Pesce
Pesce
Territorio

Coldiretti, stop al pesce fresco a tavola lungo tutto l'Adriatico

Il blocco durerà fino al 21 settembre

Stop al pesce fresco a tavola lungo tutto l'Adriatico con il fermo pesca che si estende anche al tratto di costa da San Benedetto e Termoli, dopo che la flotta aveva già interrotto le attività da Trieste ad Ancona e da Manfredonia a Bari. A darne notizia è Coldiretti Impresapesca nel sottolineare che il blocco delle attività durerà nel tratto tra il Sud delle Marche, l'Abruzzo e il Molise dal 16 agosto fino al 21 settembre. "Come lo scorso anno - spiega Coldiretti Impresapesca - in aggiunta ai periodi di fermo fissati i pescherecci dovranno effettuare ulteriori giorni di blocco che vanno da 7 a 17 giorni a seconda della zona di pesca e del tipo di risorsa pescata".

"Il fermo cade quest'anno in un momento difficile - denuncia Coldiretti Impresapesca - poiché il blocco dell'attività va a sommarsi al caro carburanti con il prezzo medio del gasolio per la pesca che è praticamente raddoppiato rispetto allo scorso anno costringendo i pescherecci italiani a navigare in perdita o a tagliare le uscite e favorendo le importazioni di pesce straniero, considerato che fino ad oltre la metà dei costi che le aziende ittiche devono sostenere è rappresentata proprio dal carburante. Non a caso gli arrivi di prodotti ittici dall'estero sono aumentati del +34% in valore nei primi cinque mesi del 2022", secondo un'analisi Coldiretti su dati Istat.

"Anche quest'anno - lamenta Coldiretti Impresapesca - l'assetto del fermo pesca 2022 non risponde ancora alle esigenze delle aziende e continua a non rispondere alle esigenze della sostenibilità delle principali specie target della pesca nazionale, tanto che lo stato delle risorse nei 35 anni di fermo pesca, per alcune specie, è progressivamente peggiorato, mentre la Flotta Italia si è ridotta ad appena 12mila unità.

L'obiettivo deve essere quello di tutelare, oltre alle risorse ittiche, anche la sostenibilità economica del settore che - ricorda Coldiretti Impresapesca - rappresenta in molte zone un volano importante anche dal punto di vista turistico".
  • Coldiretti
Altri contenuti a tema
Energia, Coldiretti Puglia: caro bolletta (+220%) costa 1,4 miliardi ad agricoltura Energia, Coldiretti Puglia: caro bolletta (+220%) costa 1,4 miliardi ad agricoltura Autunno caldo per aziende, frantoi e serre
Stangata bollette dell'energia elettrica, aziende agricole in crisi Stangata bollette dell'energia elettrica, aziende agricole in crisi Quasi un terzo delle imprese pugliesi si trovano oggi costrette a produrre in perdita a causa dei rincari
1 La Puglia perde le sue campagne: in un anno -8% di terreni agricoli La Puglia perde le sue campagne: in un anno -8% di terreni agricoli Il campanello d'allarme di Coldiretti
Caro bollette, aumentano i costi delle verdure Caro bollette, aumentano i costi delle verdure «Nelle campagne +170% concimi e +90% mangimi»
Effetto guerra, in Puglia prezzi di grano e pane fino a 19 volte in più Effetto guerra, in Puglia prezzi di grano e pane fino a 19 volte in più L'analisi di Coldiretti
Allarme gelo nelle campagne, a rischio le primizie Allarme gelo nelle campagne, a rischio le primizie Le fioriture anticipate nei frutteti rischiano di essere compromesse dal brusco abbassamento delle temperature
Caro benzina, Coldiretti Puglia: «Con sciopero dei tir a rischio la spesa» Caro benzina, Coldiretti Puglia: «Con sciopero dei tir a rischio la spesa» Consegne ridotte oltre il 70%
2 Coldiretti Puglia, è pianta-mania: 68% cittadini con pollice verde Coldiretti Puglia, è pianta-mania: 68% cittadini con pollice verde Incentivi green col "bonus verde"
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.