Nitti, d'Ascenzo
Nitti, d'Ascenzo
Attualità

Mafie nella Bat, procuratore Nitti: «Se non reagiamo adesso sarà troppo tardi»

L'arcivescovo d'Ascenzo richiama l'urgenza di «costruire un villaggio educativo»

Bat. Le mafie ci sono. Bisogna reagire: se non ora, quando? È emerso a Bisceglie durante l'incontro pubblico con i procuratori Nitti (Trani), Gatti (DNA) e Mons. D'Ascenzo (arcidiocesi Trani-Barletta-Bisceglie). In duecento tra autorità, forze dell'ordine, istituzioni, associazioni, ordini professionali, realtà produttive, parrocchie, scuole, e centinaia di spettatori collegati in streaming per "Mafie in provincia. Su la testa". L'incontro si è svolto venerdì 25 giugno presso lo Sporting Club Bisceglie ed è stato promosso dalla presidenza del Consiglio comunale, con il patrocinio della città di Bisceglie. Per la prima volta insieme in un incontro pubblico, il procuratore di Trani Renato Nitti, il procuratore della Direzione Nazionale Antimafia Giuseppe Gatti, l'arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie Mons. Leonardo D'Ascenzo hanno analizzato e approfondito il tema della penetrazione delle mafie nella sesta provincia pugliese.

Dopo gli appelli a mezzo stampa, alcuni consiglieri comunali e cittadini hanno sollecitato un momento di confronto. Perché - come hanno sottolineato i procuratori - nel nostro territorio le mafie ci sono, fanno affari, affiliano intere generazioni. "Questo è un territorio in cui si sono allentati tutti i bulloni della legalità, vibra un po' tutto. Se non reagiamo adesso sarà poi troppo tardi" - ha sottolineato il procuratore Nitti. "Se non ora, quando?" è riecheggiato anche nelle parole dell'arcivescovo D'Ascenzo che ha richiamato l'urgenza di "costruire un villaggio educativo" per strappare alle mafie locali l'illusione di dare una identità ai giovani. Bisogna offrire loro - ha detto il procuratore Gatti - una alternativa fatta di modelli di relazione, di libertà, di giustizia sociale, bisogna promuovere cioè "l'antimafia del noi".

Il quadro emerso dagli interventi è desolante, dal momento che "le mafie pugliesi sono le prime interlocutrici dei cartelli albanesi: la droga passa per Bisceglie, Molfetta, Vieste…" ha ricordato il dott. Gatti. Ma unanime è il messaggio lanciato con forza: bisogna coltivare speranza. Simbolo di questo vento favorevole gli interventi di due giovani studenti impegnati in percorsi di legalità.

L'evento è stato moderato dal giornalista Rai Gianni Bianco e presentato dalla giornalista Grazia Pia Attolini. Presenti, tra le alte cariche, il sottosegretario di Stato Assuntela Messina e il viceprefetto Bat Michela Gandolfo. Hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano e i sindaci delle città della provincia. In conclusione il presidente del Consiglio Comunale, Gianni Casella, ha auspicato una reazione forte delle istituzioni locali e l'inizio di un percorso di condivisione e concertazione con la comunità.
  • Procura di Trani
Altri contenuti a tema
Accessi al mare, controlli della magistratura e Guardia costiera sulla costa tranese Accessi al mare, controlli della magistratura e Guardia costiera sulla costa tranese L'indagine coordinata dalla Procura di Trani volta ad accertare la libera fruibilità degli arenili e del demanio marittimo
1 Allarme del procuratore Nitti, Pes: "Una testata che serva a farci rialzare la testa" Allarme del procuratore Nitti, Pes: "Una testata che serva a farci rialzare la testa" Il commento dopo la nota diffusa dalla Procura sulla criminalità nella Bat
3 Bat, una provincia depredata da una criminalità sempre più dilagante Bat, una provincia depredata da una criminalità sempre più dilagante Una lunga nota alla stampa del Procuratore della Repubblica Nitti riguardo la grave situazione della nostra provincia
La morte del prof. Schonauer si tinge di giallo: i familiari cercano verità sulle cause del decesso La morte del prof. Schonauer si tinge di giallo: i familiari cercano verità sulle cause del decesso I carabinieri intervenuti al funerale tenutosi ieri a Trani
3 Morte Abbatangelo, la Procura apre un'inchiesta: indagati 18 sanitari tra Trani e Barletta Morte Abbatangelo, la Procura apre un'inchiesta: indagati 18 sanitari tra Trani e Barletta L'ipotesi di reato è cooperazione in omicidio colposo. Sabato 28 l'autopsia
Renato Nitti è il nuovo procuratore della Repubblica di Trani Renato Nitti è il nuovo procuratore della Repubblica di Trani Si insedierà domani dopo una cerimonia "spartana" di giuramento a causa dell’emergenza Coronavirus
Renato Nitti il nuovo procuratore della città di Trani Renato Nitti il nuovo procuratore della città di Trani Già magistrato presso la Procura di Bari, prenderà servizio nelle prossime settimane
"Chiavi della città", la Procura dichiara conclusa l'inchiesta: 10 indagati "Chiavi della città", la Procura dichiara conclusa l'inchiesta: 10 indagati Contestati i reati di riciclaggio, delinquere, falso ed abuso d'ufficio, peculato e bancarotta
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.