IMG WA
IMG WA
Vita di città

Addio alla signora Maria Straniero, portò il suo sorriso e i suoi racconti al Maurizio Costanzo Show

Raccontò il "come eravamo" della nostra città con ironia e tanta contagiosa simpatia

Al giorno d'oggi, nel quale dove sembra che tutti si sia pronti ad aggredire, a cercare anelli che non tengono, a infuriarsi per un nonnulla, quanto sarebbe prezioso applicare la "filosofia della risata terapeutica" che la signora Maria Straniero aveva portato sul palcoscenico del Maurizio Costanzo Show tra la fine degli anni ottanta fino al 1995, con una intelligente ironia che la rese popolare in tutta Italia.
Maria Straniero, nata in una nota famiglia barlettana produttrice di vini ma sempre vissuta a Trani dopo il matrimonio con Franco De Mari, si è spenta oggi, a novant'anni, portando via con sé un altro pezzo di storia della Città: e questo non solo per quella conquistata notorietà, ma perché indimenticabile portavoce di un tempo che fu, della nostra società, del "come eravamo" di un'epoca che in modo speciale era capace di ricordare e raccontare. Attiva nel sociale e nelle attività culturali della Città soprattutto attraverso il volontariato vincenziano e la F.I.D.A.P.A., si è dedicata con amore e dedizione alla famiglia: ai tre figli, di cui andava orgogliosa - Giusy, insegnante, Simone, avvocato e Lucia, giornalista - e poi agli adorati nipoti, Olga, Miky, Antonella, Francesca e la piccola Alice . Dalle sue quaranta partecipazioni nel salotto televisivo dal teatro Parioli in Roma nacque poi un libro di memorie attraverso racconti di vita vissuta o osservata con la sua sagacia, mai offensiva, anzi, con disinvolto, naturale, elegante "sense of humour", "Quando rubavamo la marmellata"; cui seguirono poi altre due pubblicazioni, ancora dedicati a racconti di vita tranese filtrati dal suo spirito arguto e brillante. Racconti godibilissimi, leggendo i quali pare di risentire la sua voce solcata da un lieve sorriso, con un'ironia che si vestiva di dolce nostalgia nel ricordo della semplicità delle nostre tradizioni, della carica potente che le conquiste, le novità, le scoperte, il gusto che le piccole cose portavano con sè e che oggi si va sempre più affievolendo e sempre più ci manca. E mancherà lei a quanti, tanti, le hanno voluto bene e che hanno goduto della sua sincera amicizia, della sua simpatia, della carica di buonumore che con garbo sapeva donare e per la quale Maurizio Costanzo l'aveva riconosciuta come una delle più brillanti protagoniste del suo show.   Il funerale della signora Maria avrà luogo nella chiesa madre del cimitero lunedì 8 gennaio alle 10:30.
  • Lutto
Altri contenuti a tema
È  morta Paola Gassman, più volte calcò il palco del Teatro Impero con Ugo Pagliai È morta Paola Gassman, più volte calcò il palco del Teatro Impero con Ugo Pagliai Da Pirandello a Donald Churchill, un rapporto speciale con il pubblico di Trani
Addio ad Angelo Giardino, docente in pensione amato da tantissimi tranesi Addio ad Angelo Giardino, docente in pensione amato da tantissimi tranesi Aveva 75 anni. Nei primi anni Duemila il suo impegno in politica con Alleanza Nazionale
14 Un altro pezzo di Trani che se ne va: il dolce ricordo della signora Serafina Triglione Un altro pezzo di Trani che se ne va: il dolce ricordo della signora Serafina Triglione La Merceria Barracchia di Trani in via Mario Pagano aveva aperto i battenti nel 1961
Si è spento Michele Storelli, fu uno dei pionieri della pietra a Trani Si è spento Michele Storelli, fu uno dei pionieri della pietra a Trani Una vita trascorsa nelle cave. Aveva 87 anni
Un anno senza Mimì Di Palo: un pomeriggio di musica e poesia per ricordarlo insieme Un anno senza Mimì Di Palo: un pomeriggio di musica e poesia per ricordarlo insieme Domenica 4 febbraio alle 18,30 nell'auditorium San Luigi a Trani
1 Quando si nasceva a Trani: è morto il dottor Claudio Farnelli, stimato ginecologo Quando si nasceva a Trani: è morto il dottor Claudio Farnelli, stimato ginecologo Generazioni di tranesi ricordano il suo garbo e la sua professionalità
6 Il centro Jobel piange Nicola Di Tacchio: "Tutto quello che siamo è stato accarezzato da lui" Il centro Jobel piange Nicola Di Tacchio: "Tutto quello che siamo è stato accarezzato da lui" Aveva 62 anni; ha dedicato gratuitamente tanta vita, impegno, sacrifici a tutte le realtà collegate al Centro
1 Grande dolore per la morte di Gianfranco Chieppa, anima e fondatore della "Casa di Carta" a Trani Grande dolore per la morte di Gianfranco Chieppa, anima e fondatore della "Casa di Carta" a Trani Aveva solo 41 anni; la testimonianza dei suoi amici in una struggente lettera
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.