Donazione degli organi
Donazione degli organi
Cronaca

Incidente sulla Trani-Andria, donati gli organi della vittima Michele Mastrapasqua

Delle Donne (Asl Bt): «Il più grande atto d'amore che i familiari potessero compiere»

Michele Mastrapasqua, il ciclista 42enne travolto nei giorni scorsi mentre andava a lavoro, ha donato cuore, fegato, reni e cornee. «Un coro di si alla donazione - racconta il dottor Giuseppe Vitobello che ha coordinato le operazioni di prelievo - pur nel dolore immenso di una perduta cosi violenta, la compagna, il padre, le sorelle e I fratelli hanno espresso il desiderio che venissero donati i suoi organi».

Michele Mastrapasqua lascia un figlio di 4 anni. Il cuore è stato prelevato dalla equipe di Bari e sempre a Bari sono in corso le operazioni di trapianto; il fegato è stato prelevato dalla equipe di Bari ed è stato inviato all'ospedale Cardarelli di Napoli; i reni sono stati prelevati dalla equipe di Foggia e inviati all'Umberto I di Roma mentre le cornee sono stare prelevate dall'equipe dell'oculistica di Andria e inviate alla banca degli occhi di Mestre. Dall'inizio dell'anno ad oggi sono stati effettuati 12 prelievi di cornee dalla equipe diretta dal dottor Fabio Massari.

«Si è trattato di un prelievo multiorgano - continua Vitobello - che ha visto la partecipazione dell'anatomia patologica, di tutta l'equipe rianimatoria diretta dal dottor Nicola Di Venosa e del blocco operatorio. Sono stati tutti impegnati per l'intera notte per la buona riuscita del prelievo».

«Questo è il più grande atto d'amore che i familiari del signor Mastrapasqua potessero compiere - dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt - siamo vicini al loro dolore di cui possiamo solo immaginare la profondità: hanno dato esempio di grande sensibilità e di amore profondo per la vita».
  • Asl Bat
Altri contenuti a tema
Ospedale, pioggia nei corridoi: il dirigente Delle Donne si scusa con l'utenza Ospedale, pioggia nei corridoi: il dirigente Delle Donne si scusa con l'utenza Ma specifica: «Non si può continuare a denigrare il lavoro che stiamo facendo su Trani»
Bufera nella Procura di Lecce, finisce ai domiciliari anche l'ex direttore generale Asl Bat Ottavio Narracci Bufera nella Procura di Lecce, finisce ai domiciliari anche l'ex direttore generale Asl Bat Ottavio Narracci Coinvolti magistrati e primari. L'accusa è di corruzione in atti giudiziari
Liste d’attesa, sanità e prevenzione nella Bat: incontro con il dirigente Delle Donne Liste d’attesa, sanità e prevenzione nella Bat: incontro con il dirigente Delle Donne Oggi focus sullo stato d’attuazione del protocollo d’intesa tra Cgil, Cisl, Uil e Asl Bat
Asl Bat, contratti in scadenza per infermieri: i sindacati chiedono proroghe Asl Bat, contratti in scadenza per infermieri: i sindacati chiedono proroghe Appello al presidente Emiliano e a Delle Donne. Pronti alla mobilitazione
Stabilizzazioni Asl Bat, Fp Cgil: «Che fine fanno gli operatori rimasti fuori?» Stabilizzazioni Asl Bat, Fp Cgil: «Che fine fanno gli operatori rimasti fuori?» Esubero di 160 infermieri, preoccupazione da parte della segreteria provinciale
Cup Asl Bat: a breve il potenziamento del servizio su tutto il territorio Cup Asl Bat: a breve il potenziamento del servizio su tutto il territorio Previsti miglioramenti nei servizi di prenotazione e call center
Stabilità per i lavoratori Asl, felice la senatrice di Barletta Messina Stabilità per i lavoratori Asl, felice la senatrice di Barletta Messina «Dopo tanti anni di lavoro precario, in tempi come questi la notizia è doppiamente importante»
Assunzione precari Asl/Bt, Zinni (ESP): «Oggi è il momento di esultare» Assunzione precari Asl/Bt, Zinni (ESP): «Oggi è il momento di esultare» La soddisfazione del consigliere regionale per la stabilizzazione di 103 dipendenti
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.