Politica

L'opposizione sul Consiglio Comunale lampo / 1

De Feudis: «Trani ed i Tranesi meritano di più»

«Il contegno assunto dall'amministrazione di centro-destra in occasione del Consiglio Comunale del 20 Aprile 2006 lascia sconcertati non solo i consiglieri di opposizione ma anche i cittadini. Riteniamo che le regole di trasparenza ed onestà intellettiva, prima che politiche, siano state violate in modo sprezzante. L'approvazione del bilancio rappresenta il cardine della vita amministrativa di una città ed il "blitz" attuato dall'attuale maggioranza, in un modo cosi ineducato ed irrispettoso, lascia solo presagire "lati che volutamente non si voleva fossero oggetto di pubblica discussione". Citiamo, a titolo esemplificativo, l'aumento della TOSAP per i commercianti e le imprese edili e l'aumento delle indennità a Sindaco Assessori e Consiglieri Comunali. Con calma spiegheremo anche altro. In democrazia le regole di confronto e contraddittorio non vanno mai violate; altrimenti si rischia di trasformare il governo del popolo nel governo di pochi. La maggioranza non deve solo approvare ma deve, prima di tutto, sottoporsi al pubblico confronto con i cittadini. Quanto accaduto, pertanto, lungi dal dimostrare che l'attuale maggioranza è in perfetta salute (ricordiamo che non ha un governo dal 9 Gennaio 2006) evidenzia solo la fretta di andare a Palazzo di Città a dividersi le poltrone; perché solo di questo si tratta. Altri commenti appaiono superflui. Da tale esperienza, comunque, il centro-sinistra ne esce visibilmente rafforzato perché ha il coraggio di contrapporre la propria forza morale alla fragile e momentanea forza dei numeri del centro-destra. Non solo ne esce rafforzato ma lancia in modo perentorio la propria sfida per una valida alternativa di governo. Far tornare Trani la culla della Cultura (l'unica strada per ridare slancio ad una economia cittadina ormai tremebonda) è divenuta una esigenza ineludibile. Oggi Trani, purtroppo, è declassata a culla di uno sfacciato e triste clientelismo. Fenomeno che genera insicurezza sociale ed trova terreno fertile quando una comunità attraversa una fase di involuzione economica. Di questo dovrà rendere conto l'attuale amministrazione di centro-destra ai cittadini. Non puo' spiegarsi diversamente il successo di Berlusconi nella nostra città (e non certo di altri) fondato su una fatua promessa: quella di abbassare l'ICI che, in definitiva, si riduce ad un miserevole risparmio che va dai 50 ai 100 euro annui. E quando un cittadino anziché pensare al proprio futuro rappresentato da un lavoro stabile, da prospettive di crescita culturale e di carriera per i propri figli, da una società piu' sicura e con meno delinquenza accetta tale risibile elemosina vuol dire che le sue necessità sono rappresentate solo dai bisogni primari. Ma Trani ed i Tranesi meritano di piu'.»
Avv. Sebastiano de FeudisCapogruppo Italia dei Valori
  • Consiglio Comunale
Altri contenuti a tema
Scomparsa del consigliere De Laurentis e surroga, mercoledì torna a riunirsi il Consiglio comunale Scomparsa del consigliere De Laurentis e surroga, mercoledì torna a riunirsi il Consiglio comunale Sarà valutata l'ipotesi della convocazione di una seduta straordinaria causa emergenza Coronavirus
Scomparsa del consigliere De Laurentis, il sindaco: «È dura salutarti così. Trani perde una persona speciale» Scomparsa del consigliere De Laurentis, il sindaco: «È dura salutarti così. Trani perde una persona speciale» I messaggi di cordoglio della classe politica tranese
22 Lutto nella città di Trani, è deceduto il consigliere comunale Mimmo De Laurentis Lutto nella città di Trani, è deceduto il consigliere comunale Mimmo De Laurentis Storico esponente della Sinistra. Si è spento a causa di una malattia all'età di 60 anni
Quel consiglio a distanza, tra microfoni aperti e pochi palpiti... Quel consiglio a distanza, tra microfoni aperti e pochi palpiti... Il primo in versione telematica è terminato senza grandi sussulti
Il Consiglio comunale di Trani in modalità telematica, qui la diretta Il Consiglio comunale di Trani in modalità telematica, qui la diretta Tra i punti all'ordine del giorno l'approvazione del Dup 2020/2022
2 «A Trani attive sacche apologetiche del fascismo pronte ad entrare in Consiglio Comunale, si faccia chiarezza» «A Trani attive sacche apologetiche del fascismo pronte ad entrare in Consiglio Comunale, si faccia chiarezza» La denuncia di Libera, Anpi, Comitato Bene Comune e Cgil
Area via Di Vittorio, debiti fuori bilancio e cittadinanze onorarie: oggi in Consiglio comunale Area via Di Vittorio, debiti fuori bilancio e cittadinanze onorarie: oggi in Consiglio comunale Prima convocazione fissata questo pomeriggio alle ore 16.30
Cittadinanze onorarie e benemerite, giovedì 13 febbraio in Consiglio comunale Cittadinanze onorarie e benemerite, giovedì 13 febbraio in Consiglio comunale Tra i punti all'ordine del giorno anche il riconoscimento di debiti fuori bilancio
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.