Impresa
Impresa
Scuola e Lavoro

Spiagge, giardini, biblioteche: 60 percettori di reddito di cittadinanza impegnati in progetti utili alla collettività

Il progetto di inclusione delle amministrazioni di Trani e Bisceglie

Sessanta percettori di reddito di cittadinanza impegnati nelle attività dei Puc, i progetti utili alla collettività. Trani e Bisceglie mettono in campo azioni concrete per dare attuazione alla misura, con 8 percorsi di inclusione attiva, alcuni coincidenti su entrambi i Comuni.

I progetti, già definiti dalle Amministrazioni Comunali in linea con l'indirizzo dei Sindaci Amedeo Bottaro e Angelantonio Angarano e delle rispettive giunte, con il supporto dei Servizi Socioculturali, spaziano da attività di recupero e pulizia di alcune aree (in estate saranno impiegati anche per la pulizia dei litorali) ad attività di piccola manutenzione urbana, da attività di controllo di spazi pubblici e ludico-creative (con la collaborazione del terzo settore delle due città) a quelle di supporto nelle attività di back office e front office in alcuni luoghi strategici individuati dagli Enti, quali ad esempio biblioteche, luoghi di cultura e uffici comunali.

A Trani, già da questo mese, sono partite alcuni PUC: "Biblioteche aperte" (3 soggetti percettori coinvolti, 2 dei quali destinati all'Archivio di Stato), "Giardini fioriti" (1 soggetto percettore), "Sentinelle Ambientali" (1 percettore) e "Assistente di quartiere" (1 percettore impegnato in attività di supporto alla comunità attraverso il canale parrocchiale della parrocchia di San Magno). Ad aprile Trani svilupperà un'ulteriore progettualità ("In servitium legis") con 6 percettori che saranno destinati ad attività di front office e back office negli uffici della procura della Repubblica in collaborazione con l'Ordine degli Avvocati di Trani.

A Bisceglie, a partire da aprile e fino alla fine di maggio, partiranno 4 PUC per un totale di 20 soggetti percettori di reddito di cittadinanza. Le attività individuate sono le seguenti: "Spiagge pulite" (6 beneficiari), "Laboratorio di parole" (4 beneficiari), "Scuole belle" (4 beneficiari), "Assistente di quartiere" (6 beneficiari).

"Questi progetti – spiega Roberta Rigante, assessore alle politiche sociali, Integrazione ed Inclusione del Comune di Bisceglie – sono l'occasione per costruire senso di appartenenza alla comunità contestualmente restituendo motivazione e fiducia a chi sta vivendo una situazione di marginalità. È il superamento della logica meramente assistenzialista in favore di un patto mutualistico che i beneficiari del reddito di cittadinanza stringono con la comunità che torna a reintegrarli".

"L'attuazione dei Puc – commenta Alessandra Rondinone, assessore ai servizi sociali del Comune di Trani – costituisce un'occasione utile per un fattivo reinserimento nel tessuto socio-lavorativo dei soggetti percettori del reddito di cittadinanza, rendendo al contempo un servizio utile alla collettività attraverso interventi puntuali sul territorio. Un ringraziamento doveroso va a tutti gli uffici comunali e ai professionisti coinvolti nella progettazione e programmazione dei Puc, con l'augurio che possa trovare sentito riscontro da tutta la cittadinanza".
Trani e Bisceglie stanno inoltre definendo, mediante manifestazioni di interesse, ulteriori collaborazioni per la partenza di nuove attività che troveranno compimento nel corso dell'estate. A Trani 14 beneficiari saranno destinati a 3 distinti progetti (tra questi "Laboratorio di parole" e "Spiagge pulite"), a Bisceglie 14 beneficiari saranno destinati a 3 distinti progetti ("Giardini fioriti", "Biblioteche aperte", "Sentinelle ambientali").

Le attività, come detto, si sommano a quelle già attuate lo scorso dicembre, allorquando i due Comuni hanno dato avvio a 15 Puc (tuttora in corso di espletamento) che stanno vedendo impegnati un totale di 15 percettori (7 su Trani, 8 su Bisceglie).
  • Lavoro
Altri contenuti a tema
Nominato il nuovo direttivo della Future Center Barletta Bat Nominato il nuovo direttivo della Future Center Barletta Bat Alla guida Raffaele Mario Landriscina, già della Confesercenti provinciale
Rinuncia al reddito di cittadinanza e viene assunto da un'azienda della grande distribuzione Rinuncia al reddito di cittadinanza e viene assunto da un'azienda della grande distribuzione La storia di virtuosismo con protagonista un giovane tranese raccontata dal professor de Iuliis
Una settimana lavorativa di quattro giorni, se ne parla con lo scrittore Giorgio Maran Una settimana lavorativa di quattro giorni, se ne parla con lo scrittore Giorgio Maran L'incontro a cura di Comitato Bene Comune, Libera e Arkadihub
L'impresa edile di Trani Edilizia Conte tra le prime con certificazione ASSE.CO. L'impresa edile di Trani Edilizia Conte tra le prime con certificazione ASSE.CO. L’iter è stato seguito dal consulente del lavoro Andrea Timberio
Primo Maggio, Di Lernia: «Riflettiamo sul sacrificio delle giovani vittime sul lavoro» Primo Maggio, Di Lernia: «Riflettiamo sul sacrificio delle giovani vittime sul lavoro» Deposta una corona ai piedi della targa in piazza Cesare Battisti
Due giorni fa la Giornata Mondiale della Sicurezza e della Salute sul lavoro: troppa indifferenza per le morti bianche Due giorni fa la Giornata Mondiale della Sicurezza e della Salute sul lavoro: troppa indifferenza per le morti bianche In un documento la denuncia della Associazione Esposti Amianto e rischi per la salute Bat e del responsabile Codacons Bat
Offerta di lavoro, Agenzia Generale di Barletta/Trani delle Assicurazioni Generali SPA cerca nuove risorse Offerta di lavoro, Agenzia Generale di Barletta/Trani delle Assicurazioni Generali SPA cerca nuove risorse Se non cerchi solo un lavoro ma qualcosa di più, invia la tua candidatura
17 L'esperienza straordinaria di Benny ed Emanuele, assunti a tempo indeterminato L'esperienza straordinaria di Benny ed Emanuele, assunti a tempo indeterminato Gruppo Megamark e Trani Autism Friendly insieme per una storia di integrazione lavorativa
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.