Consiglio comunale di Trani
Consiglio comunale di Trani
Politica

Consiglio comunale e il caso della parentopoli in Stp: ecco gli interventi preliminari

Il consigliere De Toma denuncia, De Laurentis prende le distanze dalle gravi accuse

E' tornato oggi a riunirsi il Consiglio comunale. La seduta ha preso avvio al secondo appello (al primo erano presenti solamente 13 consiglieri) alle ore 16.30 con 18 presenti in aula.

Luciana Capone è il nuovo capogruppo consiliare di Noi a Sinistra.

Ecco gli interventi preliminari. Assente il sindaco e l'assessore Di Lernia perché impegnati al convegno sulla ludopatia al Polo Museale.

Pasquale De Toma (Forza Italia): «L'estate oramai è finita e cerchiamo di ricordare cosa è successo. Quello che mi ha più ha colpito è il video di propaganda, pubblicato a metà agosto. Le concessioni demaniali a favore di privati: bisogna ringraziare loro e non l'Amministrazione perché le concessioni erano scadute. Villa Telesio: grazie questa Amministrazione è stata acquisita come patrimonio comunale. Parco di Via Polonia: rientrava nel contratto di quartiere che noi abbiamo approvato. Tutto questo nel video non l'ho visto. Mancava poi la sagra della porchetta che ha insudiciato piazza Teatro. Prendo atto di chi si è prodigato per la riqualificazione della pista di pattinaggio. La stessa non è utilizzabile nelle ore notturne per via della mancanza d'illuminazione. Differenziata: siamo ancora al 20%. Paghiamo l'ecotassa maggiore di tutti. Avremmo gradito che si parlasse anche del problema lavoro: anche quest'estate abbiamo fatto un accesso agli atti per controllare le assunzioni Stp e abbiamo notato come dentro ci sono sempre i soliti parenti, figli di consiglieri, dirigenti ecc».

Irene Cornacchia (Pd): «Il mio ringraziamento va all'Amministrazione comunale e all'Asl Bat per aver collaborato e resisi disponibili al cambio del menù, utilizzato dal Servizio Refezione ed erogato negli istituti scolastici del Comune di Trani; per il lavoro svolto in tempi celeri, così come promesso nell'anno scolastico scorso. Il ringraziamento viene rivolto anche ai girigenti scolastici e ai genitori dei bambini, veri utenti del servizio, per l'attiva collaborazione prestata. Tale cambio ha permesso non solo di risolvere determinati punti critici (emersi durante le riunioni di confronto svoltesi tra Amministrazione e Commissione Mensa), ma anche e soprattutto di adeguare lo stesso menù alla norma in materia. Tutto questo a dimostrazione dell'esistenza di un sano collegamento tra utenza (bambini-famiglie), Amministrazione comunale,ASL, Istituti Scolastici, Gestore del servizio e del suo proficuo funzionamento».

Anna Maria Barresi (indipendente): «Voglio evidenziare che la struttura che è stata bonificata nel prolungamento in corso don Luigi Sturzo potrebbe essere utilizzata come casa per anziani. Il problema vero è che i vari terreni che creano disagio sono di proprietà del Comune. In questi terreni si annidavano cimici. Vigilanti: il controllo c'è stato? Il segretario generale mi ha detto che è compito del sindaco. Va data una risposta. Sottopasso in via de Robertis: ringrazio l'assessore Tondolo, l'incontro tra le varie figure apicali ci sarà il 1 o il 2 ottobre per capire a che punto è questa situazione. Volevo evidenziare una problematica che si è verificata in Amet: una nostra concittadina acquistando un appartamento dove prima c'era l'allaccio con Enel ha chiesto di fare il passaggio in Amet ma ha trovato ostruzionismo da alcuni funzionari dell'azienda. L'Enel ha, inoltre, aperto un nuovo punto a pochi passi dalla sede di Amet: qualcuno forse lavora contro il bene pubblico?».

