Tifosi e squadra uniti per un obiettivo
Tifosi e squadra uniti per un obiettivo
Calcio

Trani tra “attacchi”, precisazioni e successi: periodo movimentato in casa Vigor

Dichiarazioni del giornalista Prigigallo e ricorso respinto dell’Unione Bisceglie compattano i tifosi biancazzurri

Ha destato polemiche e scalpore la scelta del giornalista Vito Prigigallo di evidenziare a più riprese uno striscione offensivo degli ultras molfettesi, apparso nella gradinata del "Paolo Poli" in occasione del derby di domenica 1 dicembre tra i padroni di casa e la Vigor, chiaramente indirizzato ai rivali tranesi.

Sulla Gazzetta del Mezzogiorno di lunedì 2, nella pagina dedicata al campionato di Eccellenza il cronista ha testualmente scritto "Persino gli sfottò sono stati efficaci (esilarante lo striscione con un lapidario cornuti)". Tali affermazioni hanno provocato stupore tra i lettori biancazzurri in quanto è raro imbattersi in simili esternazioni da parte di un esponente del mondo dell'informazione.

Lunedì sera Prigigallo, invitato a partecipare alla trasmissione sportiva di Antenna Sud Live/Teleonda che si occupa dei tornei di Eccellenza e Promozione, ha ribadito quanto già dichiarato sul quotidiano: «Mi sono divertito moltissimo vedendo quello striscione cornuti perché è stato di una simpatia unica; ad un certo punto è venuto fuori questo epiteto che a me, che sono romantico, è piaciuto moltissimo». I sostenitori tranesi, dunque, hanno letteralmente perso le staffe facendo circolare il video sui social network ed accusando l'esperto di calcio dilettantistico pugliese di commentare la vicenda in modo fazioso e quasi mosso da spirito campanilistico: «Se ciò fosse stato detto da un molfettese o da un tifoso di altre squadre a noi rivali non ci saremmo arrabbiati dato che viviamo le dinamiche del tifo e del mondo ultras, avremmo ad esempio risposto con cori e striscioni di scherno tipici di un derby», ha detto più di qualcuno che poi ha specificato: «Un giornalista non può invece permettersi di offendere Trani compiacendosi sul giornale ed in tv di un insulto rivolto alla nostra comunità». Qualche fedelissimo, inoltre, ha storto il naso sentendosi denigrato per il numero di presenti nel settore ospiti di Molfetta, numero ritenuto esiguo da Prigigallo ma che in realtà è stato degno di nota (oltre 200 unità) considerando le problematiche societarie con annesse incertezze quotidiane.

La vicenda è giunta alle orecchie del sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, che sulla propria pagina facebook ha preteso un'immediata presa di posizione del direttore di Teleonda per poi rincarare la dose: "Non trovo affatto divertente quanto raccontato in televisione in questa trasmissione. La trovo, al contrario, un'uscita di pessimo gusto". Il post ha ricevuto l'approvazione di numerosi concittadini che hanno espresso al primo cittadino il legittimo disappunto, irritazione che la responsabile della redazione sportiva di Antenna Sud (Claudia Carbonara) ha cercato di placare prendendo le distanze dalle frasi di Prigigallo e rimarcando l'affetto dell'emittente nei confronti della Trani calcistica e soprattutto di bomber Picci.

Successivamente il corrispondente della Gazzetta del Mezzogiorno ha postato un messaggio di scuse alla cittadinanza ponendo tuttavia l'accento su altre tematiche affrontate tanto sulla carta stampata quanto nel corso della trasmissione, atteggiamento che non ha convinto parecchi appassionati biancazzurri i quali si son posti il seguente interrogativo: «E se a Molfetta ci fossimo accorti dello striscione (al "Poli" locali ed ospiti sono assiepati gli uni accanto agli altri, separati da un divisorio, per cui non è possibile leggere quanto scritto dalla fazione opposta, nda) siamo sicuri che il tanto decantato epiteto avrebbe mantenuto il clima tutto sommato tranquillo, caratterizzato da sana rivalità, che si respirava sugli spalti? Il giornalista ha parlato di una serata di sport ma avrebbe potuto trasformarsi in altro».

