morollo lapide
morollo lapide
Vita di città

La Commissione toponomastica e il partigiano Andrea Esposito

La denuncia del consigliere comunale Luca Morollo: "Ignorata la nostra istanza"

Giuristi, filosofi, sacerdoti, artigiani, politici, uomini e donne, date di eventi storici: a questi ed altri personaggi e avvenimenti che (in linea di massima) hanno riguardato la nostra città sono stati intitolati luoghi, strade, piazze, larghi. Tutto attraverso l'analisi ed il vaglio delle proposte transitate dalla Commissione Toponomastica, formata nelle varie amministrazioni comunali da esperti a vario titolo della storia cittadina e non soltanto. Un'analisi a volte molto farraginosa e lenta, tanto che per anni, anche decenni, numerose strade cittadine sono rimaste solo numerate, anzi "denominate", un po' come a New York, forse per darsi un tono.

Accade, però, che alcune istanze, pur reiterate e supportate da ampia documentazione, non vengano prese in considerazione: è la denuncia di Luca Morollo, consigliere comunale di Puglia Solidale Verde, che nell'ultima seduta di consiglio comunale ha sottolineato come la proposta di intitolazione di una strada al concittadino Andrea Esposito "nato a Trani il 26 ottobre 1898, fucilato in Piazzale Loreto a Milano il 10 agosto 1944. Operaio, partigiano, comunista morto per la libertà", non sia stata ancora presa in considerazione.

La prima istanza, come ricorda Morollo, fu presentata dal circolo (H)astarci nel corso dell'amministrazione Riserbato, quindi intorno al 2013, senza alcun riscontro, poi ripresentata nel corso dell'amministrazione Bottaro con maggiori aspettative, da egli stesso come consigliere comunale. "Ma non abbiamo mai avuto una risposta – ha detto Morollo nel corso degli interventi preliminari – eppure in questi anni e in questi giorni ci sono state altre intitolazioni, sacrosante sia chiaro, ma non capiamo il perché per il partigiano concittadino Andrea Esposito non ci sia spazio nella memoria di questa città".
Ora il "caso" rivela però un'altra questione: attualmente a Trani non c'è la Commissione Toponomastica, come d'altronde è visibile sul sito istituzionale del Comune. L'ultima, con dimissioni protocollate al termine del mandato dall'allora presidente dott. Franco Caffarella, risale al primo mandato del sindaco Bottaro.

Con il secondo mandato, dal settembre 2020, non sembra essere stata nominata la nuova Commissione. Morollo, ed il partigiano Esposito (chi voglia conoscere la storia del nostro concittadino partigiano clicchi qui), possono attendere.
  • Strade
  • Toponomastica
Altri contenuti a tema
Arrivano per Trani 240mila euro dal Ministero dell’Interno per la manutenzione strade Arrivano per Trani 240mila euro dal Ministero dell’Interno per la manutenzione strade Dovranno essere spesi in due tranche, nel 2022 160mila euro e la restante parte nel 2023
Tombini sfondati in via Annibale Maria di Francia, Andrea Ferri: "Non aspettiamo l'incidente" Tombini sfondati in via Annibale Maria di Francia, Andrea Ferri: "Non aspettiamo l'incidente" Una situazione segnalata dal consigliere già a metà novembre
Beppe Corrado: «Ponte sulla Trani-Andria, un impegno mantenuto» Beppe Corrado: «Ponte sulla Trani-Andria, un impegno mantenuto» Il consigliere Provinciale spiega in un post gli iter seguiti negli ultimi due anni per poter dare il via ai lavori
Cede un pezzo di asfalto in corrispondenza di un vecchio tombino: chiuso un tratto di pista ciclabile in via Sant’Annibale Maria di Francia Cede un pezzo di asfalto in corrispondenza di un vecchio tombino: chiuso un tratto di pista ciclabile in via Sant’Annibale Maria di Francia La Polizia Locale ha messo in sicurezza l’area interessata, che ora è interdetta al passaggio
Consigliere Centrone: "Un'Amministrazione in cui un privato ripristina una strada pubblica è inammissibile" Consigliere Centrone: "Un'Amministrazione in cui un privato ripristina una strada pubblica è inammissibile" Il consigliere della lista Palumbo sindaco aveva denunciato lo stato della strada in questione 4 mesi fa
Strade sicure, dalla Regione poco più di un milione per Trani Strade sicure, dalla Regione poco più di un milione per Trani L'annuncio della consigliera Ciliento. Lima incalza: «Datevi da fare»
Via don Nicola Ragno, rimosso un lampione per motivi di sicurezza Via don Nicola Ragno, rimosso un lampione per motivi di sicurezza Strada chiusa al traffico. Sul posto vigili del fuoco e polizia
Criticità cittadine segnalate dal Circolo Italia in Comune: un impegno civico per la sicurezza Criticità cittadine segnalate dal Circolo Italia in Comune: un impegno civico per la sicurezza Dai dissuasori di velocità al rifacimento di manti stradali
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.