Scuola Primaria Montessori
Scuola Primaria Montessori
Vita di città

Scuola chiusa ma le altre non si sentono bene per le "ricognizioni serie"

Ad oggi solo la scuola dell'infanzia Montessori ha il "certificato di stabilità"

Quindi ora, anche se a distanza di mesi, abbiamo una certezza: l'assessore al Patrimonio Tommaso Laurora, fin dal suo insediamento, stando a quanto dice "ha compiuto una ricognizione seria degli edifici scolastici". E allora perché quando, educatamente, lo chiamai in causa, per la questione del mancato allaccio del gas in una scuola, per la famosa dimenticanza del rinnovo del contratto con la compagnia, ci fece intendere, anche con vari post e manoscritti di suoi scagnozzi, che la questione non era di sua competenza? Ché forse in quel tempo la ricognizione seria non aveva contemplato anche la questione riscaldamento, che anche allora, riguardava un altro tipo di sicurezza: quella della salute dei ragazzi? Poi sindaco e consiglieri glielo fecero notare pure, ma niente, non era competenza sua.

Mi ricordo che ci furono presentati, dagli scagnozzi e da qualche neo supporter di destra "a convenienza", gli elenchi dei rami di competenza degli assessori, per farmi capire che stavo sbagliando nel rivolgermi a Tommaso Laurora. Che forse quando si tratta di riscaldamento non funzionante, le scuole non sono più patrimonio del Comune e l'assessore al Patrimonio non è più tale per queste? Agli stolti che mi contestarono io ricordo che, essendo sempre al corrente di ciò che succede dalle parti del Palazzo, già sapevo delle continue "serie ricognizioni" e mi chiedevo come avesse fatto a non accorgersi del mancato allaccio, in quel tempo. Ora abbiamo letto la notizia dall'impegno della chiusura della scuola Papa Giovanni XIII.

Abbiamo fatto una piccola consultazione ed una nostra fonte di Palazzo, addetta ai lavori, ci fa sapere che, ad oggi, solo la scuola dell'infanzia Montessori ha il "certificato di stabilità", a differenza delle altre scuole. Ché forse per garantire la sicurezza di tutti, l'assessore Tommaso dovrebbe svolgere qualche nuova seria ricognizione e chiuderle tutte, "compulsando" il dirigente (bello questo termine - come si compulsa un dirigente? -) a catena? Lo sa questo fatto dei certificati di stabilità l'assessore? Prendo sul serio l'assessore e lo invito a ricognizioni a tappeto, come ha scritto.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola, Uil: «Non esiste il vincolo quinquennale su sostegno per le immissioni in ruolo su posto comune» Scuola, Uil: «Non esiste il vincolo quinquennale su sostegno per le immissioni in ruolo su posto comune» Errore di valutazione dell'Usr Puglia, al via i ricorsi
Scuole, il Mef autorizza 5 mila posti in meno rispetto quelli annunciati Scuole, il Mef autorizza 5 mila posti in meno rispetto quelli annunciati Turi (Uil): «Sintomo chiaro che sulla scuola si voglia fare cassa»
Contributi libri di testo 2019/2020: proroga dei termini fino al 31 luglio Contributi libri di testo 2019/2020: proroga dei termini fino al 31 luglio Attivo un canale di assistenza e supporto tecnico
Scuole sicure, dalla Provincia oltre 33 mila per il Comune di Trani Scuole sicure, dalla Provincia oltre 33 mila per il Comune di Trani Sarano utilizzati per iniziative di prevenzione e contrasto dello spaccio di droga
La "Notte prima degli esami" è arrivata La "Notte prima degli esami" è arrivata L'indimenticabile giorno per i maturandi domani alle prese con la prima prova
Maturità 2019, lettera aperta dell’assessore regionale Leo agli studenti pugliesi Maturità 2019, lettera aperta dell’assessore regionale Leo agli studenti pugliesi «Il mio augurio è di affrontare l’esame con emozione e serenità, sfidando voi stessi e ottenendo quel che meritate»
“Cenerentola…una fiaba in movimento”: festa finale degli alunni della scuola Petronelli “Cenerentola…una fiaba in movimento”: festa finale degli alunni della scuola Petronelli Lo spettacolo è stato il punto di arrivo di un lungo percorso che ha visto i bambini impegnati per l’intero anno
"I bambini pensano diritti": alla D'Annunzio sipario sul progetto nazionale "I bambini pensano diritti": alla D'Annunzio sipario sul progetto nazionale Gli alunni hanno inviato all’Autorità del Garante tre nuovi diritti
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.