Politica

Termovalorizzatore / 2

Interrogazione dei Verdi

INTERROGAZIONE DEL SINDACO E DELLA GIUNTA CON RICHIESTA ESPRESSA DI INSERIMENTO ALL'ORDINE DEL GIORNO DEL CONSIGLIO COMUNALE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 29 E 59 DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE.

Dopo un primo periodo di discussione e di dibattito cittadino relativo la possibilità di realizzazione nel territorio comunale di un impianto di termovalorizzazione o incenerimento, è calato sull'argomento un silenzio inquietante, tanto più che oramai si avvicina la data del 30 aprile, fissato dal decreto del Commissario delegato per l'emergenza ambientale, dott. Fitto, n. 303 del 13.12.2003, per la presentazione delle offerte. La questione aveva assunto aspetti per così dire "strani" anche perché il Presidente dell'A.M.I.U. di Trani senza sentire il bisogno di confrontarsi neanche con il consiglio di amministrazione della azienda, aveva manifestato formalmente con una lettera del 27.10.2003 prot. n. 2998, la disponibilità dell'azienda stessa a realizzare un impianto industriale per l'incenerimento dei rifiuti.

Al contrario il Presidente dell'azienda non si è preoccupato invece di verificare l'andamento della raccolta differenziata, onde permettere alla azienda, da lui gestita ma di proprietà di tutti i cittadini, di raggiungere gli obiettivi di raccolta fissati dalla Legge (Decreto Ronchi) nella misura minima del 35 per cento da raggiungere entro l'anno 2003; attualmente i dati regionali attestano un recupero differenziato inferiore al cinque per cento.

Lo stato di continua emergenza ambientale che ormai dura in Puglia da dieci anni, non potrà certamente risolversi con la realizzazione degli inceneritori. Al contrario, al principio della distruzione dei rifiuti deve sostituirsi quello della riduzione degli stessi, del riuso e del riciclo dei materiali. Un impianto di incenerimento poichè ha bisogno di grandissime quantità di rifiuti da bruciare per poter coprire i suoi notevoli costi, comporta l'abbandono della raccolta differenziata. Ciò è già avvenuto a Brescia ad esempio, dove l'esistenza di un grande inceneritore ha prodotto l'aumento del doppio della spazzatura prodotta dagli abitanti. Ma tale risultato è in netto contrasto con le direttive più recenti della Unione Europea che invece impongono la riduzione dei rifiuti prodotti.

E' evidente pertanto che per quanto ci riguarda, la scelta di aggredire la nostra Regione con decine di inceneritori, promossa dal Governatore Fitto ed avallata dal Presidente della nostra azienda specializzata (AMIU), è semplicemente una cattiva e dannosa, per i cittadini, azione imprenditoriale tesa a favorire le lobby che sostengono la creazione di questi impianti.

E' fuorviante affermare che il ciclo di smaltimento dei rifiuti deve chiudersi con l'incenerimento se non si organizza a monte una seria e vera raccolta differenziata; ciò tra l'altro creerebbe posti di lavoro e ricchezza per molti e non per pochi, come invece accadrebbe con la realizzazione di un impianto di incenerimento.
Senza contare la pericolosità di questi ultimi per i cittadini.
Noi riaffermiamo la nostra ferma opposizione a questo progetto ventilato dall'amministrazione comunale, ma soprattutto chiediamo che quest'ultima informi i cittadini sullo stato dell'arte in tale settore.
Tanto premesso chiediamo che l'amministrazione comunale informi la cittadinanza circa le sue reali intenzioni in ordine alla realizzazione di un impianto di incenerimento nel nostro territorio.

Chiediamo altresì che l'amministrazione ci faccia conoscere quali sono gli indirizzi, in materia di smaltimento dei rifiuti, affidati all'A.M.I.U., ente strumentale del Comune.
In attesa, delle Vostre pregiate risposte, porgiamo deferenti saluti.

Michele di Gregorio
Capogruppo Consiliare del Movimento dei Verdi

  • Termovalorizzatore
  • Verdi
Altri contenuti a tema
Verdi, eletta tra i membri dell'esecutivo regionale la tranese Barbara Ricci Verdi, eletta tra i membri dell'esecutivo regionale la tranese Barbara Ricci La nomina nel corso del congresso svoltosi domenica scorsa
1 Emiliano incassa il sostegno dei Verdi di Puglia: presente anche l'assessore di Gregorio Emiliano incassa il sostegno dei Verdi di Puglia: presente anche l'assessore di Gregorio Il governatore pugliese: «Importante il cammino insieme per la difesa dell'ambiente»
1 Verde pubblico, rimossi i pini in via Bari e piantumati cento nuovi esemplari Verde pubblico, rimossi i pini in via Bari e piantumati cento nuovi esemplari I Verdi fanno il punto del lavoro svolto finora dall'Amministrazione
Dalla discarica al mare, i Verdi Trani illustrano il lavoro svolto finora Dalla discarica al mare, i Verdi Trani illustrano il lavoro svolto finora «Spesso si dimenticano e si danno per scontate le cose realizzate da questa Amministrazione»
Telefonia mobile, arriva la mappa aggiornata degli impianti Telefonia mobile, arriva la mappa aggiornata degli impianti I Verdi: «Un'iniziativa concreta per il benessere dei tranesi»
Verdi Trani, un anno dopo l'entrata nell'amministrazione comunale Verdi Trani, un anno dopo l'entrata nell'amministrazione comunale Dalla discarica agli scarichi abusivi, ecco cosa è stato fatto
Recupero delle acque reflue in agricoltura: Trani aderisce all'iniziativa regionale Recupero delle acque reflue in agricoltura: Trani aderisce all'iniziativa regionale Santorsola e Di Gregorio: «Pronti a finanziare la realizzazione di un impianto»
1 Riuso delle acque reflue in agricoltura, convegno all'auditorium San Luigi Riuso delle acque reflue in agricoltura, convegno all'auditorium San Luigi All'incontro questa sera anche gli assessori Santorsola e Di Gregorio
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.