Michele Ruggiero
Michele Ruggiero
Cronaca

Indagine su Berlusconi, bufera sul pm Ruggiero

Non informò per tempo il procuratore Capristo: chiesta la condanna. Ipotizzata la violazione del regolamento interno della procura

Condannare alla censura il pm di Trani Michele Ruggiero, che avviò l'inchiesta (poi trasmessa a Roma) sulle presunte pressioni dell'allora premier, Silvio Berlusconi, al commissario Agcom Giancarlo Innocenzi, per la chiusura di Annozero. E' la richiesta che ha avanzato il sostituto pg della Cassazione Aurelio Galasso nel processo davanti alla sezione disciplinare del Csm in cui il magistrato è accusato di non aver informato né prima né subito dopo il procuratore Carlo Maria Capristo dell'iscrizione di Berlusconi, Innocenzi e del direttore del Tg1 Augusto Minzolini nel registro degli indagati. Ma il "tribunale delle toghe", dopo due ore di camera di consiglio, ha ritenuto di riaprire l'istruttoria e ha disposto l'audizione per il 28 maggio prossimo di altri due magistrati della procura di Trani. Ne da notizia il sito Internet di Repubblica Bari.

Ruggiero - come ricorda La Repubblica - iscrisse Berlusconi nel registro degli indagati l'8 marzo del 2010 e quattro giorni dopo la notizia venne pubblicata dal Fatto quotidiano assieme al contenuto di alcune intercettazioni in cui il presidente del Consiglio dell'epoca conversando con Innocenzi e il direttore del Tg1 Minzolini manifestava la sua intolleranza per la trasmissione di Santoro. Nemmeno 24 ore dopo l'allora ministro della Giustizia Angelino Alfano dispose un'ispezione a Trani. Ruggiero deve rispondere di non aver informato per tempo il suo capo, violando così il regolamento interno della procura e comportandosi comunque in modo scorretto visto l'estremo rilievo pubblico e politico delle persone coinvolte.
  • Inchieste Berlusconi
  • Procura di Trani
Altri contenuti a tema
Accessi al mare, controlli della magistratura e Guardia costiera sulla costa tranese Accessi al mare, controlli della magistratura e Guardia costiera sulla costa tranese L'indagine coordinata dalla Procura di Trani volta ad accertare la libera fruibilità degli arenili e del demanio marittimo
Mafie nella Bat, procuratore Nitti: «Se non reagiamo adesso sarà troppo tardi» Mafie nella Bat, procuratore Nitti: «Se non reagiamo adesso sarà troppo tardi» L'arcivescovo d'Ascenzo richiama l'urgenza di «costruire un villaggio educativo»
1 Allarme del procuratore Nitti, Pes: "Una testata che serva a farci rialzare la testa" Allarme del procuratore Nitti, Pes: "Una testata che serva a farci rialzare la testa" Il commento dopo la nota diffusa dalla Procura sulla criminalità nella Bat
3 Bat, una provincia depredata da una criminalità sempre più dilagante Bat, una provincia depredata da una criminalità sempre più dilagante Una lunga nota alla stampa del Procuratore della Repubblica Nitti riguardo la grave situazione della nostra provincia
La morte del prof. Schonauer si tinge di giallo: i familiari cercano verità sulle cause del decesso La morte del prof. Schonauer si tinge di giallo: i familiari cercano verità sulle cause del decesso I carabinieri intervenuti al funerale tenutosi ieri a Trani
3 Morte Abbatangelo, la Procura apre un'inchiesta: indagati 18 sanitari tra Trani e Barletta Morte Abbatangelo, la Procura apre un'inchiesta: indagati 18 sanitari tra Trani e Barletta L'ipotesi di reato è cooperazione in omicidio colposo. Sabato 28 l'autopsia
Renato Nitti è il nuovo procuratore della Repubblica di Trani Renato Nitti è il nuovo procuratore della Repubblica di Trani Si insedierà domani dopo una cerimonia "spartana" di giuramento a causa dell’emergenza Coronavirus
Renato Nitti il nuovo procuratore della città di Trani Renato Nitti il nuovo procuratore della città di Trani Già magistrato presso la Procura di Bari, prenderà servizio nelle prossime settimane
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.