Rino Negrogno
Rino Negrogno
Politica

Negrogno nel paese delle "stranezze"

Il responsabile Sel attacca l'amministrazione su gestione discarica e proposta di termovalorizzatore

«Che strano paese è il nostro». Ne è convinto Rino Negrogno, responsabile di Sel, che invia un comunicato stampa fuori dai soliti schemi, dove parla dei problemi della città di Trani, partendo dalle stranezze delll'Italia. «Dove accade che Schettino dopo esser fuggito dalla nave - scrive Negrogno - che affonda mentre muoiono i passeggeri, parla in cattedra, va in televisione e De Falco, dopo aver detto: "vada a bordo cazzo" viene rimosso dal servizio operativo. D'altronde è lo stesso paese dove per risolvere il problema della disoccupazione bisogna poter licenziare, lo stesso paese dove il problema sono gli stipendi e i diritti dei lavoratori, non quelli dei dirigenti e dei politici. Dove il lavoratore deve lavorare più di 40 anni per percepire una misera pensione mentre al politico basta una legislatura per goderne di una lauta. Che strano paese è il nostro, è un paese che ti sprona a far peggio degli altri, ad essere scaltro ed egoista ad essere Schettino piuttosto che De Falco».

«A Trani - continua Negrogno con riferimento alla vicenda discarica -, strana città in uno strano paese, accade che si incassino 600.000 euro al mese in più per i rifiuti extra e che con questi 600.000 euro in più al mese non si riesca a prevenire o a porre tempestivo rimedio ad una probabile lacerazione della impermeabilizzazione. Non solo, ma accade anche che la colpa non sia di chi riceve 600.000 euro in più e non gestisce la discarica in maniera adeguata, ma di chi paga i 600.000 euro in più per poter mettere i rifiuti extra nella discarica. Succede pure che, dopo il presunto danno provocato alla falda per non aver saputo o voluto gestire la discarica in cambio di quei 600.000 euro in più al mese, sempre secondo queste persone, si ritenga ora che la soluzione migliore sia il termovalorizzatore.

Che strana città la nostra. La soluzione quindi non è Rifiuti Zero (sicuramente la miglior soluzione), non è la differenziata e la raccolta porta a porta, non è la riparazione dell'impermeabilizzazione, non è capire come mai con 600.000 euro in più al mese non si sia stati in grado di gestire una discarica, no, la soluzione, lo dice il sindaco non senza una punta di orgoglio, ricordando di averlo affermato già nella precedente amministrazione, è quella del termovalorizzatore».

«Mi chiedo - conclude Negrogno -, turbato e attonito, anzi terrorizzato, come saprebbero gestire correttamente un termovalorizzatore senza fare danni ambientali se non sono stati in grado di gestire un impermeabile. In realtà è soltanto una maniera, come sempre, per dare la colpa agli altri».
  • Termovalorizzatore
  • Rino Negrogno
  • Discarica
Altri contenuti a tema
Discarica di Trani: valori nei limiti anche nel mese di giugno Discarica di Trani: valori nei limiti anche nel mese di giugno Il punto degli interventi finora attuati
All'auditorium San Luigi la presentazione di "Codice Rosso" di Rino Negrogno All'auditorium San Luigi la presentazione di "Codice Rosso" di Rino Negrogno Appuntamento il 17 aprile
Discarica, la Giunta approva il progetto per la chiusura definitiva del sito Discarica, la Giunta approva il progetto per la chiusura definitiva del sito Il costo complessivo è di oltre 11 milioni
Impianti pubblici rifiuti, Mennea: «Anche Trani non ha condiviso alcun piano regionale» Impianti pubblici rifiuti, Mennea: «Anche Trani non ha condiviso alcun piano regionale» Il consigliere regionale prende atto della non volontà del Comune di ospitare un impianto per il trattamento del percolato
Mega impianto di trattamento del percolato, il sindaco: «Non accadrà mai» Mega impianto di trattamento del percolato, il sindaco: «Non accadrà mai» Amedeo Bottaro si aspetta una rettifica da parte della Regione
1 Comitato "Chiudiamo la discarica": «Ancora non concluso il piano di caratterizzazione » Comitato "Chiudiamo la discarica": «Ancora non concluso il piano di caratterizzazione » L'esito dell'incontro con il nuovo dirigente Amiu
1 Disastro ambientale della discarica Amiu: 19 rinviati a giudizio Disastro ambientale della discarica Amiu: 19 rinviati a giudizio Il processo inizierà il 10 aprile davanti al Tribunale di Trani
Percolato batte Cannavacciuolo 1 a 0 Percolato batte Cannavacciuolo 1 a 0 Mazza e panella di Giovanni Ronco
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.