Impianto biogas
Impianto biogas
Vita di città

Impianto di biometano a Trani, botta e risposta tra Lima (FdI) e il Sindaco

Il consigliere: «Non rispettata la volontà politica della città». Bottaro: «Ricorreremo al TAR»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
«Dopo aver sventato lo sbarco (momentaneo) di Amiu a Cerignola, ecco che Trani torna oggetto di interesse in materia di rifiuti». A sottolinearlo è il consigliere comunale di FdI-An, Raimondo Lima. «Da una determina dirigenziale della Bat - spiega - si evince il rilascio dell'autorizzazione per un impianto di produzione di biometano (per mezzo di "forsu": Frazione Organica del Rifiuto Solido Urbano, materiale riveniente dalla raccolta differenziata dell'organico) in territorio tranese. Questa volta l'impianto è privato. Questa volta non c'è Amiu. Non c'è una società partecipata pubblica. L'autorizzazione è della provincia Bat (del presidente Lodispoto) e della Regione Puglia (Emiliano).

Cosa dice ora l'assessore all'ambiente Di Gregorio? E Bottaro? E i consiglieri provinciali di maggioranza? Cosa ce ne facciamo del sostegno di Lodispoto per la candidatura di Trani a capitale della cultura se poi lo stesso a quanto pare non rispetta la volontà politica di Trani su un argomento delicato come questo? Per onestà intellettuale ricordo che a fine agosto (almeno formalmente) l'amministrazione Bottaro si era espressa negativamente rimandando la decisione alla provincia (per la precisione la motivazione del diniego si basava sul contrasto agli indici e parametri delle norme tecniche di attuazione del Pug vigente).

Poi cosa è cambiato? Da agosto ad oggi, gli unici cambiamenti sono stati principalmente due : è stato eletto un nuovo presidente della provincia (Lodispoto) e c'è stato un altro tentativo di portare il provvedimento in consiglio comunale l'11 novembre 2019 (provvedimento ritirato dall'amministrazione). Lo ribadisco. La questione della candidatura di "Trani a capitale della cultura" è solo un'arma di distrazione di massa. Le sinistre vogliono Trani capitale dei rifiuti. Facciamoci rispettare», conclude Lima.

Immediata è stata la risposta del primo cittadino Amedeo Bottaro sulla questione. «Un anno fa avevamo espresso in conferenza di servizi la posizione contraria del Comune di Trani al rilascio del provvedimento autorizzativo per la realizzazione ed esercizio di un impianto di produzione di biometano in località Casarossa. La linea non cambia: ricorreremo al Tar per impugnare la determinazione adottata dalla Provincia. Così come accaduto per la Ecoerre, non abbasseremo la guardia».
  • Raimondo Lima
Altri contenuti a tema
2 Cosa dicono di Raimondo Lima dalla Provincia, da Roma e da Bruxelles Cosa dicono di Raimondo Lima dalla Provincia, da Roma e da Bruxelles Il consigliere comunale tranese ha chiesto agli amici che lo conoscono di raccontare di lui
Raimondo Lima lancia la sua candidatura: «Per Comune e Regione raddoppio il mio impegno» Raimondo Lima lancia la sua candidatura: «Per Comune e Regione raddoppio il mio impegno» Il consigliere comunale tranese candidato sia al Consiglio comunale che al Consiglio regionale
Coronavirus, Lima (FdI): «La Puglia non abbassi la guardia» Coronavirus, Lima (FdI): «La Puglia non abbassi la guardia» Il consigliere comunale: «Se c’è da “tagliare” il presidente Emiliano eviti di farlo in ambito sanitario»
Bollette dell’Acquedotto pugliese, FdI Puglia chiede lo stop ad Emiliano Bollette dell’Acquedotto pugliese, FdI Puglia chiede lo stop ad Emiliano Raimondo Lima: «Economia turistica in ginocchio. Necessari urgenti interventi di sostegno»
Coronavirus, Lima (Fdi): «Chi lavora e produce non ha bisogno di prestiti, ma finanziamenti a fondo perduto» Coronavirus, Lima (Fdi): «Chi lavora e produce non ha bisogno di prestiti, ma finanziamenti a fondo perduto» «Un accesso al credito garantito dalla Regione Puglia non è lo strumento finanziario utile in questo momento»
Riqualificazione area in via Di Vittorio, Lima contesta l'assenza di una gara ad evidenza pubblica Riqualificazione area in via Di Vittorio, Lima contesta l'assenza di una gara ad evidenza pubblica Il consigliere FdI: «Se il beneficiario e investitore non fosse stato Don Dino ma un imprenditore che sarebbe successo?»
Chiavi della città e risvolti pericolosi: un quadro da 0 in pagella Chiavi della città e risvolti pericolosi: un quadro da 0 in pagella Dal circolo Dino Risi agli incontri clandestini tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
Relazione antimafia 2019, la Bat è «lo scenario criminale tra i più complessi nella Regione» Relazione antimafia 2019, la Bat è «lo scenario criminale tra i più complessi nella Regione» Il consigliere Lima (Fdi) commenta le carte della DIA, in particolare l'operazione "Chiavi della città"
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.