Ospedale di Trani
Ospedale di Trani
Sanità

Sanità a Trani, Anna Maria Barresi: «Diciamola tutta sull'ospedale»

L'appello della consigliera: «Assicuriamo la crescita del Centro polifunzionale territoriale»

I tranesi rivorrebbero indietro l'ospedale, ma queste parole rischiano di diventare solo un tormentone che lascia il tempo che trova. Come dopo la morte di un parente stretto, anche noi tranesi stiamo ancora elaborando il lutto per la perdita del nostro ospedale, ma credo anche che, dopo circa vent'anni dall'inizio del suo smantellamento, sia giunto il momento, da parte di tutti, di concentrare le energie, le volontà nonché le singole capacità professionali e tecniche per metterle al servizio delle varie attività che potranno mantenere attivo ed efficiente ciò che resta della struttura ospedaliera.

Sicuramente, la verità che dobbiamo accettare è che nessuno ci restituirà l'ospedale al completo dei suoi reparti; ecco perché con orgoglio dobbiamo focalizzare l'attenzione per riprenderci una nuova realtà che può diventare altrettanto interessante e utile per la nostra salute. A prescindere dalla battaglia che si sta conducendo per l'attuazione del progetto del dott. di Candido sulla chiusura del pronto soccorso, c'è chi da tempo ha già realizzato una meravigliosa essenza, che forse noi profani non riusciamo ancora ad apprezzare. Sto parlando del "C.P.T. trani" (Centro Polifunzionale Territoriale).

Il C.P.T. è stato inaugurato il 14 luglio 2014 con l'obiettivo di mettere in atto un modello assistenziale che puntasse a ridurre i ricoveri migliorando ed ottimizzando le risorse destinate al territorio. Con dispiacere, purtroppo, devo affermare che noi tranesi diventiamo miopi e non riusciamo a vedere e dare il giusto valore alle eccellenze che si riescono a realizzare sul nostro territorio. La conferma del successo del C.P.T., non viene solo dai dati. Da settembre 2014 a febbraio 2018, grazie all'utilizzo razionale di otto infermieri, sono state effettuate:

110.000 prestazioni infermieristiche;
4.150 elettrocardiogrammi;
20.300 saturimetrie;
16.600 prestazioni di fleboterapia;
6.500 vaccini;
20.300 misurazioni di pressioni arteriose;
16.300 medicazioni;
20.300 misurazioni di frequenza cardiaca;
800 rimozioni punti di sutura;
10.300 iniezioni intramuscolo;
1.700 cateterismi vescicali;
2.000 stick glicemici;
400 prelievi.

Questo elenco include soltanto alcune delle prestazioni effettuate; ma la cosa più importante è che tutte le suddette prestazioni sono state effettuate a costo zero per gli assistiti. Non solo.Tutta l'azienda ne ha ricavato un beneficio perché ha abbattuto gli invii in pronto soccorso, i ricoveri impropri e soprattutto ha avuto un reale contenimento della spesa sanitaria. Come ho suddetto, un ulteriore conferma del successo del "C.P.T." arriva da una email arrivata al dott. Drago (uno dei dieci medici del C.P.T. e attuale presidente), dove si anticipa che, nell'ambito del "Confronto Nazionale sul Software in Sanità'" che si terrà a Roma presso l'Università Cattolica, verrà citato il C.P.T. di Trani come "Success Case".

Verrà presentata l'esperienza tranese come realtà positiva che, tramite l'integrazione tra professionalità medica, infermieristica e supporto informatico, è riuscita a diventare un modello nazionale di avanguardia nell'assistenza territoriale. Ora, alla luce di questa realtà che nelle regioni del nord verrebbe sicuramente valorizzata e considerata come un fiore all'occhiello, chiedo come consigliere comunale di Trani e soprattutto come cittadina tranese che il dott. Delle Donne presti un'attenzione particolare, insieme al governatore Emiliano, assicurando la continua crescita del C.P.T. e di conseguenza un servizio d'eccellenza rivolto ai cittadini di Trani.

Per migliorare le prestazioni sarebbe utile il coinvolgimento di una unita' di Guardia Medica nella gestione h24 dei cittadini con la possibilità di accesso alle informazioni degli archivi dei medici del C.P.T. e posti letto per stabilizzare i pazienti dimessi dall'ospedale, ma ancora in precarie condizioni di salute, dando, quindi, la possibilità di continuare la terapia e, nel contempo, facendo risparmiare soldi alla sanità. I progetti dei dieci medici sono propedeutici alla realizzazione di modello di assistenza all'avanguardia e tecnologicamente efficiente ed efficace.

Come per il servizio di cardiologia, già presente nel C.P.T., nei progetti dei medici c'è lo sviluppo dell'integrazione con il "Laboratorio di analisi" e la "Radiologia" con la speranza che queste strutture possano rimanere a Trani. Concludo con una ulteriore preghiera al dott. Delle Donne. Le chiedo di far trasferire al C.P.T. un ecografo che si troverà sicuramente tra gli ultimi strumenti che stanno per abbandonare l'ospedale di Trani e che aiuterebbero ancor più i medici a fare diagnostica di primo livello.

D'altronde stiamo parlando di cose che ci appartengono e che servono ad assicurare una migliore sanità ai tranesi.

Consigliere Comunale Indipendente,
Anna Maria Barresi


  • Ospedale
Altri contenuti a tema
1 Lavori al Pta di Trani ma per Santorsola «Non possiamo dichiararci soddisfatti» Lavori al Pta di Trani ma per Santorsola «Non possiamo dichiararci soddisfatti» Ed annuncia: «Il 31 ottobre parteciperemo al sit-in ad Andria»
Dalla sistemazione dell'ingresso all'acquisto del mammografo digitale: novità al San Nicola di Trani Dalla sistemazione dell'ingresso all'acquisto del mammografo digitale: novità al San Nicola di Trani Delle Donne: «Stiamo lavorando per dare alla città un Pta all'avanguardia»
Ospedale di Trani, venerdì 26 un nuovo incontro sulla riconversione Ospedale di Trani, venerdì 26 un nuovo incontro sulla riconversione Sarà tracciato un primo bilancio dei trasferimenti in atto
1 Ospedale, Barresi: «I patti e i contratti sottoscritti si rispettano» Ospedale, Barresi: «I patti e i contratti sottoscritti si rispettano» La consigliere di opposizione commenta le ultime vicende sul nosocomio tranese
1 Medicina Interna passa a Bisceglie, Delle Donne: «Un chiaro passo in avanti per la realizzazione del Pta di Trani» Medicina Interna passa a Bisceglie, Delle Donne: «Un chiaro passo in avanti per la realizzazione del Pta di Trani» Il direttore dell'Asl Bat: «Stiamo rispettando i tempi e le attività annunciate»
Chiusura di medicina interna dell'ospedale di Trani, Santorsola: «La Asl deve agire in tempi brevi» Chiusura di medicina interna dell'ospedale di Trani, Santorsola: «La Asl deve agire in tempi brevi» «Un reparto senza attrezzature non aveva senso. Si proceda con la riorganizzazione del Pta»
L'ospedale di Trani? É colpa dell'umidità L'ospedale di Trani? É colpa dell'umidità A caccia di colpevoli dopo l'ennesima chiusura di un reparto
5 Ospedale di Trani, addio anche al reparto di medicina interna Ospedale di Trani, addio anche al reparto di medicina interna Da oggi ricoveri sospesi. L'unità operativa passa a Bisceglie
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.