Vita di città

Toponomastica: nuove targhe stradali in tutta la città

Quattro nuovi toponimi di personaggi illustri tranesi

Approvati i criteri di base per la nuova toponomastica cittadina ed il nuovo tipo di targhe da apporre. Nuovi toponimi per personaggi illustri vissuti a Trani: Giuseppe Pisanelli (1812-1879), Luigi Volpicella (1816-1883), Nicola Alianelli (1803-1886), Francesco Carabellese (1873-1909). Finalmente i toponimi per i concittadini Isabella Terafino, Andrea Gustai, Benedetto Ronchi e Raffaello Piracci.«Sarà stato per l'ampio risalto dato in pagina di Trani dalla Gazzetta del Nord Barese sulla riunione della Commissione Toponomastica a Palazzo di Città, sta di fatto che martedì pomeriggio a sorpresa lo stesso Sindaco dr. Tarantini si è presentato al Comune per presiedere di persona la riunione di solito delegata al rag. Luigi Simone. La presenza del Sindaco si è rivelata oltremodo propizia per l'intera Commissione che ha avuto modo di presentare al Primo Cittadino un consuntivo dell'intenso lavoro sin qui svolto, presentargli le proposte definitive già approvate e che saranno proposte per la delibera della Giunta Comunale, ed approvare ulteriori toponimi di personaggi illustri vissuti a Trani da inserire in quelle benedette strade "a denominarsi" che così dovrebbero scomparire dalle "piantine" della città.

Erano presenti alla riunione il vice presidente ing. Elio Loiodice, il maresciallo Giusto Giuseppe (autore del pregevole volume edito dal CRSEC "Trani,tante strade tanta storia"), il dirigente dell'Ufficio Anagrafe del Comune sig. Di Ruvo; il dott. Eduardo De Simola,presidente della Società di Storia Patria e vice presidente di "Obiettivo Trani"; il pubblicista Franco Di Pinto,insegnante in pensione,da sempre appassionato di storia locale.

Il Presidente f.f. ing. Loiodice ha illustrato preliminarmente al Sindaco alcuni criteri basilari seguiti dalla Commissione stessa per trovar modo di poter inserire quante più richieste è possibile,dal momento che le strade da denominare sono risultate di gran lunga inferiori alle petizioni pervenute al Comune. Per cui si è deciso di:
  1. intitolare i viali della Villa Comunale con i nomi dei popoli che si sono succeduti nelle vicende storiche tranesi: Romani, Longobardi, Normanni, Svevi, Angioini, Aragonesi, ecc.
  2. designare i viali del Cimitero con toponimi di Vittime, Caduti, Martiri di guerre,stragi o eventi tragici verificatisi. Così, ad esempio, un viale sarà indicato col toponimo di "Martiri delle Foibe", dal momento che ne è stata istituita la Giornata Nazionale del Ricordo il 10 febbraio di ogni anno; come pure "Vittime del Laconia", un vecchio piroscafo inglese affondato dai tedeschi il 13 settembre 1942: a bordo c'erano anche sette tranesi, dei quali cinque persero la vita.
  3. denominare gli impianti sportivi della città con toponimi di grandi atleti, tranesi e non.
  4. Le strade di campagna della zona Capirro saranno indicate con toponimi di piante tipiche del nostro territorio: Ulivi, Ciliegi, Mandorli, Vigneti, Cotogni, Sorbe,ecc.
Idea quest'ultima, cara al compianto Peppino Amorese, medico, scrittore, storico e giornalista scomparso nel gennaio 2004, che fece parte di questa Commissione ed al quale sarà dedicata una sala della Biblioteca Comunale. A proposito della quale, il Sindaco ha voluto assicurare la Commissione della avvenuta aggiudicazione dei lavori a ditte specializzate per la ripulitura e la sistemazione di tutti i volumi esistenti nella vecchia sede di Piazza Longobardi,così che finalmente la nuova sede di Piazzetta San Francesco possa quanto prima essere riempita di volumi da poter consultare. A tale proposito il dr. De Simola ha esortato l'Amministrazione a predisporre in tempo anche i momenti successivi di gestione quotidiana della biblioteca e del prestito dei libri, vista la carenza di personale comunale all'interno della Biblioteca stessa.

Nel centro storico troveranno spazio i nuovi toponimi storici già preannunciati di: Via San Leucio e Molo San Leucio; Via Porta Vassalla e Piazza Federico II .

Mentre nel borgo "murattiano" o negli altri quartieri di via Andria, Pozzopiano e zona Stadio dovranno trovare sistemazione i nuovi toponimi di tranesi illustri perché – come ha evidenziato il maresciallo Giusto- compito precipuo della Commissione è stato esaltare la "tranesità" ma non solo per il fatto di essere nati a Trani,ma soprattutto per essere stati protagonisti nella vita civile, economica, politica, religiosa della città.

