Michele Amato e Bottaro
Michele Amato e Bottaro
Cronaca

Inchiesta "Chiavi della Città": a gennaio l'udienza preliminare

Indagati il sindaco e vari funzionari tranesi

Il Giudice per le indagini preliminari ha fissato per il giorno 22 gennaio 2021 l'udienza preliminare in relazione alla richiesta di rinvio a giudizio depositata dal Pubblico Ministero lo scorso 22 settembre.

La vicenda riguarda una presunta azione dell'amministrazione comunale tranese che nel 2016 avrebbe contattato Cosmo Antonio Giancaspro - in quanto presunto socio occulto e amministratore di fatto della Vigor Trani, arrestato mentre era già ai domiciliari per un'altra vicenda - per risollevare le sorti della squadra. In cambio per Giancaspro si sarebbe avviata una serie di trattative per ottenere appalti in città.

La questione scosse profondamente l'opinione pubblica vedendo coinvolti oltre il sindaco Bottaro anche funzionari e dirigenti dell'amministrazione tranese, compreso un consigliere comunale, tutti indagati a piede libero.

Oltre Cosmo Giancaspro sono stati accusati a vario titolo anche l'ex presidente della Vigor Trani, Michele Amato, l'exs vicepresidente della Vigor Alberto Altieri, il tesoriere Michele Bellomo e l'imprenditore Maurizio Mosconi. E, insieme al sindaco di Trani, protagonisti dell'inchiesta sono altri quattro indagati legati all'Amministrazione comunale: Carlo Casalino, l'ex segretario generale del Comune, Pasquale Ferrante, funzionario comunale, il consigliere Diego di Tondo e, infine, il dirigente Leonardo Cuocci Martorano.

«Quando ho scelto di candidarmi a Sindaco di Trani 5 anni fa avevo piena consapevolezza del fatto che ci sono due giudici che osservano un politico: la magistratura ed il popolo. Mi sono candidato perché avevo ed ho anche ora piena ed incondizionata fiducia in entrambi. Il popolo si è espresso con speranza la prima volta e con straordinaria fiducia oggi dopo avermi visto all'opera. Attenderò con altrettanta serenità e fiducia il giudizio della magistratura» - sono le parole di commento del primo cittadino tranese.
  • Tribunale di Trani
Altri contenuti a tema
Condanna a trent'anni  per Patrizio Lomolino, riconosciuto colpevole di omicidio Condanna a trent'anni per Patrizio Lomolino, riconosciuto colpevole di omicidio La decisione del tribunale di Trani per l'omicidio del trans Aldomiro Gomes nel 2007
Giustizia svenduta, Nardi torna in libertà Giustizia svenduta, Nardi torna in libertà Cessate le esigenze cautelari
Morte di Raffaele Casale, papà Felice: «Verità e giustizia per mio figlio» Morte di Raffaele Casale, papà Felice: «Verità e giustizia per mio figlio» E il caso finisce anche su “Chi l’ha visto” in attesa che il Gip accolga o meno la richiesta di archiviazione
Sistema Trani, ascoltati nuovi testi Sistema Trani, ascoltati nuovi testi Oggi in aula Luigi Mondelli e Beppe Corrado. Prossima udienza il 3 giugno
2 Centro congressi a Palazzo Torres e Cittadella della giustizia fra Palazzo Carcano e l'area ex distilleria: la proposta di Andrea Ferri Centro congressi a Palazzo Torres e Cittadella della giustizia fra Palazzo Carcano e l'area ex distilleria: la proposta di Andrea Ferri Il consigliere di FdI interviene sulla questione della edilizia giudiziaria
Processo disastro ferroviario: ascoltato teste del Pm Processo disastro ferroviario: ascoltato teste del Pm Controesame dell'avv. Laforgia all'ing. Zallocco
Da Auditorium ad Aula di Giustizia: oggi a San Magno l'udienza del processo per la strage dei treni Da Auditorium ad Aula di Giustizia: oggi a San Magno l'udienza del processo per la strage dei treni Garantito il rispetto delle linee guida presenti nel Protocollo Anticontagio Sars Cov-19
Tribunale di Trani, Aiga denuncia la carenza di giudici di pace Tribunale di Trani, Aiga denuncia la carenza di giudici di pace «Negli ultimi mesi si susseguono continui rinvii delle cause civili e dei processi penali»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.