Politica

Ecoerre, per Tarantini l'allarmismo era fondato

Per l'ex sindaco la società avrebbe chiesto una nuova autorizzazione

"Altro che ricognizione, il nuovo piano regionale dei rifiuti adottato dal governo Vendola ha dato alla società Eco Erre l'occasione per presentare domanda di "autorizzazione integrata ambientale" al fine di realizzare a Trani quella discarica che tanto abbiamo avversato". L'ex sindaco Pinuccio Tarantini, che a febbraio, dopo l'allarme lanciato dal senatore Roberto Visibelli, si disse molto preoccupato per l'inserimento della discarica Ecoerre nella "ricognizione" degli impianti autorizzati, tabella allegata al nuovo piano regionale dei rifiuti, adesso parla carte alla mano. "Il 28 febbraio scorso – spiega – è pervenuta al Comune una "domanda di autorizzazione integrata ambientale" formulata dalla Eco Erre Srl alla Regione Puglia. Il titolare dell'impianto ubicato in contrada Puro Vecchio, ovvero l'amministratore della società in questione, ha chiesto l'autorizzazione propedeutica all'ultimazione dell'impianto e alla sua messa in funzione. Lo ha fatto, come evidenziato nel ricorso avverso il nuovo piano dei rifiuti dal legale del Comune, l'avvocato Paolo Minervini, proprio in virtù della "ricognizione" effettuata dal governo Vendola, che prevede come esistente la discarica in questione". Nel ricorso presentato dal Comune di Trani al Tar del Lazio contro il Piano Vendola è scritto testualmente che "la Eco Erre, ove volesse proseguire nel suo originario progetto per un impianto di smaltimento e recupero dei rifiuti speciali, dovrebbe dar corso ad una nuova progettazione e procedura di autorizzazione", idem per la discarica. Si legge ancora del ricorso: "Ritenere, invece, la discarica in questione siccome esistente (lì dove, come si è visto, non lo è e non lo potrebbe essere, sia in via di diritto che in via di fatto, non essendo materialmente realizzabile in conformità all'approvazione a suo tempo ricevuta) potrebbe esimere la Eco Erre da tali procedure, privando gli enti competenti delle funzioni loro attribuite per legge ed impedendo ad essi la cura degli interessi cui sono preposti". "E in effetti la Eco Erre – prosegue Tarantini – ha presentato una nuova domanda di autorizzazione. Quella "semplice ricognizione", dunque, così come temevo, ha rimesso in moto un procedimento che il Comune di Trani, compresa la mia amministrazione, ha avversato con tutte le sue forze e il contenzioso operosissimo (vedi debiti fuori bilancio) non può che confermarlo". "Ora – conclude il candidato sindaco della Cdl – mi aspetto che si riesca a fare fronte comune per contrastare il piano regionale". In alto una'immagine di repertorio
  • Pinuccio Tarantini
Altri contenuti a tema
Processo "Estati Tranesi", mercoledì la conferenza con i sei prosciolti Processo "Estati Tranesi", mercoledì la conferenza con i sei prosciolti All'Hotel San Paolo i protagonisti dell'annosa vicenda giudiziaria
La settimana del riscatto...solo per qualcuno: ecco i voti di Giovanni Ronco La settimana del riscatto...solo per qualcuno: ecco i voti di Giovanni Ronco Gargiuolo, Felice Di Lernia, Sotero-Loconte-Tarantini, Rutigliano, oltre a bilancio e "casa Bovio"
Scuola di formazione politica: buona la prima con Tarantini Scuola di formazione politica: buona la prima con Tarantini Intanto il centrodestra tranese si spacca ulteriormente, "veto" contro le partecipazioni
Politica, al via scuola di formazione targata centrodestra Politica, al via scuola di formazione targata centrodestra Primo appuntamento il 20 marzo con ospite Pinuccio Tarantini
Politica,  ma non solo. Tutti i "voti" e i volti della settimana appena trascorsa Politica, ma non solo. Tutti i "voti" e i volti della settimana appena trascorsa Menzione speciale per Chiara Mastrototaro nelle pagelle di Giovanni Ronco
Se ne va Salvatore Tatarella: il cordoglio di Trani Se ne va Salvatore Tatarella: il cordoglio di Trani I messaggi di dolore di Pinuccio Tarantini e Raimondo Lima
L’ipocrisia su Palazzo Beltrani e il cardinal Tarantini giudice da talent L’ipocrisia su Palazzo Beltrani e il cardinal Tarantini giudice da talent Dall'1 gennaio vigili e protezione civile rispondono a comandante Cuocci e sindaco, non all’assessore
Caos antenne telefoniche, arriva l'infomazione dei Verdi Caos antenne telefoniche, arriva l'infomazione dei Verdi Sabato 24 fissato incontro organizzato con Legambiente
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.