Luisa Di Lernia (M5S): «Oltre 4 milioni di euro: questa la cifra che può darle una mano, che avrebbe dovuto instradare il sindaco a decidere contro l'au di Amiu. Rilevante nel bilancio di Amiu il costo del trasporto dei rifiuti alla discarica di Massafra. Il sistema di raccolta e smaltimento rifiuti ci costa moltissimo.Parliamo dal bilancio 2016/2017 delle sparizione di spese dei costi di trasporto. Sindaco, nel confermare l'attuale amministratore unico sta avvallando lo spreco di denaro pubblico, si sta rendendo complice di un sistema deleterio. Un sistema di raccolta e gestione dei rifiuti che produrrà ulteriori debiti fuori bilancio. Le dichiarazioni di Di Gregorio non ci risollevano per nulla. Parlano i fatti. Ludopatia: scommettiamo che del regolamento contro il gioco d'azzardo quest'Amministrazione non vuole sentir parlare per via delle sue fratture all'interno?»

Carlo Avantario (Pd): «Villa Telesio: Non mi vanterei troppo dell'acquisizione comunale di questo appezzamento di cemento. Quali vantaggi ha ricavato questo territorio?».

Raffaella Merra (indipendente): «De Toma ha denunciato l'assunzione di figli di consiglieri comunali nella Stp: vorrei che il verbale sia inoltrato alla Procura e che i consiglieri si dimettano immediatamente. I contributi elargiti alle associazioni proponenti di manifestazioni. Tutte queste associazioni sono collegati politicamente. A Trani Tradizioni, rispetto alle altre, è stato elargito un misero compenso e spero che prenda le distanze dal Comune. Tranincorsa: dovete sapere che molti di questi atleti sono degli sporcaccioni. Negli anni passati hanno fatto i loro bisogni nelle aiuole della villa comunale anche in altre strade adiacenti il punto di arrivo e di partenza della corsa. Chiedo che per rispetto delle donne e dei bambini questa manifestazione venga eliminata o che perlomeno la villa venga chiusa durante il suo svolgimento».

Leo Amoruso (Pd): «I privati hanno investito su Trani perché hanno ritrovato qualcosa a Trani. Sono tutte concessioni quindi due aspetti diversi. Istanza di accesso agli atti per alcune posizioni in Stp, insieme a Zitoli: alla nostra richiesta di assunzione e di modalità di assunzione, il presidente, dicendo che ci stava facendo un favore, ci ha detto che i consulenti possiamo andarli a vedere sul sito, che la prossima volta dobbiamo allegare fotocopia del documento d'identità (come se la pec di un consigliere non avesse valore legale), ci ha mandato solo un elenco di nomi senza data di nascita, posizione. Ci ha preso in giro. Secondo accesso agli atti: "non c'è il controllo analogo - ci dice il presidente, dicendo che - è possibile rivolgerci all'agenzia di somministrazione". Io devo andare non all'Stp, ma all'agenzia di somministrazione. Vero che l'Stp non è una società in house, ma partecipata al 100 per cento da enti. Ho studiato il testo unico delle partecipate e il codice degli appalti ma a fronte di un accesso agli atti le risposte vanno date. Non è una questione di nomi ma di modalità. Posizioni Stp: abbiamo chiesto l'istanza ma non abbiamo ricevuto le risposte che cercavamo».

Luciana Capone (Noi a Sinistra): «Si stanno attuando tutte le misure per contrastare il fenomeno. Il convegno tenutosi oggi è stato organizzato dal Pdz Trani-Bisceglie quindi qualcosa si sta muovendo. Notizia di due giorni fa: la Polizia locale sta facendo accertamenti».

Beppe Corrado (Area Popolare): «Quello che accade all'ufficio commerciale di Amet è una cosa inaudita. Nessun governo è in grado di porre rimedio allo strapotere dei dirigenti. Chi dovrebbe gestire il servizio del parcheggio lo gestisce male volutamente».

