Cern Bovio Rocca Palumbo
Cern Bovio Rocca Palumbo
Scuola e Lavoro

In visita al Cern di Ginevra i ragazzi della scuola media Rocca-Bovio-Palumbo

La straordinaria esperienza nel cuore della ricerca scientifica mondiale

Per la seconda volta in 6 mesi la "Rocca Bovio Palumbo" ha portato gli alunni nel cuore della ricerca scientifica mondiale, al CERN di Ginevra. Questa volta ben 41 sono gli alunni che, accompagnati dalle prof.sse Narcisi, Cassanelli e Cuocci, e dal Dirigente Scolastico, prof. Giovanni Cassanelli, che ha organizzato l'intera operazione, hanno potuto visitare i laboratori e le straordinarie strutture dell'esperimento CMS, acronimo di Compact Muon Solenoid, lo straordinario acceleratore di particelle, lungo ben 27 km e collocato a una profondità di 90 metri sottoterra, all'interno del quale avvengono milioni di collisioni di particelle al fine di risalire ai mattoni costitutivi della materia.

Le 4 guide che hanno accompagnato i ragazzi, tutti ricercatori del CERN (ben 4.000 sono quelli impegnati nell'esperimento), hanno risposto alle decine di domande poste dai curiosissimi alunni che hanno dato prova, nonostante la loro giovanissima età, di possedere già ottime conoscenze scientifiche tali da comprendere appieno gli aspetti di una ricerca evidentemente complessa.

Decisamente affascinante anche la seconda parte della visita, presso le "Exhibitions" di Meyrin, un vero e proprio laboratorio interattivo laddove i ragazzi hanno potuto direttamente esercitare le proprie competenze scientifiche lavorando con macchine e strumenti scientifici che hanno loro permesso di sperimentare principi fisici quali, ad esempio, i campi magnetici o i campi elettrici, nonché di cimentarsi in attività che hanno loro consentito di attuare vere e proprie tecniche di problem solving in gruppi di lavoro cooperativo.

Essenziale, infine, per loro, l'aver respirato l'aria di internazionalità che si respira al CERN grazie alla contemporanea presenza di ricercatori di decine di nazionalità diverse, vero e proprio manifesto della cultura della pace e della solidarietà in vista del raggiungimento del bene comune, che interessa e affratella tutti i popoli a prescindere da qualunque tipo di differenza.

Un viaggio, dunque, quello al CERN, che certamente rimarrà impresso nei cuori e nelle menti dei ragazzi della "Rocca Bovio Palumbo" e che sicuramente sarà per loro foriero di nuovi stimoli per il futuro aprendo a nuove prospettive di studio e, successivamente, professionali in nome della ricerca scientifica.
Rocca Bovio Palumbo CERN GinevraRocca Bovio Palumbo CERN GinevraRocca Bovio Palumbo CERN Ginevra
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Il Liceo Da Vinci di Bisceglie ospite di Mastrototaro Food Il Liceo Da Vinci di Bisceglie ospite di Mastrototaro Food Gli studenti del liceo hanno trascorso una giornata di formazione in azienda
Parte al Lotti-Umberto I la sperimentazione della filiera tecnico-professionale del 4+2 Parte al Lotti-Umberto I la sperimentazione della filiera tecnico-professionale del 4+2 I ragazzi potranno conseguire il diploma al termine del quarto anno
All'istituto San Paolo un corso di primo soccorso con gli operatori Oer Trani All'istituto San Paolo un corso di primo soccorso con gli operatori Oer Trani L'evento ha visto la partecipazione di genitori e nonni
Gli studenti dell'audiovisivo di Trani incontrano Kasia Smutniak e Marella Bombini Gli studenti dell'audiovisivo di Trani incontrano Kasia Smutniak e Marella Bombini Un dibattito sul documentario "Mur" sui migranti in cerca di asilo
L'associazione I Colori dell'Anima sul sito della Scuola della Felicità L'associazione I Colori dell'Anima sul sito della Scuola della Felicità Il progetto di Mariano Laudisi abbraccia l'operato svolto dall'associazione
Il futuro che vorrei, gli studenti delle scuole superiori di Trani raccontano la città ideale Il futuro che vorrei, gli studenti delle scuole superiori di Trani raccontano la città ideale Il progetto ideato dall’assessorato alle Politiche Giovanili entra nel vivo e avvia il confronto tra il Comune e i tremila studenti coinvolti nel contest
La Scuola della felicità raccontata anche a Trani: il "metodo Laudisi" conquista sempre di più La Scuola della felicità raccontata anche a Trani: il "metodo Laudisi" conquista sempre di più Il giovane insegnante pugliese è stato ospite della associazione "I colori dell'anima"
Un ponte tra scuole: "There are no boundaries - Non ci sono confini - Pas de limite" Un ponte tra scuole: "There are no boundaries - Non ci sono confini - Pas de limite" Tra gli alunni della Rocca Bovio Palumbo e quelli di Jauno-Lideru-Vidusskola di Ligatne in Lettonia
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.