Bullismo
Bullismo
Vita di città

Bullismo e violenza in una scuola di Trani: vittima un dodicenne

Lo studente dapprima insultato e poi picchiato dai suoi compagni di classe

"Nano, sei solo un nano!". E' da questa offesa che è nata l'aggressione di questa mattina ai danni di uno studente di Trani di soli 12 anni da parte dei suoi compagni di classe. Il ragazzo è stato dapprima insultato da un suo compagno, deriso dal resto della classe e poi picchiato riportando lesioni ovunque. A denunciare l'increscioso episodio è la sorella dello studente sul suo profilo Facebook che ha anche raccontato di come l'episodio sia avvenuto sotto gli occhi degli insegnanti senza che queste siano intervenute per sanare il litigio ma anzi – sempre a detta della sorella della vittima – sono rimaste a guardare.

Il motivo dell'epiteto attribuito al dodicenne in maniera offensiva nasce da un suo problema di salute che lo porta ad essere più basso di statura rispetto ai suoi coetanei. Tuttavia, nonostante la tenera età, il ragazzo sembra essere già consapevole del disturbo con le relative ripercussioni psicologiche che un caso del genere comporta. «Se poi sono i suoi amici a ricordarglielo con l'aggravante di un'aggressione - s'interroga la sorella - come ricorderà la sua adolescenza?».

Da qui l'appello che la ragazza ha deciso di rivolgere ai genitori: «Educate i vostri figli alla diversità, educate i vostri figli al rispetto, all'amore per il prossimo, all'apertura mentale. Educateli, insegnare loro i valori, siate presenti nelle vite dei vostri figli...non lasciate che la loro educazione infantile sia delegata a mamma internet e papà playstation! Oggi sono solo bambini, domani saranno uomini e donne con ripercussioni sul loro carattere e personalità!».

Ed infine anche un monito al personale scolastico: «E un altro appello va alle scuole, agli insegnanti vorrei solo dire: se non amate i bambini e i ragazzi, fate altro o statevene a casa! Piuttosto non rubate i posti a giovani talentuosi, che hanno studiato e che hanno la vocazione per l'insegnamento (fermi in lunghe file d'attesa per l'insegnamento)!».

Ancora una triste storia di bullismo che si va ad aggiungere agli innumerevoli casi che ogni giorno si registrano in tutta Italia.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuole, il Mef autorizza 5 mila posti in meno rispetto quelli annunciati Scuole, il Mef autorizza 5 mila posti in meno rispetto quelli annunciati Turi (Uil): «Sintomo chiaro che sulla scuola si voglia fare cassa»
Contributi libri di testo 2019/2020: proroga dei termini fino al 31 luglio Contributi libri di testo 2019/2020: proroga dei termini fino al 31 luglio Attivo un canale di assistenza e supporto tecnico
Scuole sicure, dalla Provincia oltre 33 mila per il Comune di Trani Scuole sicure, dalla Provincia oltre 33 mila per il Comune di Trani Sarano utilizzati per iniziative di prevenzione e contrasto dello spaccio di droga
La "Notte prima degli esami" è arrivata La "Notte prima degli esami" è arrivata L'indimenticabile giorno per i maturandi domani alle prese con la prima prova
Maturità 2019, lettera aperta dell’assessore regionale Leo agli studenti pugliesi Maturità 2019, lettera aperta dell’assessore regionale Leo agli studenti pugliesi «Il mio augurio è di affrontare l’esame con emozione e serenità, sfidando voi stessi e ottenendo quel che meritate»
“Cenerentola…una fiaba in movimento”: festa finale degli alunni della scuola Petronelli “Cenerentola…una fiaba in movimento”: festa finale degli alunni della scuola Petronelli Lo spettacolo è stato il punto di arrivo di un lungo percorso che ha visto i bambini impegnati per l’intero anno
"I bambini pensano diritti": alla D'Annunzio sipario sul progetto nazionale "I bambini pensano diritti": alla D'Annunzio sipario sul progetto nazionale Gli alunni hanno inviato all’Autorità del Garante tre nuovi diritti
Pulizia della costa: oggi a lavoro 25 alunni con il supporto dell'Amiu Pulizia della costa: oggi a lavoro 25 alunni con il supporto dell'Amiu Gaetano Nacci: «È fondamentale la collaborazione per diffondere la cultura ambientale»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.