Discarica Trani
Discarica Trani
Ambiente

Impianto di percolato, un gruppo di cittadini: «E' calato il silenzio»

Ecco i quesiti posti all'Amministrazione

E' calato il silenzio sulla questione impianti per l'emungimento del percolato e stazione di trasferenza nella nostra città. Anche sulle perquisizioni personali, locali e sul sequestro da parte della Guardia di Finanza di copiosa documentazione avvenuta nell'ufficio tecnico del Comune di Trani e della provincia BAT non si è saputo nulla.

Le accuse, abbiamo appreso dalla stampa, sono a vario titolo di truffa aggravata, corruzione propria e impropria e concessione di appalti e subappalti non autorizzati dirette a 13 persone, alcune delle quali con incarichi dirigenziali presso la provincia Bat, coinvolto anche un dirigente del Comune di Trani. I funzionari della provincia coinvolti si sono dimessi.

E' per questo motivo che nella qualità di cittadini, che hanno partecipato attivamente al procedimento avente ad oggetto la realizzazione di due impianti per rifiuti nella città di Trani, abbiamo inoltrato una nota al Segretario Generale del Comune di Trani, nella qualità di garante della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza.

Riportiamo di seguito il testo della nota. "I sottoscritti dott. Antonio Carrabba (portavoce AEA), avv. Nicola Ulisse, (Codacons), avv. Maria Grazia Cinquepalmi, Ing. Rita Grazia Reggio, Dott.ssa Maria Teresa De Vito, Dott. FrancescoBartucci, dott. Vincenzo Falco, dott. Siro Sterpellone, prof. Pietro Ferreri, nella qualità di cittadini del Comune di Trani, che hanno partecipato attivamente al procedimento avente ad oggetto la realizazzione di due impianti per rifiuti nella città di Trani, espongono quanto segue.

Attraverso la stampa abbiamo appreso degli accertamenti e le perquisizioni della Guardia di Finanza dei giorni scorsi, eseguite nei confronti del Dirigente dell'Ufficio Tecnico – Area Urbanistica – Arch. Francesco Gianferrini, presso la sua abitazione, la Provincia e il Comune di Trani, nell'ambito del procedimento penale che vede coinvolti Funzionari di altre Amministrazioni e Professionisti, tra cui l'ing. Paolo Misuriello, collaudatore della discarica di Puro Vecchio giusta Determinazione Dirigenziale - Area Urbanistica n. 122/1063 del 9/9/2021, impongono una valutazione sull'attività che il Comune di Trani, nella persona del Segretario Generale, ha posto in essere nei loro confronti al fine di prevenire eventuali danni all'attività amministrativa dell'Ente oltre che situazioni in grado di compromettere, anche solo potenzialmente, l'esercizio imparziale ed obiettivo delle relative funzioni loro affidate.

In presenza di fatti che configurano ipotesi penalmente rilevanti il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza è tenuto immediatamente ad intervenire al fine di verificare l'adeguatezza delle misure di prevenzione della corruzione nell'area a rischio "urbanistica", valutando l'opportunità/obbligo di procedere al trasferimento del dipendente ad altro incarico. In considerazione di quanto sopra, chiediamo al Segretario Generale di rendere noto se e quali procedimenti/provvedimenti abbia attivato. A tal fine ciò che l'ANAC raccomanda è di adottare comunque un provvedimento in cui si dia conto dell'applicazione o meno della misura e di motivarlo adeguatamente.

Tanto premesso, i sottoscritti evidenziano che in data 20/5/2022 è prevista la Conferenza di Servizi PAUR con la Regione Puglia, i vari Enti intervenuti e il Comune di Trani avente ad oggetto la realizzazione dell'impianto per l'emungimento del percolato e di una stazione di trasferenza.

Con la presente si chiede di sapere chi vi parteciperà per conto del Comune di Trani. Si chiede, altresì, di rimuovere l'ing. Paolo Misuriello dall'incarico di cui alla Determina Dirigenziale Area Urbanistica n. 122/1063 del 9/9/2021. Inoltre, si evidenzia che – ad oggi - l'Ufficio Tecnico non ha provveduto a riscontrare le nostre osservazioni datate 19/4/2022 sulla DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 9/3/2022 "Progetto di realizzazione di una stazione di trasferenza rifiuti e di un impianto di trattamento percolato da realizzare nel comune di Trani in località "Puro Vecchio – approvazione del progetto definitivo in variante allo strumento urbanistico vigente PUG".

Pertanto, con la presente chiediamo che il Segretario Generale nel rispetto dei principi di imparzialità, di buon andamento e di regolare svolgimento dell'attività amministrativa solleciti urgente seguito alle nostre osservazioni, poiché le stesse rappresentano un apporto collaborativo e di partecipazione alla vita civile dei cittadini in funzione di interessi generali." Siamo certi che il Segretario Generale riscontrerà le nostra nota e solleciterà l'Ufficio preposto a riscontrare le nostre osservazioni.

Dott. Antonio Carrabba (portavoce AEA)
Avv. Nicola Ulisse (Codacons)
Avv. Maria Grazia Cinquepalmi
Ing. Rita Grazia Reggio
Dott.ssa Maria Teresa De Vito
Dott. Francesco Bartucci
Dott. Vincenzo Falco
Dott. Siro Sterpellone
Prof. Pietro Ferreri
  • Discarica
Altri contenuti a tema
Impianto di percolato: le osservazioni di un gruppo di cittadini e associazioni Impianto di percolato: le osservazioni di un gruppo di cittadini e associazioni «Ancora una volta invitiamo Sindaco e amministratore Amiu ad un pubblico, civile e leale confronto»
Impianto di percolato a Trani: ancora al vaglio le potenziali criticità Impianto di percolato a Trani: ancora al vaglio le potenziali criticità Evidenziate dal comitato ambientale a seguito di ulteriori perizie tecniche
7 Discarica, Di Leo: «Ancora oggi nessuno riesce a dire perché nel 2014 ci fu fuoriuscita di percolato» Discarica, Di Leo: «Ancora oggi nessuno riesce a dire perché nel 2014 ci fu fuoriuscita di percolato» Il commento del consigliere della Lega dopo il sopralluogo di ieri
Discarica, Cornacchia: «I lavori procedono con regolarità» Discarica, Cornacchia: «I lavori procedono con regolarità» L'esito di un sopralluogo con consiglieri, tecnici, dirigenti e l'assessore Colangelo
5 Impianto di trattamento del percolato: il Ministero chiede una relazione sullo stato dei luoghi Impianto di trattamento del percolato: il Ministero chiede una relazione sullo stato dei luoghi Un gruppo di cittadini e associazioni aveva inviato una nota
Impianto di trattamento percolato: un gruppo di cittadini chiede alla Regione riscontro alle osservazioni Impianto di trattamento percolato: un gruppo di cittadini chiede alla Regione riscontro alle osservazioni La nota inviata via pec ai vertici del Dipartimento ambiente e paesaggio
Legambiente: «L'impianto di trattamento del percolato è utile, ecco perché» Legambiente: «L'impianto di trattamento del percolato è utile, ecco perché» «Fermo restando che venga data la garanzia che l'Amiu sia il soggetto gestore dell’impianto»
Impianto di trattamento del percolato, Libera chiede chiarimenti Impianto di trattamento del percolato, Libera chiede chiarimenti Ma specifica: «Fermo restando che si tratta di un presidio ambientale imposto dalla legge al servizio di ogni discarica»
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.