Giovanni Di Leo
Giovanni Di Leo
Politica

"Poteri forti all'Amet? O vi è complicità o vi è incapacità": l'intervento di Giovanni Di Leo

Per il consigliere comunale della Lega c'è "confusione politica e mancanza di indirizzi di governo dell'azienda"

"Leggo con stupore un articolo-commento di un consigliere comunale di maggioranza - scrive in una nota il consigliere comunale della Lega, Giovanni Di Leo - che denuncia un presunto stato di ingovernabilità della nostra azienda AMET, pare strangolata per anni da centri di potere interni (definiti legittimi) e forze sindacali silenti.

Viene anche riferito che questa situazione perdurerebbe da tempo a causa di un consiglio di amministrazione debole, incapace di scardinare centri di potere e posizioni ormai consolidate. Non voglio entrare nel merito di vicende che sono a conoscenza solo di chi governa, ma non posso esimermi da valutazioni politiche in ordine a quanto denunciato. Mi chiedo innanzitutto cosa ne pensi il sindaco Bottaro su quanto denunciato: il primo responsabile è lui, lui va alle assemblee dei soci, lui nomina il consiglio di amministrazione. Lui nomina il presidente.

Se il consiglio di amministrazione fosse debole, sarebbe colpa di chi lo ha nominato. Se vi sono poteri forti che impediscono l'attuazione della volontà politica, allora vi è incapacità di governo. Delle due l'una: o vi è complicità o vi è incapacità.

Detto questo, per esperienza personale ho verificato che molti politici definiscono "poteri forti" quei poteri legittimi che tendono ad impedire illegittimità o danni/depauperamenti dell'azienda o dell'ente.

Ora, non essendo stato approvato in consiglio comunale nessun piano aziendale strategico dell'Amet, non sono noti a noi poveri mortali, consiglieri e cittadinanza, quali siano i temi su cui si stanno scontrando alcuni consiglieri e l'apparato interno della azienda.

In ogni caso emerge confusione politica, mancanza indirizzi di governo della azienda, che qualcuno vorrebbe spogliare della gestione dei parcheggi, della darsena.

Vuoi vedere che la spogliano anche della pubblica illuminazione, affidandone ad un privato l'efficentamento energetico, quale paradosso amministrativo della "trasparente"amministrazione di sinistra?".
  • Amet
Altri contenuti a tema
Salinas, Paolillo, Lombardi: la probabile formazione del nuovo Cda dell'Amet Salinas, Paolillo, Lombardi: la probabile formazione del nuovo Cda dell'Amet Al vaglio finale le domande pervenute dopo i 3 avvisi pubblici
Parcheggi, Di Leo: «Ci batteremo affinché Amet sia ancora protagonista della gestione del servizio» Parcheggi, Di Leo: «Ci batteremo affinché Amet sia ancora protagonista della gestione del servizio» I dubbi del consigliere della Lega sull'affidamento ad un privato
In arrivo il nuovo Cda dell'Amet: al vaglio le candidature pervenute entro il 4 febbraio In arrivo il nuovo Cda dell'Amet: al vaglio le candidature pervenute entro il 4 febbraio I colloqui dovrebbero cominciare in settimana
Amet, i consiglieri di centrodestra chiedono l'accesso agli atti e ai documenti amministrativi Amet, i consiglieri di centrodestra chiedono l'accesso agli atti e ai documenti amministrativi Ecco le richieste
Amet, inaugurati i quattro nuovi bus a bassa emissione Amet, inaugurati i quattro nuovi bus a bassa emissione I mezzi acquistati con un finanziamento pubblico nell'ambito del bando Smart Go City
De Marinis, presidente Amet: «L'azienda va avanti nonostante le difficoltà» De Marinis, presidente Amet: «L'azienda va avanti nonostante le difficoltà» La risposta alle accuse di immobilismo del consigliere Corrado
Amet,  a Trani quattro nuovi bus a bassa emissione Amet, a Trani quattro nuovi bus a bassa emissione I mezzi acquistati nell'ambito del bando Smart Go City. Giovedì la presentazione
2 «Amet con oltre 100 anni di storia è vittima dei suoi privilegi» «Amet con oltre 100 anni di storia è vittima dei suoi privilegi» Per il consigliere Corrado il futuro dell'azienda dipende dal prossimo Cda
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.