Mino Acquaviva
Mino Acquaviva
Vita di città

Girolamo Acquaviva: «Spese di gestione insostenibili. Chiusure e ristori per tutti»

Il presidente a margine del sit-in organizzato questa mattina da Confcommercio Trani

«Siamo scesi in piazza per dar voce alla nostra situazione, ormai da tempo, incerta e instabile». Sono le parole di Girolamo Acquaviva di Confcommercio Trani margine del sit-in svoltosi questa mattina davanti a Palazzo di Città.

«Lo Stato, non è riuscito, come doveva, a gestire al meglio questa pandemia e ha riversato sui commercianti e artigiani il peso delle sue inadeguate misure di contenimento. Le attività non sono più in grado di andare avanti con questa situazione e i ristori sono insufficienti per risollevare le ormai, grandi lacune accumulate in mesi di inattività, senza considerare che alcune categorie sono state completamente dimenticate.

Ogni giorno le spese di gestione per le attività chiuse, o aperte (in parte) aumentano sempre più e i pagamenti sono diventati insostenibili per chiunque. Ormai, dopo un anno di pandemia, nessuno ha più risorse da cui attingere; ci stiamo indebitando senza sapere se potremmo mai far fronte ai troppi debiti accumulati. Ci chiediamo cosa stia accadendo e quante e quali siano le violazioni alla nostra costituzione, ai nostri diritti, ormai dimenticati e messi da parte proprio da chi dovrebbe garantirne l'attuazione. vogliamo aprire in sicurezza già da domani mattina visto che abbiamo già applicato in ogni settore tutti i protocolli di sicurezza per il contenimento dell'epidemia. lo Stato dovrebbe garantire, tutelare i nostri diritti, controllare e monitorare il territorio!

Quello che chiediamo oggi è "equita', vogliamo essere tutti penalizzati e aiutati allo stesso modo. Coerenza e strategia: o chiudi tutto per un mese, dando il giusto ristoro a tutti, oppure ci lasci lavorare, anche di sera, magari spostando di poco il coprifuoco per permettere a tutti di fare almeno un turno! Concludo…chiediamo di restare aperti con le dovute precauzioni! Non vogliamo piu' "sorprese"!».
  • Covid
Altri contenuti a tema
Covid, Amati: "Su 160mila senza vaccino, 19mila sono fragilissimi” Covid, Amati: "Su 160mila senza vaccino, 19mila sono fragilissimi” La denuncia del presidente della Commissione regionale Bilancio e Programmazione
Covid, in Puglia 567 positivi su circa 10mila test: 67 nella Bat Covid, in Puglia 567 positivi su circa 10mila test: 67 nella Bat 11 i decessi, 1 nella sesta provincia
7 La Puglia ti vaccina. Ma i cambi di calendario penalizzano alcune classi di utenti La Puglia ti vaccina. Ma i cambi di calendario penalizzano alcune classi di utenti La denuncia di un cittadino tranese, che si è rivolto all'Autorità Giudiziaria
1 Covid: 591 casi in Puglia, 109 e un decesso nella Bat Covid: 591 casi in Puglia, 109 e un decesso nella Bat Il bollettino odierno
Covid, in arrivo 1 milione di dosi in Puglia entro il 2 giugno Covid, in arrivo 1 milione di dosi in Puglia entro il 2 giugno Negli ultimi due giorni 141mila dosi Pfizer e 24mila di Moderna
1 Covid: cinque decessi nella Bat Covid: cinque decessi nella Bat 31 decessi in Puglia mentre i contagi calano lievemente
2 Vaccini, da lunedì prenotazioni per gli over 40: ecco il calendario Vaccini, da lunedì prenotazioni per gli over 40: ecco il calendario Accellera la campagna vaccinale in Puglia secondo l'ordinanza del Commissario Figliuolo
Covid, Coldiretti Puglia: «Green pass vaccinale scaricabile in Puglia salva economia e lavoro» Covid, Coldiretti Puglia: «Green pass vaccinale scaricabile in Puglia salva economia e lavoro» «Accelerazione vaccini vale 20 milioni al giorno»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.