Il Futuro che vorrei
Il Futuro che vorrei
Enti locali

Il futuro che vorrei, gli studenti delle scuole superiori di Trani raccontano la città ideale

Il progetto ideato dall’assessorato alle Politiche Giovanili entra nel vivo e avvia il confronto tra il Comune e i tremila studenti coinvolti nel contest

Reel, video, speech, grafiche, i linguaggi utilizzati dai ragazzi saranno il mezzo attraverso il quale il Comune di Trani proverà ad intercettare le idee più interessanti e le proposte più innovative dei giovani cittadini che si affacciano alla vita, grazie al contest "Il futuro che vorrei", progetto avviato da Alessandra Rondinone, assessore alle Politiche Giovanili e Vincenzo Topputo, consigliere con delega alle Politiche Giovanili in collaborazione con il dirigente Alessandro Attolico. Il progetto mira ad avvicinare i giovani alla vita di città usando un linguaggio a loro familiare, certamente più avvincente e creativo rispetto a quello istituzionale, utilizzando i canali social e una votazione che renderà competitiva la costruzione della città ideale attraverso i due principali temi proposti: la città che vorrei e giovani e sentimenti. Il contest è già stato presentato nell'Ites Aldo Moro e nell'Iiss Sergio Cosmai, i primi due istituti coinvolti, dal volto di TeleSveva Francesco Donato che, oltre agli studenti presenti negli auditorium degli istituti superiori, ha accolto anche le istituzioni, l'assessore Alessandra Rondinone e il sindaco di Trani Amedeo Bottaro in un dibattito molto interessante tra generazioni.

"La cosa pubblica è di tutti voi, non delegate ad altri!". È questo l'auspicio con cui il sindaco Bottaro esorta i ragazzi a partecipare al contest con passione ed entusiasmo, e aggiunge: "Siate creativi e mai banali, l'opportunità di far sentire la vostra voce per migliorare la città è reale: esigenze, aspettative, richieste. Avete la possibilità di partecipare ai processi decisionali".

"Non solo il bene pubblico, nel progetto sono contemplati anche i giovani e sentimenti" annuncia l'assessore Rondinone, e aggiunge: "In un momento in cui il dibattito è apertissimo sulle relazioni e sulle conseguenze a volte tragiche, siamo molto interessati a conoscere il punto di vista dei ragazzi che si affacciano alle vicende della vita, a volte così tanto travolgenti da far perdere gli equilibri".

I dieci migliori elaborati, due per ciascun istituto, saranno premiati durante l'evento finale in programma il 19 maggio in piazza della Repubblica, i quali si aggiudicheranno un viaggio di istruzione a Roma con visita a musei e istituzioni.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Andrea Lippolis vincitore del Premio di Poesia Unesco Andrea Lippolis vincitore del Premio di Poesia Unesco Il concorso era rivolto alle studentesse e agli studenti della città di Trani
"25 marzo sarà il vostro inferno", ecco cosa c'è scritto sui biglietti trovati in stazione "25 marzo sarà il vostro inferno", ecco cosa c'è scritto sui biglietti trovati in stazione In corso ispezioni e bonifiche
Allarme bomba a Trani, aggiornamenti in tempo reale Allarme bomba a Trani, aggiornamenti in tempo reale In corso verifiche e controlli da parte delle forze dell'ordine
"Allarme bomba in una scuola di Trani", tutti gli istituti restano chiusi "Allarme bomba in una scuola di Trani", tutti gli istituti restano chiusi Le forze dell'ordine sono all'opera per ispezionare tutti gli edifici scolastici
Ultimi giorni per partecipare al contest "Il futuro che vorrei" e vincere un viaggio a Roma Ultimi giorni per partecipare al contest "Il futuro che vorrei" e vincere un viaggio a Roma Reel per raccontare l’educazione sentimentale e la città ideale utilizzando i social
Prevenire le malattie ematologiche, l'Ail incontra i ragazzi delle superiori di Trani Prevenire le malattie ematologiche, l'Ail incontra i ragazzi delle superiori di Trani All'iniziativa ha aderito il liceo scientifico
Il Liceo Da Vinci di Bisceglie ospite di Mastrototaro Food Il Liceo Da Vinci di Bisceglie ospite di Mastrototaro Food Gli studenti del liceo hanno trascorso una giornata di formazione in azienda
Parte al Lotti-Umberto I la sperimentazione della filiera tecnico-professionale del 4+2 Parte al Lotti-Umberto I la sperimentazione della filiera tecnico-professionale del 4+2 I ragazzi potranno conseguire il diploma al termine del quarto anno
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.