Per ora vogliamo subito evidenziare che finalmente la Commissione ha dato il via libera al toponimo di ISABELLA TERAFINO, quella donna coraggiosa che capeggiò il gruppo femminile che nella terribile mattinata del 18 settembre 1943 si recò in arcivescovado a supplicare l'intervento dell'arcivescovo Petronelli. Questa richiesta giaceva da oltre dieci anni ed era stata avanzata dagli stessi figli della scomparsa, fatta propria dall'ex Sindaco Tamborrino e più volte sollecitata su tutta la stampa locale.

Un altro toponimo illustre che troverà l'unanime consenso di tutti i tranesi è quello del compianto artista delle tarsie, l'indimenticabile "maestro" ANDREA GUSMAI (1902-1992) il cui palazzo, oggi sede della Agenzia delle Entrate, divenne mèta di visitatori illustri: Cardinali, Presidenti del Consiglio (Aldo Moro), Ministri, Sottosegretari, Parlamentari, Ambasciatori. Le sua tarsie furono conosciute ed apprezzate non solo in tutta la Puglia,ma anche a livello nazionale: basti ricordare quella stupenda donata a Papa Giovanni XXIII e che ancora oggi chiunque si rechi a Sotto il Monte,vicino Bergamo, può ammirarla. A questo proposito, giova ricordare a quanti salgono negli uffici della moderna Agenzia delle Entrate in Via Margherita di Borgogna, che possono ancora oggi leggere sulla vetrata l'autografo del grande Papa Roncalli: " Ai diletti Andrea Gusmai e Figli di Trani in augurio di prosperità, di letizia e di benedizione." F.to Joannes XXIII SP 28.X.959".

Davvero nel nome di una strada, c'è tanta storia della città!

Altri toponimi illustri che ci permettiamo anticipare sono quelli dei ben noti storiografi tranesi BENEDETTO RONCHI (1921-1990) Direttore della Biblioteca Comunale; RAFFAELLO PIRACCI(1921-1994) Direttore de "Il Tranesiere". Di questi ed altri toponimi è stato possibile sbloccare finalmente la denominazione poiché ormai trascorsi più di dieci anni dalla scomparsa.

Nelle prossime riunioni la Commissione stabilirà il quartiere e la via da intitolare a questi illustri concittadini. Ma ci corre l'obbligo di precisare che non possiamo ora pubblicare tutti i nuovi toponimi, perché l'ultima parola spetterà alla Giunta Comunale che dovrà deliberare in merito, dal momento che nelle proposte della Commissione vi sono anche intitolazioni di nuove piazze e apposizioni di lapidi. In questo lavoro la Commissione viene affiancata dalla consulenza dell'Ufficio Tecnico Comunale il cui Dirigente ne è componente di diritto. Intanto già da adesso si è stabilito l'avviso, fatto verbalizzare in questa seduta dal Sindaco Tarantini, che dovrà cessare a Trani l'abuso di "targa selvaggia", nel senso che dovranno tutti attenersi al modello ed al tipo di targa che sarà deliberato dalla Giunta. Anzi, il Sindaco proporrà al Dirigente ing. Affatato, assente a questa seduta per altri impegni, di inserire questa direttiva nel Regolamento Edilizio Comunale.

Infine, il Presidente Loiodice ha proposto alla Commissione, che ha approvato all'unanimità, quattro nuovi toponimi stradali che concernono illustri personalità che,pur non essendo nate a Trani, sono però in questa città vissuti ed hanno qui profuso il meglio del loro ingegno e della loro opera sociale e culturale: Francesco Carabellese, Giuseppe Pisanelli, Luigi Volpicella e Nicola Alianelli.

Basti dire che questi toponimi furono proposti dal compianto prof. Raffaello Piracci sul famoso periodico "IL Tranesiere". Su di essi riproduciamo una piccola scheda a parte. Infine, la Commissione ha esaminato nel corso dei lavori svolti nei mesi scorsi, anche alcune situazioni di strade stranamente scomparse, come Via Carlo I D'Angiò che esisteva tra via Beltrani ed il Castello e fu poi inspiegabilmente murata : il Sindaco ha assicurato che nel progetto in atto di ristrutturazione della zona è stata prevista la riapertura di quella strada ed il ripristino del toponimo. Insomma, come ben si vede, un impegno complesso, svolto a titolo gratuito, ma che darà i suoi frutti nel riordino di tutta la toponomastica cittadina. Questa seduta di Martedì 28 febbraio è stata foriera di precisi impegni nel settore.»


