Scuola
Scuola
Vita di città

Il Comune rinnova il sostegno didattico a favore di minori svantaggiati

Riprende il servizio interrotto a causa della stretta sui conti

Il Comune di Trani, attraverso un atto di indirizzo espresso con delibera di giunta, ha deciso di attivare il sostegno didattico a favore di minori svantaggiati, servizio garantito da nove anni e che era stato temporaneamente sospeso, a causa dei vincoli di spesa imposti in precedenza dalla Corte dei Conti.

Da anni il Comune ha intrapreso un percorso teso a contenere il fenomeno della dispersione scolastica. Dal 2006, infatti, si è dato vita a un progetto di sostegno didattico-educativo proposto da realtà del Terzo Settore, le quali, dopo un'attenta lettura dei bisogni del territorio, hanno proposto due modi d'intervento sociale differenti. Le realtà di riferimento sono la Cooperativa Xiao Yan e i Padri Rogazionisti, uniche due a disporre delle autorizzazioni ai sensi di legge, con due servizi di attuazione differenti.

Il primo mira ad offrire un servizio di integrazione sociale, che in molti casi ha portato ad evitare l'istituzionalizzazione di minori, è un servizio che permette a molti bambini di vivere esperienze di crescita, creando attorno a loro una vera rete sociale formata da scuola, famiglia, servizi sociali e operatori del terzo settore. I risultati raggiunti sono stati molteplici, l'ambiente che si crea tra i ragazzi permette l'integrazione tra soggetti con storie differenti, ed oltre allo svolgimento dei compiti scolastici, i bambini e i ragazzi hanno la possibilità di socializzare attraverso uno strumento importante, ma spesso sottovalutato: il gioco. In questo frangente, vengono offerte una serie di attività che durante l'anno permettono loro di vivere uscite ludico-didattiche presso parchi gioco ed altre mete.

Il secondo servizio ha consentito a ragazzi che vivono situazioni di fragilità familiari, di essere collocati presso una struttura capace di offrire un'accoglienza diurna per minori. Questo ha permesso il recupero di storie delicate e drammatiche. La presenza dei Padri Rogazionisti sul territorio è ben nota per l'assistenza che ha sempre dato nel tempo a famiglie in gravi condizioni socio-economiche. Assente, al momento del voto, per evitare conflitti d'interesse, l'assessore al ramo, Debora Ciliento.
  • Scuola
  • Sociale
Altri contenuti a tema
Il liceo Vecchi di Trani protagonista assoluto nei giochi sportivi studenteschi 2018/2019 Il liceo Vecchi di Trani protagonista assoluto nei giochi sportivi studenteschi 2018/2019 A salire sul gradino più alto del podio sono stati gli alunni della squadra maschile di pallavolo
Scuole, iniziate le operazioni di consegna di nuovi banchi e sedie Scuole, iniziate le operazioni di consegna di nuovi banchi e sedie L'iniziativa dell'Amministrazione dopo le segnalazioni dei dirigenti scolastici
2 Addio a Mimmo Mele, sindacalista della scuola Addio a Mimmo Mele, sindacalista della scuola È stato per anni una guida ed un prezioso consigliere per tanti docenti tranesi e della provincia
Scuole e sicurezza: ora tutti vogliono i controlli Scuole e sicurezza: ora tutti vogliono i controlli Mazza e panella di Giovanni Ronco
Sulla scuola Papa Giovanni cala (anche) il buio Sulla scuola Papa Giovanni cala (anche) il buio Illuminazioni spente da giorni. I genitori temono l'avvento di vandali e ladri
Scuola De Bello, Trani Sociale chiede la riapertura dell'istituto Scuola De Bello, Trani Sociale chiede la riapertura dell'istituto Questa mattina protocollata la richiesta al sindaco Bottaro
Scuola Papa Giovanni, il plesso resterà chiuso per un «medio-lungo periodo» Scuola Papa Giovanni, il plesso resterà chiuso per un «medio-lungo periodo» L'assessore Laurora risponde ai dubbi dei genitori degli alunni e del personale scolastico
Futuri imprenditori a Villa Schinosa Trani Futuri imprenditori a Villa Schinosa Trani Gli alunni della scuola Baldassarre alle prese con nuove idee imprenditoriali per rilanciare l’autoimpiego al Sud
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.