Pietro Lovecchio (Pd): «Caso Lampare: il 3 luglio si è conclusa la procedura ad evidenza pubblica, l'aggiudicazione avverrà a breve. Vorrei sapere le motivazioni dell'esclusione dei tre soggetti esclusi. Il soggetto destinatario cosa vorrà fare dei 20 ragazzi che precedentemente lavoravano nella struttura. I beni pignorati inciderà nella consegna dell'immobile?».

Mimmo de Laurentis (Pd): «Ufficio affissioni: affissioni abusive su plance dove aziende avevano pagato l'affissione. Sono state elevate delle sanzioni nei confronti di queste aziende? Ludopatia: come componente di terza commissione, riproporrò ancora una volta una modifica al regolamento Tari chiedendo agevolazioni agli esercizi pubblici che rimuoveranno le slot dai propri esercizi. È un impegno sociale ma è giusto contribuire a limitare questa patologia che sta affliggendo tanti nostri concittadini. Consiglieri che fanno accesso agli atti: io in passato ne ho fatti tanti, spesso quando ero consigliere di opposizione non mi venivano dati, un assessore mi denunciò perché dissi che ci nascondeva le carte, mi sono fatto cinque anni di processo e fui assolto, ma quello che mi fa specie è che un consigliere di maggioranza debba fare degli accessi agli atti per sapere cose dell'amministrazione. È un problema interno della maggioranza. Sulle parentopoli, bisogna fare i nomi, perché non accetto illazioni, io non voglio essere accomunato a nessuno. Ho un figlio disoccupato che non ha partecipato nemmeno alle rilevazioni per il censimento, nonostante abbia i requisiti, perché non posso accettare che siano fatte delle illazioni su di me. I presidenti delle aziende devono fornire nomi, cognomi, modalità di tutti gli assunti».

Emanuele Tomasicchio (indipendente): «Il consigliere di maggioranza De Laurentis dovrebbe essere il primo a chiedere l'accesso agli atti».

L'Amministrazione non ha replicato.
  • Consiglio Comunale
Altri contenuti a tema
Consiglio comunale, in aula in sette: seduta rinviata Consiglio comunale, in aula in sette: seduta rinviata Seconda convocazione giovedì 8 agosto alle ore 17
Riconoscimento debiti fuori bilancio: oggi in Consiglio comunale Riconoscimento debiti fuori bilancio: oggi in Consiglio comunale La convocazione fissata alle ore 17
Debiti fuori bilancio, il 1 luglio torna a riunirsi il Consiglio comunale Debiti fuori bilancio, il 1 luglio torna a riunirsi il Consiglio comunale Convocazione fissata alle ore 17
1 Consiglio comunale, approvato il Rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2018 Consiglio comunale, approvato il Rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2018 Bottaro: «C’è tanto da fare ma l’importante è aver intrapreso la giusta direzione e noi l’abbiamo fatto»
4 Basta con le sedute deserte. E hanno il coraggio di ripresentarsi? Basta con le sedute deserte. E hanno il coraggio di ripresentarsi? Rimandato in seconda convocazione il Consiglio comunale previsto ieri
Rendiconto di gestione esercizio finanziario 2018: oggi in Consiglio comunale Rendiconto di gestione esercizio finanziario 2018: oggi in Consiglio comunale Sono cinque i punti all'ordine del giorno
Rendiconto di gestione esercizio finanziario 2018: il 4 giugno in Consiglio comunale Rendiconto di gestione esercizio finanziario 2018: il 4 giugno in Consiglio comunale Cinque i punti all'ordine del giorno
Domenico Cognetti in Consiglio comunale: «Svolgerò l'incarico senza retribuzione» Domenico Cognetti in Consiglio comunale: «Svolgerò l'incarico senza retribuzione» In occasione del suo subentro il consigliere fa chiarezza sulla vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.