Il periodo movimentato della Vigor non è finito qui poiché nelle ultime ore è giunta la notizia riguardante l'esito del ricorso inoltrato dall'Unione Bisceglie in merito alla gara disputata al Comunale lo scorso 20 ottobre. Gli ospiti ne chiedevano la ripetizione appellandosi all'errore tecnico dell'arbitro per la mancata espulsione del difensore tranese Muciaccia - già ammonito e destinatario di un secondo cartellino giallo - al 44' del secondo tempo. Il giudice sportivo ha precisato come il calciatore, pur rimanendo in campo per circa 15-20 secondi, non abbia mai partecipato attivamente alla sfida né influito sulla medesima ragion per cui è stato confermato il 2-1 meritatamente ottenuto sul campo dai ragazzi di Sisto.

Fin dai giorni successivi lo staff biancazzurro ha ritenuto grottesca l'azione intrapresa dal sodalizio biscegliese bollandola come un cavillo a cui aggrapparsi; la sentenza dell'organo giudicante ha dato ragione al Trani (che legittimamente considera i tre punti quasi come un nuovo successo tale da cementare l'entusiasmo di un gruppo giovane ma intenzionato a superare qualsiasi ostacolo) ed ai suoi appassionati che, mai come in questa fase, si difendono con i denti e con le unghie dagli "attacchi esterni".

Sta emergendo la notevole compattezza di un ambiente che, pur dilaniato dalla contestazione nei confronti della famiglia Lanza che ha allontanato numerosi tifosi dallo stadio, reagisce alle avversità facendo fronte comune: l'unità di intenti è prerogativa della compagine del ds Pietroforte che confida nel sostegno del pubblico per continuare a sognare.
  • Asd Vigor Trani
  • Attualità
Altri contenuti a tema
Due pali, traversa, salvataggi e rigore fallito: Trani-Orta Nova termina senza reti Due pali, traversa, salvataggi e rigore fallito: Trani-Orta Nova termina senza reti Giornata stregata per la Vigor, Picci esce per infortunio. La classifica non risente del passo falso
Il Trani non sottovaluta la matricola Orta Nova per restare nella scia di Molfetta e Corato Il Trani non sottovaluta la matricola Orta Nova per restare nella scia di Molfetta e Corato I calciatori della Vigor comprendono le ragioni dei tifosi ma confidano in una massiccia presenza sugli spalti
Un acuto di Caruso fa cantare il Trani: 0-1 al "Parisi" di San Marco in Lamis Un acuto di Caruso fa cantare il Trani: 0-1 al "Parisi" di San Marco in Lamis Vittoria di enorme rilevanza per la Vigor che riduce il divario dalle battistrada distanziando le inseguitrici
Trani-Otranto 0-0, nella prima gara dell'anno a vincere è il vento sferzante Trani-Otranto 0-0, nella prima gara dell'anno a vincere è il vento sferzante Poche emozioni per i presenti, Vigor sempre terza ed in corsa per i playoff
Esordio del Trani nel nuovo decennio con Amodio e Fanelli in campo: al Comunale c'è l'Otranto Esordio del Trani nel nuovo decennio con Amodio e Fanelli in campo: al Comunale c'è l'Otranto Vigor alle prese con squalifiche ed acciacchi ma desiderosa di mantenere il passo delle battistrada
Un lampo di Mazzilli nella ripresa ed il Trani espugna Altamura: Fortis battuta 0-1 Un lampo di Mazzilli nella ripresa ed il Trani espugna Altamura: Fortis battuta 0-1 Al "D'Angelo" la Vigor ottiene un successo che vale terzo posto e momentanea disputa dei playoff
Il Trani inaugura il girone di ritorno: sfida cruciale al “D’Angelo” contro la Fortis Altamura Il Trani inaugura il girone di ritorno: sfida cruciale al “D’Angelo” contro la Fortis Altamura La Vigor prova a respingere l’assalto dei murgiani che finora non hanno rispettato i pronostici
Barletta-Trani 3-2, la doppietta di Negro su punizione non cancella un disastroso primo tempo Barletta-Trani 3-2, la doppietta di Negro su punizione non cancella un disastroso primo tempo Varsi e Pignataro lanciano i biancorossi, la Vigor conclude l'andata al quarto posto ma i playoff...
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.