Eventi e cultura

Domenica a Trani la "Giornata dell'Albero"

Appuntamento con Legambiente in Piazza della Repubblica

Domenica 2 Dicembre 2007, dalle ore 10.30, i soci del circolo di Trani della Legambiente saranno impegnati, in Piazza della Repubblica, con la distribuzione di piante e piccoli alberi dell'ambiente Mediterraneo avuti dai vivai del Corpo Forestale dello Stato. L'iniziativa è rivolta a tutti i cittadini che vogliono migliorare le condizioni ambientali del proprio ambiente di vita e del Pianeta partendo dalla piantumazione di specie vegetali nel proprio giardino.
In questa drammatica fase storica che fa registrare su scala planetaria l'innalzamento termico legato all'effetto serra, l'iniziativa assume una doppia valenza: da un lato è uno stimolo a cambiare le proprie abitudini di vita proponendo ai cittadini un più stretto legame con le piante e quindi con la natura; dall'altro si vuole dare un concreto contributo, seppur poco più che simbolico, alla diminuzione di anidride carbonica nell'atmosfera.
A tal proposito ci preme sottolineare l'elevata funzione che gli alberi svolgono negli ecosistemi terrestri: basti pensare, infatti, che un solo albero, assorbe quasi 10 chili di anidride carbonica all'anno, nei suoi primi dieci anni di vita. Conseguentemente, una superficie arborea di soli mille metri quadrati produce in un anno circa una tonnellata di ossigeno.
L'iniziativa della Legambiente propone anche una analisi critica all'attuale modello di sviluppo che, con un nefasto effetto boomerang, si sta ritorcendo contro le stesse popolazioni del Pianeta. La manifestazione, pertanto, si inserisce anche nell'ambito delle iniziative denominate "Cambio di Clima" che tende a proporre ai cittadini più attenti e sensibili la riduzione dei consumi di idrocarburi fossili, non rinnovabili ed altamente inquinanti.
La distribuzione delle piante e dei piccoli alberi, tipici dell'ambiente mediterraneo e pedemurgiano, vuole anche inculcare nei cittadini la necessità e l'opportunità di piantumare nei terreni e nei giardini, specie autoctone e non esotiche; quest'ultime, infatti, mal s'inseriscono nell'ambiente pugliese che è sottoposto ad una rapida fase di desertificazione indotta dalle stesse azioni dell'uomo.
  • Legambiente
Altri contenuti a tema
La "Salsa Popolare", la ricetta per un mondo migliore La "Salsa Popolare", la ricetta per un mondo migliore L'iziativa cittadina volta al contrasto della povertà alimentare
1 Raccolta porta a porta, le proposte di Legambiente Trani Raccolta porta a porta, le proposte di Legambiente Trani Volte a "ridurre i rifiuti, aumentare la differenziata, ridurre i disagi ai cittadini, incrementare i posti di lavoro"
3 Isole ecologiche interrate e informatizzate, Legambiente Trani: «Soluzione costosa e puramente estetica» Isole ecologiche interrate e informatizzate, Legambiente Trani: «Soluzione costosa e puramente estetica» Per l'associazione non rappresenta un'alternativa valida al "porta a porta"
Raccolta differenziata, nel 2019 Trani ha speso circa 2milioni di euro in più rispetto Bisceglie Raccolta differenziata, nel 2019 Trani ha speso circa 2milioni di euro in più rispetto Bisceglie Legambiente elenca i vantaggi con l'avvio del sistema "porta a porta"
Nasce "Radio staffetta", il progetto web promosso da Legambiente Nasce "Radio staffetta", il progetto web promosso da Legambiente Coinvolti venti giovani under 30 del territorio
La salsa pugliese, gli alunni di Trani e Legambiente alla scoperta di antiche tradizioni La salsa pugliese, gli alunni di Trani e Legambiente alla scoperta di antiche tradizioni Il progetto all'insegna della produzione di buon cibo, del lavoro dignitoso e della valorizzazione del territorio
Monitoraggio delle acque lungo la costa, Trani entro i limiti di legge Monitoraggio delle acque lungo la costa, Trani entro i limiti di legge Concluse le analisi di Goletta Verde in Puglia
Goletta verde 2020, presentati i dati di Legambiente sullo stato di salute dei depuratori Goletta verde 2020, presentati i dati di Legambiente sullo stato di salute dei depuratori La Puglia continua a fare passi in avanti sulla chiusura del ciclo di tutela delle acque
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.