Assistenza scolastica specialistica
Assistenza scolastica specialistica
Attualità

Centro diurno Jobel, servizio sospeso per mancanza di fondi dalla Regione

I bambini scrivono alle istituzioni: «Come faremo adesso?»

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta a firma dei bambini e ragazzi frequentanti il Centro Diurno Jobel di Trani: nelle ultime settimane il servizio è stato sospeso a causa di mancanza di fondi dalla Regione e pertanto i 12 minori rimasti a casa, coadiuvati dai loro genitori, hanno deciso di rivolgere un ancorato appello alle istituzioni affinché le attività vengano riattivate quanto prima.

Gentilissimi assessore e dirigente, vorremmo far conoscere a tutti il disagio che noi famiglie stiamo vivendo e vogliamo farlo attraverso le parole dei nostri figli, chi più di loro può aiutarvi a capire come stanno le cose.

Buongiorno a tutti, siamo i 12 ragazzi che la scorsa settimana hanno saputo di non poter più frequentare il Centro Diurno. Lo scorso Ottobre i nostri genitori ci hanno informato dell'inizio di questa nuova esperienza, un po' strana per dei ragazzi della nostra età perché ognuno di noi si è trovato a dover convivere ogni giorno con nuove persone in un periodo di pandemia che ci ha costretti a dover rinunciare anche alla scuola.

Abbiamo iniziato a frequentare il Centro Diurno per minori presso il Centro Jobel e oggi ci troviamo a dover rinunciare al servizio per mancanza di fondi. Siamo ragazzi a cui in quest'ultimo anno stanno mancando tutti i punti di riferimento: prima la scuola, per i motivi che tutti conosciamo, ed ora anche il Centro diurno.

Noi bambini ci siamo ambientati, abbiamo stretto rapporti tra di noi e abbiamo imparato a conoscere le nostre educatrici, che per noi sono dei punti di riferimento non solo nel nostro percorso scolastico ma anche nel nostro percorso di vita.

Ogni giorno abbiamo condiviso tutto insieme ed oggi da un momento all'altro ci troviamo a dover rinunciare a tutto. Noi vi chiediamo attraverso i nostri genitori in che modo adesso voi potete risolvere questo nostro disagio? Come faremo adesso?

Ci sentiamo soli e spaesati e confidiamo nella vostra volontà di voler risolvere quanto prima questa situazione, perché non è giusto che nessuno si preoccupi di quello che noi proviamo. Signor Sindaco chiediamo a lei che ci è più vicino e che ci conosce di aiutarci le abbiamo dato fiducia, l'abbiamo conosciuta e speriamo in cuor nostro che ascolti le nostre voci.

Confidiamo in voi.

  • Centro Jobel
Altri contenuti a tema
Riflettori Rai accesi sul Centro Jobel di Trani Riflettori Rai accesi sul Centro Jobel di Trani Oggi in onda una puntata dedicata al Festival del Giullare nella trasmissione "O anche no"
Casi covid al centro Jobel, positivi 7 operatori: avviata sanificazione Casi covid al centro Jobel, positivi 7 operatori: avviata sanificazione Attività sospese fino a domani
Centro Jobel, lunedì 25 novembre incontro con i giovani della città Centro Jobel, lunedì 25 novembre incontro con i giovani della città L’iniziativa è stata promossa dal servizio per la pastorale giovanile cittadino
La città che si anima, soddisfacente il bilancio della terza edizione La città che si anima, soddisfacente il bilancio della terza edizione Centinaia i bambini coinvolti in attività svoltesi durante l'estate
Servizio civile al Centro Jobel, oggi l'incontro formativo Servizio civile al Centro Jobel, oggi l'incontro formativo È possibile presentare le domande entro il 10 ottobre
Al centro Jobel in scena il recital "La favola del delfino che voleva volare" Al centro Jobel in scena il recital "La favola del delfino che voleva volare" Lavoro di fine anno del laboratorio teatrale de "La Bottega delle Emozioni"
"Raccontando sotto le stelle", cresce l'attesa per la decima edizione "Raccontando sotto le stelle", cresce l'attesa per la decima edizione Cinque spettacoli per bambini al Centro Jobel a partire dal 28 luglio
"Mi cantìno", al centro Jobel la decima edizione "Mi cantìno", al centro Jobel la decima edizione Si parte sabato 8 luglio: sul palco tre band di giovanissimi
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.