Scuola e Lavoro

Bilancio sociale, le esperienze a confronto

A convegno i comuni del patto territoriale Nord Barese / Ofantino

Tracciare le linee di sviluppo per il bilancio sociale dei Comuni del Patto e raccogliere testimonianze di altri enti che hanno già attivato questo strumento di comunicazione. Se ne discuterà in occasione del convegno nazionale "La pianificazione strategica e il bilancio sociale: esperienze e opportunità" in programma il 22 settembre alla sala rossa del Castello Svevo di Barletta alle 9,30.

Il bilancio sociale, mezzo di dialogo per l'amministrazione sia con l'interno che con l'esterno, consente di fornire un quadro di insieme delle attività dell'ente soprattutto sulle politiche sociali e ambientali. Il bilancio tradizionale infatti non evidenzia l'aspetto "sociale" degli interventi della politica ed è comprensibile solo gli addetti ai lavori. Il bilancio sociale invece è lo strumento di rendicontazione e comunicazione dei principi, delle attività e dei risultati di gestione dei servizi e di produzione di beni pubblici degli enti non profit e dell'attività delle amministrazioni pubbliche. Serve per rendere conto delle azioni di governo e per spiegare ciò che si sta facendo: in questo modo le amministrazioni possono valutare l'efficacia dell'azione di governo. Serve infine per rendere conto ai cittadini di ciò che viene fatto nell'ambito della legislatura. L'obiettivo del progetto è creare una rete di esperti e di referenti per il bilancio sociale per tutti i Comuni del Patto, favorendo una programmazione e controllo coerenti con le politiche di comunicazione.Nel corso dell'incontro interverranno: il sindaco di Barletta Francesco Salerno, l'Amministratore unico Agenzia per l'Inclusione Sociale Arcangelo Barisciano, la responsabile dell'agenzia Anna Fontana, il direttore generale Agenzia Pto Nbo Emmanuele Daluiso, assessore al Bilancio e programmazione della Regione Puglia Francesco Saponaro, il professore ordinario di Sociologia dell'università di Bari Franco Chiarello, l'assessore alla Famiglia e solidarietà sociale Regione Lombardia Gian Carlo Abelli, il senior partner di Lattanzio & Associati Vincenzo Lattanzio, l'assessore ai Servizi sociali del Comune di Perugia Tiziana Capaldini, la dirigente dei Servizi sociali del Comune di Perugia Patrizia Brutti. Conclusioni del presidente Pto Michele Della Croce mentre il chiarman sarà il direttore generale Agenzia Pto Nbo Emmanuele Daluiso. L'iniziativa si inserisce tra i progetti che l'Agenzia sta curando in modo organico, tra cui l'innovazione dell'economia sociale, l'analisi dei fabbisogni professionali delle imprese sul territorio, lo studio sulla povertà. La mission dell'Agenzia è valorizzare le potenzialità a livello sociale presenti sul territorio, favorendo la creazione di una rete stabile di rapporti tra istituzioni, operatori del settore e utenti. È al servizio del territorio e delle amministrazioni locali, per le politiche di sviluppo economico e sociale.
  • Patto Territoriale NBO
Altri contenuti a tema
Patto Nord Barese-Ofantino, la Cgil scrive al presidente della Bat Patto Nord Barese-Ofantino, la Cgil scrive al presidente della Bat Il sindacato a Giorgino: «Quale il futuro dell'agenzia?»
I Comuni lasciano il Patto territoriale: parte la protesta I Comuni lasciano il Patto territoriale: parte la protesta Trani ha deliberato l'uscita. Mennea (Pd): «Decisione sbagliata»
Patto territoriale, una partecipazione che costa più di 90mila euro Patto territoriale, una partecipazione che costa più di 90mila euro Il Comune dispone il pagamento della quota associativa 2016
Patto territoriale, FdI: «Scelta affrettata, amministrazione superficiale» Patto territoriale, FdI: «Scelta affrettata, amministrazione superficiale» Il partito contesta le motivazioni dell'uscita di Trani dal consorzio
Patto del Nord Barese, il Comune di Trani favorevole all'uscita Patto del Nord Barese, il Comune di Trani favorevole all'uscita Il sindaco Bottaro: «È una scelta politica di tutta la città»
Patto territoriale, il nuovo presidente è Paolo Marrano Patto territoriale, il nuovo presidente è Paolo Marrano Il sindaco di Margherita alla guida, quello di Trani nel cda
Patto territoriale, la quota 2015 costa a Trani più di 90mila euro Patto territoriale, la quota 2015 costa a Trani più di 90mila euro Liquidata la somma dovuta dal Comune in qualità di socio
Giro di vite sulle partecipate, il Comune le dimezza Giro di vite sulle partecipate, il Comune le dimezza Sei mesi per riorganizzare Amet, un anno per stabilizzare l'Amiu. In forse il Gal
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.