Rischio idrogeologico a Trani
Rischio idrogeologico a Trani
Politica

Trani a rischio idrogeologico, Di Lernia: «Da anni chiediamo un piano di interventi»

«Ignorate le nostre richieste. All'amministrazione interessano più le diatribe interne alla maggioranza»

Le nostre priorità: Tutela e rispetto dell'ambiente, criteri di urbanizzazione delle aree a tutela del territorio per impedirne il dissesto, tutela della salute e della incolumità dei cittadini. Queste priorità che riteniamo possano essere condivise non solo in campagna elettorale, dovrebbero essere attuate, nello specifico, principalmente con il miglioramento delle reti di fognarie sfruttando Bandi Regionali in modo da avere un ulteriore vantaggio per le tasche dei cittadini.

Ma le priorità dell'amministrazione sono altre. O forse è solo incompetenza poiché anche in questa occasione hanno dato un segnale chiaro di inadeguatezza ad una politica a favore dei cittadini e del nostro territorio.

Dalla foto si capisce chiaramente quali zone della città siano interessate maggiormente dal rischio idrogeologico, con le zone rosse a suggerire i punti dove il rischio è più elevato. E questo è uno dei colli di bottiglia del quale si accorgono maggiormente i tranesi.

Sono anni che suggeriamo all'amministrazione di prendere in considerazione un serio piano di interventi contro il dissesto idrogeologico e non capiamo perché, nonostante le continue emergenze in tutta Italia ed i continui servizi televisivi in proposito, continuino ad ignorare i nostri avvertimenti e richieste di agire in tal senso.

Noi, ovviamente, siamo altro che ignavi e continuamente segnaliamo ogni singola opportunità di finanziamento che possa aiutare la nostra cittadina quantomeno a non rappresentare un pericolo per gli abitanti stessi. Ovviamente le nostre continue richieste a utilizzare i fondi europei e nazionali per la progettazione non sono mai andate a buon fine.

Siamo stanchi, davvero, di continuare a combattere con una amministrazione alla quale interessano più le diatribe interne alla maggioranza che il bene della città e dei cittadini. Ovviamente, alle nostre richieste non abbiamo mai avuto risposta. Ma noi non molliamo, anche perché "Non si può battere la persona che non molla mai."

- Luisa Di Lernia - consigliere comunale M5S
Ponticello allagato
  • M5S
Altri contenuti a tema
"Chiavi della città", M5S: «Ci attendavamo che il sindaco cogliesse la necessità di difendersi lasciando la sua carica» "Chiavi della città", M5S: «Ci attendavamo che il sindaco cogliesse la necessità di difendersi lasciando la sua carica» I portavoce Branà e Di Lernia commentano gli ultimi avvenimenti politici
Consiglio comunale, Vito Branà prende il posto della consigliera Papagni Consiglio comunale, Vito Branà prende il posto della consigliera Papagni Secondo dei non eletti alle amministrative del 2015
Rendiconto finanziario 2017, M5S: «Politica delle entrare infruttuosa» Rendiconto finanziario 2017, M5S: «Politica delle entrare infruttuosa» Papagni e Di Lernia spiegano il perché dell'aumento del disavanzo del bilancio comunale
Vittorio Emanuele II, il M5S: «Che cosa ha intenzione di fare il Comune?» Vittorio Emanuele II, il M5S: «Che cosa ha intenzione di fare il Comune?» Papagni e Di Lernia: «La concessione l'unica prospettiva per la struttura»
Elezioni 2018, oggi e domani le Parlamentarie del M5S Elezioni 2018, oggi e domani le Parlamentarie del M5S Tra i candidati alla Camera dei Deputati anche l'andriese Giuseppe D'Ambrosio
Discarica, M5S: «Prima la salute dei cittadini che i numeri dell'Amiu» Discarica, M5S: «Prima la salute dei cittadini che i numeri dell'Amiu» Gli esponenti locali contro l'eventuale riapertura del sito
3 Barresi contro Bottaro, il M5S incalza: «Si denunci nelle giuste sedi» Barresi contro Bottaro, il M5S incalza: «Si denunci nelle giuste sedi» Papagni e Di Lernia sulle dichiarazioni dall'ex consigliera di maggioranza
2 Bene le associazioni, male la politica, disastro via Bari: i voti della settimana Bene le associazioni, male la politica, disastro via Bari: i voti della settimana Le pagelle del prof. Giovanni Ronco
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.