trani
Negrogno nel paese delle "stranezze" Negrogno nel paese delle "stranezze" Il responsabile Sel attacca l'amministrazione su gestione discarica e proposta di termovalorizzatore
Termovalorizzatore, Tar Lazio condanna la Regione Termovalorizzatore, Tar Lazio condanna la Regione Risarcimento di 3 milioni di euro per Amet e Noy Vallesina
Rifiuti, no inceneritori con la raccolta porta a porta Rifiuti, no inceneritori con la raccolta porta a porta Il candidato sindaco Gigi Riserbato ha incontrato Legambiente
Ferrante: «Noi e Legambiente la pensiamo allo stesso modo» Ferrante: «Noi e Legambiente la pensiamo allo stesso modo» Il candidato sindaco del Pd auspica un incontro pubblico
Rifiuti del Salento a Trani, l’articolo della discordia Per completezza di informazione ecco l’articolo che ha aperto il valzer di interventi
Rifiuti pericolosi nel termovalorizzatore di Colleferro Operazione dei Carabinieri del NOE. Si riaccende il dibattito a Trani?
Termovalorizzatore a Trani, De Toma: «Avevamo ragione noi» Intervento dell'Assessore all'urbanistica
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.