Conte
Conte
Attualità

Sport, scuola e coprifuoco: ecco cosa prevede il nuovo Dpcm

Il premier Conte: «Dobbiamo impegnarci per tutelare la salute ma anche l'economia con misure nel segno della adeguatezza e della proporzionalità»

Un nuovo Dpcm è stato firmato ieri sera dopo lunghe discussioni. Il provvedimento servirà ad affrontare la nuova ondata di contagi che sta interessando l'Italia e l'Europa, e servirà a scongiurare un nuovo lockdown che, sottolinea il premier Conte, "Il Paese non può permettersi".

➡️I SINDACI DISPONGONO ZONE ROSSE SE RISCHIO ASSEMBRAMENTO

"I sindaci dispongono la chiusura al pubblico, dopo le ore 21, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private".

➡️OK ALLA DAD IN CASO DI CRITICITA'

"Previa comunicazione al Ministero dell'Istruzione da parte delle autorità regionali, locali o sanitarie delle situazioni critiche e di particolare rischio riferito ai specifici contesti territoriali, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza".

➡️EVENTUALI TURNI POMERIDIANI PER LE SCUOLE

Modulare "ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9".

➡️MASSIMO SEI PERSONE PER TAVOLO IN LOCALI

"Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5,00 sino alle ore 24,00 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze".

➡️OBBLIGO CARTELLO NUMERO MASSIMO PERSONE IN LOCALI

"E' fatto obbligo per gli esercenti di esporre all'ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti".

➡️STOP A CONGRESSI, SAGRE E FIERE LOCALI

"Sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale ed i congressi, previa adozione di protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico, e secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni ed alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro". "Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza", viene disposto.

➡️RESTANO APERTI BAR E RISTORANTI NELLE AUTOSTRADE

"Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro".

➡️NELLA P.A. OBBLIGO DI RIUNIONI A DISTANZA

Nell'ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni di interesse pubblico; è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza.

➡️SALE GIOCHI APERTE DALLE 8 ALLE 21

Le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo sono consentite dalle ore 8 alle ore 21. L'apertura è consentita a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi; detti protocolli o linee guida sono adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali.

«Siamo consapevoli di imporre sacrifici economici agli imprenditori e agli operatori che subiranno effetti negativi da queste misure, c'è l'impegno del Governo a ristorarli - dichiara il presidente del Consiglio, Conte - La strategia che stiamo seguendo non è la stessa della primavera. Abbiamo lavorato intensamente, aumentato il personale sanitario, aumentato i posti in terapia intensiva e subintensiva. Siamo partiti da zero con le mascherine e ora ne produciamo 20 milioni al giorno, distribuendolo ogni giorno nelle scuole oltre che in ospedali, residenze per anziani e polizia. Siamo consapevoli che ci sono ancora delle criticità, dobbiamo evitare che ci siano file di ore per un tampone».

«Dobbiamo impegnarci per tutelare la salute ma anche l'economia - aggiunge il premier - con misure nel segno della adeguatezza e della proporzionalità. Le misure più efficaci rimangono comunque le precauzioni di base. Dobbiamo fare attenzione nelle situazioni in cui abbassiamo la guardia, con parenti ed amici ad esempio. Dobbiamo impegnarci e continuare a fare sacrifici in attesa che si completino le verifiche in corso sia per i vaccini che per le terapie monoclonali».

«La situazione è critica - conclude Conte - il Governo c'è, ma ciascuno deve fare la propria parte così da superare tutti insieme questo momento difficile».
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
5 Covid, nella Bat boom di decessi: 14 nelle ultime 24h Covid, nella Bat boom di decessi: 14 nelle ultime 24h 116 i nuovi casi. Il bollettino odierno
A gennaio al via la campagna di vaccinazione anti-covid A gennaio al via la campagna di vaccinazione anti-covid Le prime dosi per le categorie più esposte
2 Nuove poltrone per le stanze di degenza del "Vittorio Emanuele II", l'iniziativa di Carlo Crescente Nuove poltrone per le stanze di degenza del "Vittorio Emanuele II", l'iniziativa di Carlo Crescente L'imprenditore, primo contagiato da Covid nella Bat, è alla testa della campagna di sensibilizzazione #uscirnesipuò. La gratitudine del dottor Carbonara, primario di malattie infettive
7 Dopo la morte Di Antonietta Abbatangelo, la toccante testimonianza di un medico di Barletta Dopo la morte Di Antonietta Abbatangelo, la toccante testimonianza di un medico di Barletta Parole di sconforto, angoscia e impotenza del dott. Carpagnano ma anche l'invito a combattere insieme nella quotidianità che si sta vivendo
Puglia confermata in zona arancione, Speranza firma nuova ordinanza Puglia confermata in zona arancione, Speranza firma nuova ordinanza Il provvedimento è valido fino al 3 dicembre, data che coincide con la scadenza dell’ultimo dpcm
1 Coronavirus, a Trani i casi attualmente positivi salgono a 340. Più della metà sono asintomatici Coronavirus, a Trani i casi attualmente positivi salgono a 340. Più della metà sono asintomatici L'ultimo aggiornamento del sindaco Amedeo Bottaro
21 Il Covid miete un'altra vittima a Trani: è una giovane donna di 41 anni Il Covid miete un'altra vittima a Trani: è una giovane donna di 41 anni Antonietta Abbatangelo lascia il marito e un bimbo di quattordici mesi
2 A Trani 288 casi positivi, Bottaro: "Non sono numeri da zona rossa" A Trani 288 casi positivi, Bottaro: "Non sono numeri da zona rossa" Regione e Provincia spingono per restrizioni urgenti
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.