Stp
Stp
Politica

Amet impazza (ancora) il totonomi per la presidenza

E intanto per Stp si profila la tempesta perfetta

È passata già una settimana da quando dalla maggioranza trapelava la certezza che il terzo nome del CdA di Amet, quello del presidente, sarebbe stato trovato e approvato. Ma fino a 24 ore fa si brancolava ancora a fari spenti o, se più vi piace, si stava fermi con le luci d'emergenza accese. Sembra che, nonostante le tensioni dei giorni scorsi, la consigliera Capone abbia poi fornito il nuovo nome a Bottaro, dopo il naufragio della Santorsola family (zio e nipote: il primo perché in pensione, il secondo perché, per AB, senza i requisiti).

Ebbene il nome che sarebbe stato fatto al sindaco dalla Capone è quello di Nicola Ruta, avvocato, piddino ed ex consigliere comunale di Barletta, con "forte vicinanza a Ruggiero Mennea", come ci sottolinea una fonte di Palazzo. Nulla da eccepire sulla persona e sul curriculum stavolta, ma, come trapela quasi subito, il marchio barlettano su Nicola Ruta e la sua forte demarcazione "menneiana", avrebbero già fatto pronunciare un secco "niet" ad Amedeo che sembra abbia ragionato in questi termini: "Non possiamo chiamare ancora un forestiero, dopo tutte le pregiudiziali sollevate sulla baresità di Danisi".

Insomma l'opinione pubblica, specie quella, più numerosa a Trani, di centro destra, oltre che vari "cani sciolti", ha sempre contestato a Bottaro la scelta di Danisi, ex AD di Amet e sostanzialmente un uomo di Emiliano. Ora in parallelo si sarebbe contestata la "barlettanità " di Ruta e la contestuale vicinanza a Mennea. Insomma, un passo avanti e due indietro.

Ora, per l'ennesimo lunedì, cioè oggi, il sindaco si sarebbe detto deciso a convocare l'assemblea dei soci di Amet componendo il terzetto definitivo del CdA o con il nome nuovo della Capone (ancora? E che c' ha il catalogo? Nda) o a questo punto con un nome legato ad una sua scelta, cioè del sindaco stesso. Ci sarebbe però la volontà di "aspettare" ancora la Capone perché come ha già detto un mammasantissima del PD "se non accontenta la Capone, Bottaro si prepari a perdere un'altra consigliera", ma anche per "premiare" il suo voto in consiglio nell'ultima occasione, del consuntivo, con conseguente rotolamento di testa di Antonio Mazzilli.

Dopo Giuseppe Paolillo in quota Cirillo) come AD e probabilmente Annalisa Perna, avvocatessa, in quota Cornacchia (PD renziano) come consigliera, si attende l'ultimo tassello. Intanto all'orizzonte si profila una nuova "tempesta perfetta" in chiave STP. Fette di maggioranza, con Beppe Corrado in prima linea, starebbero mugugnando da giorni con l'obiettivo di far azzerare il CdA, in cui figurano due uomini molto legati all'entourage del sindaco: il presidente Fortunato ed il consigliere Giuseppe Tortosa. Sembra che in primo piano ci sia la volontà da parte dei consiglieri tranesi di ottenere chiarezza e programmazione sulle prospettive legate alle "gare di appalto" dell'azienda in vista del 2020.

I rinvii per l'approvazione del bilancio della Stp con richieste di prendere tempo da parte della componente della Provincia Bat e per la contestuale mancanza di un CdA di Amet, sarebbero "propedeutici", per usare un termine accademico, a quella ottica delle "gare".

Il consigliere Tortosa dal canto suo ci ha fatto sapere di non aver alcuna intenzione di dimettersi e soprattutto di non avere nulla da temere affermando di aver lavorato con serenità e onestà.
  • Amet
  • Stp
Altri contenuti a tema
Amet, il punto di vista della Cgil di Trani sullo stato e le prospettive dell'azienda Amet, il punto di vista della Cgil di Trani sullo stato e le prospettive dell'azienda «Assistiamo basiti ad un’evoluzione che non promette niente di buono»
Amet di Trani, Filctem Bat: «Nuovo Cda e Comune cosa intendono fare della municipalizzata?» Amet di Trani, Filctem Bat: «Nuovo Cda e Comune cosa intendono fare della municipalizzata?» Il sindacato interroga l'Amministrazione dopo la chiusura di bilancio in passivo
Amet, i sindacati proclamano lo stato di agitazione dei lavoratori e puntano il dito contro il Comune di Trani Amet, i sindacati proclamano lo stato di agitazione dei lavoratori e puntano il dito contro il Comune di Trani «Anche l'Ente contribuisce ad affossare l’azienda in quanto non paga i servizi erogati dalla società»
Stp e lo sciopero dell'11 novembre, i sindacati: «Tuteliamo i lavoratori ed il diritto alla Mobilità dei cittadini» Stp e lo sciopero dell'11 novembre, i sindacati: «Tuteliamo i lavoratori ed il diritto alla Mobilità dei cittadini» Filt-Cgil e Usb Lp pronti a chiarire la loro posizione
Amet, Fratelli d'Italia: «Chi ha sbagliato ne paghi le conseguenze» Amet, Fratelli d'Italia: «Chi ha sbagliato ne paghi le conseguenze» Il direttivo commenta il bilancio in passivo della società evidenziando errori e responsabilità politiche
Mariangela Caputo, Chiara Civello, Amet e lungomare: le pagelle Mariangela Caputo, Chiara Civello, Amet e lungomare: le pagelle Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
Amet chiude il bilancio in passivo, Italia in Comune, Fronte Democratico e Trani Decide puntano il dito contro il sindaco Amet chiude il bilancio in passivo, Italia in Comune, Fronte Democratico e Trani Decide puntano il dito contro il sindaco «È l'artefice di questo disastro e finalmente si è autodenunciato»
1 Amet, l'azienda chiude con un un passivo di circa 1 milione. Bottaro: «Gravi e perduranti inadempienze» Amet, l'azienda chiude con un un passivo di circa 1 milione. Bottaro: «Gravi e perduranti inadempienze» Il sindaco: «Situazione non più tollerabile e richiede azioni forti ed incisive oltre che immediate»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.