Mino Acquaviva
Mino Acquaviva
Attualità

Caro bolletta, Mino Acquaviva: «Soffrono le attività del terzo settore»

Per bar, ristoranti e alberghi costi raddoppiati rispetto al 2021

I prezzi dell'energia si stabilizzano un poco a luglio ma la bolletta del 2022 per le aziende del terziario italiane, bar, ristoranti, alberghi e trasportatori, sarà comunque il doppio di quella pagata nel 2021. Sul settore, uno dei protagonisti della ripresa di questi mesi grazie al ritorno del turismo e all'allentamento delle misure anti Covid, si abbatterà così una bolletta più salata pari a 24 miliardi di euro fra elettricità e gas, contro gli 11 miliardi dell'anno precedente. Aumenti che sarà difficile per il comparto assorbire per intero e che avranno fatalmente conseguenze anche per i consumatori finali. Come calcola l'Osservatorio Confcommercio Energia nell'analisi trimestrale realizzata in collaborazione con Nomisma Energia, la stima è meno alta di 3 miliardi rispetto alla precedente per via di un ribasso dei prezzi a luglio ma il confronto annuale resta impietoso: "Gli aumenti della spesa arrivano a toccare punte del +122% per l'elettricità e del 154% per il gas". Per il presidente di Confcommercio Trani, Mino Acquaviva, "il caro energia sta diventando l'emergenza prioritaria per le ripercussioni sulle imprese del terziario e sull'inflazione. Serve una risposta europea per contrastare questi rincari e introdurre un tetto al prezzo del gas. Ed è necessario che il Governo rinnovi e rafforzi i crediti d'imposta per le imprese non "energivore" e non "gasivore" e riduca gli oneri generali di sistema e le accise sui carburanti". Tornando ai numeri la "bolletta annuale" di elettricità è aumentata considerevolmente per tutti i principali comparti del terziario: settore alberghiero (+55.000 euro), ristoranti (+8.000), bar (+4.000), negozi di generi alimentari (+18.000) e negozi non alimentari (+4.000). Altrettanto significativi anche gli incrementi della spesa annua per il gas - sempre nel confronto tra luglio 2021 e luglio 2022 - sia per il settore alberghiero (+15.000) che per i ristoranti (+6.000). Anche i bar, i negozi di generi alimentari (e non) sono stati colpiti dal "caro gas", il cui rincaro annuale è pari a un valore che si aggira tra il +120% e il +130%.
  • Confcommercio
Altri contenuti a tema
Saldi a Trani, Mino Acquaviva: "Stimiamo una crescita di oltre il 10%" Saldi a Trani, Mino Acquaviva: "Stimiamo una crescita di oltre il 10%" Il presidente di Confcommercio fa una previsione positiva per gli acquisti in Città
Michele Monopoli ospite de "La coratina in festa" Michele Monopoli ospite de "La coratina in festa" Il simpatico concent creator bitontino animerà il dibattito promosso da Confcommercio
2 Caro bollette, le soluzioni di Confcommercio Trani per aiutare le piccole e medie imprese Caro bollette, le soluzioni di Confcommercio Trani per aiutare le piccole e medie imprese «Servono soluzioni tempestive e interventi concreti con tempistiche chiare»
Acquaviva, Confcommercio Trani: "Consumi a rischio" Acquaviva, Confcommercio Trani: "Consumi a rischio" Si ridimensiona la domanda delle famiglie, a conferma del rallentamento dell'economia
"Interventi straordinari per un'emergenza senza precedenti": le richieste di Confcommercio "Interventi straordinari per un'emergenza senza precedenti": le richieste di Confcommercio Il presidente Mino Acquaviva condivide il documento nazionale
7 Confcommercio Trani aderisce all'iniziativa nazionale "Bollette in vetrina" Confcommercio Trani aderisce all'iniziativa nazionale "Bollette in vetrina" L'iniziativa per informare consumatori e cittadini sulla situazione di difficoltà
Attività storiche e di tradizione della Puglia: le iniziative della Confcommercio Attività storiche e di tradizione della Puglia: le iniziative della Confcommercio Negozi, botteghe e locali con attività artigiane oggetto di un Legge Regionale
Saldi estivi in Puglia, si parte il 2 luglio Saldi estivi in Puglia, si parte il 2 luglio Vietate vendite promozionali nel 30 giorni precedenti
© 2001-2023 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.