Resort  distrutto a Gili, Lombkok
Resort distrutto a Gili, Lombkok
Attualità

Terremoto in Indonesia, tra i sopravvissuti anche una coppia di Trani: «Noi vivi per miracolo»

La tragica testimonianza dei neo sposi in viaggio di nozze nelle zone colpite

Doveva essere quello che da tutti è definito come "il viaggio di vita". Ma per una coppia di neo sposi di Trani, Isabella Belardi e Vincenzo Marzocca, il viaggio di nozze in Indonesia si è trasformato in un incubo. La nazione del sud-est asiatico è stata colpita il 5 agosto da un terremoto di magnitudo 6.9 con epicentro a Lombok, uno dei più violenti nella storia dell'arcipelago.

Il bilancio è fermo a 142 morti (il numero sembra essere destinato a salire) e 13 mila il numero degli edifici danneggiati ma ci sono ancora numerosi turisti italiani che sono rimasti intrappolati sull'isola. La nostra redazione ha contattato Isabella e Vincenzo che affermano senza se e senza ma: «Siamo vivi per miracolo». La coppia si trova in Indonesia dal 31 luglio. Da qui parte il drammatico racconto. «Il nostro viaggio – spiega Isabella - prevedeva un tour a Bali di cinque giorni e poi una settimana a Gili Trawanga, una delle tre isole, a nord ovest della costa di Lombok».

La coppia è sbarcata sull'isola maledetta, proprio il 5 agosto, il giorno in cui alle 13.46 la terra ha tremato. «Fortunatamente il volo per Lombok era in ritardo e siamo arrivati tardissimo all'hotel. Due minuti prima del terremoto eravamo in reception per il check in. Avevamo lasciato i passaporti nella valigia e siamo usciti per prenderli. Mentre un ragazzo dello staff ci stava accompagnando al nostro bungalow, abbiamo sentito un boato allucinante. Il ragazzo ha iniziato a correre e noi siamo rimasti soli per strada sotto un albero e abbiamo iniziato ad oscillare. Io stavo per cadere e Vincenzo mi ha presa».

Da lì sono seguiti momenti di paura. «È saltata la corrente e hanno iniziato a venire giù le strutture e scoppiare vetri, non so esattamente quanto sia durato ma sono stati secondi interminabili. Quando è tornata la luce ci hanno fatto salire su una montagna. Abbiamo camminato per un bel po' perché c'era l'allarme tsunami e abbiamo passato la notte lì, per terra, senza nulla, non avevamo nemmeno l'acqua e gli abitanti del posto parlavano solamente la loro lingua. Per tutta la notte ci sono state scosse minori di assestamento».

«All' alba – prosegue il racconto di Isabella - ci hanno radunato tutti e abbiamo provato a scendere ma il nostro hotel nostro era distrutto per l'80%. Abbiamo raccolto ciò che potevamo e ci siamo diretti verso il porto dove è iniziata un' epopea. Ammassati sulla sabbia con le valigie in acqua ad aspettare barche che ci portavano al porticciolo di Lombkok. Gli abitanti sono andati via prima di tutti, le strutture e i bar erano in stato di abbandono e chi poteva prendeva da bere e da mangiare così. Abbiamo aspettato cinque ore la nostra barca. La gente litigava, urlava, piangeva per salire sulle barche. Ci siamo presi a gomitate e alla fine siamo riusciti a salire con qualche livido e graffietto».

Una volta riusciti a mettersi al riparo, anche la coppia tranese ha affrontato gli stessi disagi subiti dagli altri turisti per raggiungere l'aeroporto di Lombok per poi dirigersi verso quello di Bali, dove partono i voli internazionali. Lì la situazione è maggiormente sotto controllo, benché la scossa sia stata avvertita in modo chiaro.

Ora alloggiano nello stesso resort che li aveva precedentemente ospitati in attesa di prendere il primo volo disponibile e ritornare in Italia. La loro odissea ha le ore contate.
Isabella e Vincenzo prima della partenza per LomkokUn edificio distrutto a Gili Trawangan
  • Terremoto
Altri contenuti a tema
Terremoto, oggi tavolo tecnico in Prefettura Terremoto, oggi tavolo tecnico in Prefettura All'incontro presenti tutte le forze interessate
3 «La Barresi mente, crepe e transenne sono lì da mesi» «La Barresi mente, crepe e transenne sono lì da mesi» Vibrante botta e risposta tra il lettore Nunzio Stella e la consigliera comunale
Terremoto, Boccia (Pd): «Il prefetto fornisca immediate informazioni sul Ponte Lama» Terremoto, Boccia (Pd): «Il prefetto fornisca immediate informazioni sul Ponte Lama» Il deputato pugliese chiede ai ministeri di garantire sull'utilizzabilità delle infrastrutture
Terremoto, nessuna criticità rilevata per gli istituti scolastici di competenza provinciale Terremoto, nessuna criticità rilevata per gli istituti scolastici di competenza provinciale Ulteriori verifiche nelle prossime ore
Terremoto, Protezione Civile: «Situazione sotto controllo ma non possiamo prevedere eventuali nuove scosse» Terremoto, Protezione Civile: «Situazione sotto controllo ma non possiamo prevedere eventuali nuove scosse» Le dichiarazioni del responsabile della sala operativa della protezione civile pugliese
Terremoto nel nord barese: riunione operativa presso la Prefettura di Barletta Terremoto nel nord barese: riunione operativa presso la Prefettura di Barletta Uffici tecnici comunali, Forze dell'ordine e Protezione civile a lavoro per valutare la situazione
Terremoto a Trani, oggi e domani chiusi tutti gli edifici pubblici Terremoto a Trani, oggi e domani chiusi tutti gli edifici pubblici L'ordinanza del sindaco per motivi di sicurezza
Terremoto a Trani, il consigliere Loconte: «Nessuno conosce lo stato di salute e di sicurezza dei plessi scolastici» Terremoto a Trani, il consigliere Loconte: «Nessuno conosce lo stato di salute e di sicurezza dei plessi scolastici» E accusa l'Amministrazione: «In quattro anni si è fatto poco o nulla»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.