I NUOVI 4 TOPONIMI STORICI APPROVATI NELL'ULTIMA SEDUTA:
GIUSEPPE PISANELLI (1812-1879). Giurista e patriota insigne,condiscepolo e amico del Sindaco di Trani Giuseppe Beltrani(1812-1884), nacque a Tricase ma trascorse qui in Trani molti anni della sua giovinezza,maturando qui la sua vocazione agli studi giuridici in cui eccelse, raggiungendo elevati livelli. Tant'è che fu nominato Ministro di Grazia e Giustizia nel Governo Provvisorio instaurato da Garibaldi nel Mezzogiorno: come Guardasigilli notevole fu il suo contributo alla conferma della sede della Corte di Appello delle Puglie in Trani,ove già risiedeva la Gran Corte Civile e Criminale. Nel 1864 venne a presenziare a nome del Governo l'inaugurazione della Stazione Ferroviaria di Trani. Fu deputato nel Primo Parlamento Italiano.LUIGI VOLPICELLA (1816-1883). Nato a Napoli nel 1816, entrò in Magistratura nel 1842.
Fu proprio lui che per primo nel 1852 curò la ripubblicazione del Ordinamenta Maris di Trani, città alla quale fu destinato come Procuratore del Re presso il Tribunale Civile. Eccelse negli studi giuridici sino a divenire prima Giudice nella Gran Corte Civile di Trani e successivamente Procuratore Generale della Gran Corte Criminale. Fu particolarmente studioso del diritto consuetudinario su cui egli indagò delle città di Andria, Bitonto, Giovinazzo, Altamura, Molfetta.NICOLA ALIANELLI (1803-1886). Nativo della provincia di Napoli, eccelse anch'egli negli studi giuridici tant'è che fu destinato a Trani come Presidente della Gran Corte Civile e vi rimase con la stessa carica quando questa divenne Corte d'Appello delle Puglie. Trovò a Trani l'ambiente ideale per realizzare le sue nobili istanze di studioso e con Luigi Volpicella dedicò i suoi studi anche agli antichi Ordinamenti Marittimi di Trani difendendone la data del 1063. Anch'egli fu amico di studi di Giovanni Beltrani.FRANCESCO CARABELLESE (1873-1909) Nativo di Molfetta e allievo di Gaetano Salvemini, a soli 22 anni si laureò in Firenze in Lettere e Paleografia. Trovò nell'editore Valdemaro Vecchi un sostegno ai suoi studi storici: infatti il Vecchi gli stampò a proprie spese diverse opere e lo annoverò tra i collaboratori della Rassegna Pugliese.
Insegnò nel Liceo di Trani dal 1898 al 1902: in quegli anni il suo sodalizio con Valdemaro Vecchi divenne più intenso e fruttuoso,tant'è che lo stesso editore,per aiutarlo, gli offrì il domicilio nella propria abitazione di Trani. In quegli anni dedicò una particolare attenzione alle indagini ed agli studi sulla storia tranese, ed ancora oggi il suo contributo risulta prezioso ed indispensabile per tutti coloro che si accingono a svolgere studi su Trani, giacchè i suoi testi sono basilari, al pari di quelli di Giovanni Beltrani e Vito Vitale. (dal periodico "Il Tranesiere" di Raffaello Piracci)
  • Toponomastica
Altri contenuti a tema
2 Comune, Mario Schiralli lascia la commissione Toponomastica Comune, Mario Schiralli lascia la commissione Toponomastica L'ex direttore della biblioteca: «Vado via perché non intendo barattare la mia dignità»
Toponomastica, a Trani denominate 56 nuove strade Toponomastica, a Trani denominate 56 nuove strade Tra le altre nascono le piazzette Scoglio di Frisio e Marechiaro
74ma strada a denominarsi, innominabile e impercorribile 74ma strada a denominarsi, innominabile e impercorribile Una via che meriterebbe l’Oscar della buca
Individuata la strada da intitolare all’avvocato Angelo Pastore Individuata la strada da intitolare all’avvocato Angelo Pastore Arriva la ratifica in giunta: la strada è la 98ª, fra i moli Santa Lucia e San Nicola
Targa riposizionata?  Storia cancellata Targa riposizionata? Storia cancellata Ricordiamo i Sedili di Trani
Mastrulli: «Intitolare una strada di Trani a Roberto Visibelli» Mastrulli: «Intitolare una strada di Trani a Roberto Visibelli» La proposta è del segretario nazionale Osapp
Una via di Trani porterà il nome di Angelo Pastore Una via di Trani porterà il nome di Angelo Pastore «Si» della commissione toponomastica
Toponomastica, assegnati lavori per 20mila euro Toponomastica, assegnati lavori per 20mila euro Saranno apposte una trentina di targhe. Dove? Non si sa
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.