Mario Draghi
Mario Draghi
Attualità

Il premier Draghi annuncia: «Prossime riaperture in sicurezza»

Il presidente del Consiglio ha ribadito che il Governo deciderà in base all'andamento dei contagi e delle vaccinazioni

«Le prossime settimane devono essere settimane di riaperture, ma di riaperture in sicurezza. Più celermente procedono le vaccinazioni, più celermente procederanno le riaperture. Le riaperture dovranno esserci, ma non ho una data, perché dipende dall'andamento dei contagi, e anche dall'andamento delle vaccinazioni nelle categorie a rischio».

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in conferenza stampa, è cauto sulle riaperture in Italia, anche se ribadisce che per far ripartire l'economia del Paese è necessario lavorare ora per il futuro prossimo.

«Importante prepararsi ora alla stagione turistica, ci sono già prenotazioni da parte di italiani, ma non ci sono i turisti stranieri. È necessario annunciare che siamo pronti ad accogliere i turisti stranieri che avranno un certificato vaccinale, fondamentale iniziare a farlo poi ci dovremo preoccupare del punto di vista etico. Necessario anche un piano per la riapertura di fiere ed eventi, bisogna andare svelti o rischiamo di perdere la stagione estiva. Stiamo guardando al futuro, non quello lontano, ma quello delle prossime settimane».

«La data del 30 aprile è la data di scadenza del periodo previsto dall'ultimo decreto - aggiunge Draghi - ma qualora l'andamento della situazione lo permetta si possono riconsiderare le cose anche prima del 30 aprile. Avere delle date implica che io conosca i valori dei parametri rilevanti ad una certa data, è chiaro che ci sono regioni più avanzate, ad esempio nella campagna vaccinale, e questo influirà sulle riaperture».

E sulla scuola ribadisce la volontà di tenerla aperta in presenza, sottolineando che: «Obiettivo del Governo deve essere quello di dare ai ragazzi almeno un mese pieno di attività scolastica prima della fine dell'anno».

Entro aprile si dovrebbero terminare le vaccinazioni degli over 80 e gran parte degli over 70. E a breve dovrebbe arrivare una direttiva che colleghi vaccinazioni a riaperture. Tra pochi giorni arriverà anche il nuovo decreto che conterrà sia sostegni all'economia, che misure economiche necessarie per le riaperture.
  • Covid
Altri contenuti a tema
Bottaro: «Verso l'arancione, ma attenzione ai focolai nelle nostre case» Bottaro: «Verso l'arancione, ma attenzione ai focolai nelle nostre case» Dopo una video riunione con l'assessore Lopalco i dati di Bat e Puglia, mentre altri vaccini sono arrivati
Emiliano: «È molto probabile che da lunedì la Puglia torni in zona arancione» Emiliano: «È molto probabile che da lunedì la Puglia torni in zona arancione» Intervistato durante Coffee break su La7 il governatore sottolinea sulla scuola: «Obiettivo fondamentale rientrare bene ad ottobre»
Covid, a Trani stabile la curva dei contagi: 270 i casi attualmente positivi Covid, a Trani stabile la curva dei contagi: 270 i casi attualmente positivi Emiliano scrive a Speranza: «Valutare la possibilità di riapertura dal 26 aprile»
Vaccinazioni, al via le adesioni per i nati nel 1960/61 Vaccinazioni, al via le adesioni per i nati nel 1960/61 Necessaria la prenotazione sulla piattaforma "La Puglia ti vaccina"
Falsa positività in una scuola di Trani, la maestra rientra al suo posto Falsa positività in una scuola di Trani, la maestra rientra al suo posto L'insegnante negativa al secondo tampone eseguito dall'Asl
Covid, calano i numeri del contagio in Puglia con 1.180 nuovi casi in Puglia, ma sono ben 216 nella Bat Covid, calano i numeri del contagio in Puglia con 1.180 nuovi casi in Puglia, ma sono ben 216 nella Bat Sono 24 i decessi, nessuno nella nostra provincia
Puglia in zona rossa fino al 30 aprile Puglia in zona rossa fino al 30 aprile Il ministro Speranza firma nuova ordinanza
Stagione balneare, al via il 15 maggio. Iniziano le prenotazioni anche a Trani Stagione balneare, al via il 15 maggio. Iniziano le prenotazioni anche a Trani Capacchione (Sib): «Vaccinate i bagnini addetti al primo soccorso»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.