Blatta a Bolgheri
Blatta a Bolgheri
Dardo

Una blatta a Bolgheri, i vincitori del contest di Dardo

Si tratta di Alessio Vaccari e Sara Salvatori

I vincitori del primo contest fotografico di Dardo sono: Alessio Vaccari e Sara Salvatori con i piccoli Guido e Violetta. Il premio è un disegno di Dardo che sarà inviato alla famiglia Vaccari - Salvatori.

L'opera premiata raffigura la nostra blatta di paese che sconfina e si ritrova in Toscana, precisamente nel viale dei cipressi di Bolgheri.

Il viale dei Cipressi è una strada che si estende da ovest a est nel comune di Castagneto Carducci, nel cuore della Maremma livornese.

La strada, classificata come strada provinciale 16d SP 39-Bolgheri, è lunga quasi cinque chilometri e collega l'oratorio di San Guido, che sorge lungo la via Aurelia, allo scenografico centro storico di Bolgheri, dominato dalla mole del castello. Il viale si presenta come un lunghissimo rettilineo, chiuso ed ombreggiato su entrambe le sponde laterali da una fila di fittissimi cipressi secolari, che taglia in due la campagna maremmana, ricchissima in questa zona di viti ed ulivi.

…"I cipressi che a Bolgheri alti e schietti
Van da San Guido in duplice filar,
Quasi in corsa giganti giovinetti,
Mi balzarono incontro e mi guardar."…
Così inizia l'ode Davanti a San Guido, pubblicata nelle Rime Nuove (libro V) dal poeta e scrittore Giosuè Carducci, primo autore italiano a ricevere il Premio Nobel per la Letteratura nel 1906.

Quando penso alla Toscana e ai luoghi vicino a Bolgheri, il collegamento è immediato a Pinocchio di Carlo Collodi e nel mondo della grafica e del cinema a "Pinocchio" di Mattotti e D'alò del 2012.
Qui un estratto della presentazione del film al Lucca Comics, qui il trailer. Credo che l'arte sia fatta di richiami e contaminazioni continue, come non ricordare il contributo di Lucio Dalla in questa splendida collaborazione.

In ultimo visto che abbiamo parlato di Mattotti credo sia un bene concludere con l'ultimo manifesto dellla 90ª Mostra del cinema di Venezia.L'immagine raffigura «una leonessa che si libra in alto e ci porge questo anniversario, il 90°» spiega Lorenzo Mattotti.

«Sono 90 gli anni dalla prima edizione della Mostra e per questo abbiamo voluto che l'immagine avesse delle linee classiche, così come classica è stata la scelta del fondo oro. Il colore oro è anche un riferimento ai manifesti dei primi decenni del Novecento. La Mostra è sempre stata classica, ma anche provocatoria. Qui il leone, simbolo di potere e forza, si è trasformato in una leonessa, che ha in sé eleganza e creatività. Dopo 90 anni, il leone di Venezia, simbolo della Mostra, è ora diventato una leonessa che vola attraverso la storia con energia e leggerezza, simbolo di speranza, lontano dall'aggressività e dalla ferocia.»
Riferimenti di DardoRiferimenti di DardoRiferimenti di Dardo
  • Cultura
Altri contenuti a tema
Trani celebra Pier Paolo Pasolini a cento anni dalla sua nascita Trani celebra Pier Paolo Pasolini a cento anni dalla sua nascita La serie di eventi si svolgeranno tra il 30 settembre e il 2 novembre
Trani capitale internazionale della fisica quantistica, prosegue la prima edizione di "Quantum 2022" Trani capitale internazionale della fisica quantistica, prosegue la prima edizione di "Quantum 2022" Più di 150 ‘menti’ tra docenti di fama mondiale, dottorandi, giovani ricercatori e studenti in città sino a sabato nel nome della scienza
Studenti e docenti di tutta Europa alla Summer School Quantum 2022 Studenti e docenti di tutta Europa alla Summer School Quantum 2022 A Trani la nuova classe di scienziati e tecnologi quantistici
Oggi a Trani un evento in ricordo della strage di Capaci Oggi a Trani un evento in ricordo della strage di Capaci In piazza Duomo una teca contenente i resti dell'auto di Falcone
Presentato a Trani il libro "Il tema del sacro nell'arte contemporanea" Presentato a Trani il libro "Il tema del sacro nell'arte contemporanea" Una serata all'insegna dell'arte e della cultura al lido Spiaggia Verde
"Inferno e Pandemia" nella performance dantesca di Annamaria Di Pinto "Inferno e Pandemia" nella performance dantesca di Annamaria Di Pinto Una rilettura ambientale del "Il Cielo di Carta"
Trani protagonista alla XIII edizione di Libri nel Borgo Antico Trani protagonista alla XIII edizione di Libri nel Borgo Antico Domenico Verrigni, Anna Caiati e Gigi Mintrone inseriti nel prestigioso cartellone
Giovedì un nuovo appuntamento con Dialettando, rassegna di poeti e poesie in vernacolo Giovedì un nuovo appuntamento con Dialettando, rassegna di poeti e poesie in vernacolo L'iniziativa promossa dall'associazione L'Ebanista vedrà la partecipazione di diversi ospiti
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.