Bambini e alimentazione
Bambini e alimentazione
Speciale

La nutrizione spiegata ai bambini, i cartoni animati della salute

Una nuova pagina di "Cinema e Scienza" del biologo Labianca

Salute interattiva, quando la tv può diventare un utile strumento educativo per sensibilizzare i più piccoli, ma anche i genitori, ad uno stile di vita sano. Negli anni '90 c'è stato il turno di "Siamo fatti così",ancora oggi in onda in una versione aggiornata e rimodernata, che spiegava il corpo umano e tutti i suoi meccanismi con dei piccoli personaggi antropomorfi che vivevano una sorta di "vita parallela" nell'organismo dei bambini protagonisti del cartone. Abbiamo parlato precedentemente di "Braccio di Ferro", il famoso marinaio che mangiando spinaci già negli anni '60 voleva stimolare i bambini ad introdurre le verdure nella loro alimentazione. Questi sono sicuramente i titoli più famosi che ricorderete, ma con questo articolo voglio proporvi altri cartoni educativi per stimolare i vostri figli ad un sano stile di vita.
  • Salvo e Gaia, i due piccoli protagonisti del cartone omonimo, sono nati da un progetto dell'AIDO, Associazione Italiana Donazione Organi, con il patrocinio del Ministero della Salute. La miniserie di sei episodi affronta temi importanti come la donazione degli organi e l'educazione alla salute fisica, che parte dall'infanzia ma che ha benefici fino all'età adulta. Proprio di questa miniserie fa parte l'episodio sulla corretta alimentazione, che ai piccoli Salvo e Gaia viene spiegata dalla "medicicletta".
  • Elfoodz. Una serie di cartoni della Play Entertainament e Rai Fiction, con la quale Unicef ha attuato una campagna di sensibilizzazione nel 2015 in occasione dell'Expo il cui tema era appunto "Nutrire il pianeta, energia per la vita". I personaggi di questo cartone attraverso fantasiose e avventurose storie mostrano ai bambini quanto siano importanti i nutrienti e l'ecosostenibilità. Ogni volta che un bimbo sulla terra mangia in modo scorretto, sull'isola di Delìsland dove vivono gli elfi Elfoodz si crea un mostro che questi piccole creature dovranno distruggere insieme a Tea e Bea, le due protagoniste. I nomi degli elfi richiamano proprio i nutrienti principali: Carboids, Salis, Protos, Vitam, Lipis. Il cartone è andato in onda nel 2015 sulla Rai, ora si può guardare sulle piattaforme digitali.
  • Dammi il Cinque. Dei piccoli supereroi che rappresentano i cinque colori della salute e anche il numero di pasti consigliati in una giornata (tre principali e due spuntini). Nei vari episodi Cric, Memo, Scudo, Alma e Luce combattono delle battaglie per sconfiggere un nemico comune e insegnano ai bambini l'importanza di una corretta alimentazione. Il progetto del cartone animati è nato nell'ambito della campagna omonima nel 2017 ideata da Mati Group in collaborazione con FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri), ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica) e sostenuta dall'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma e con il patrocinio della SIP (Società Italiana di Pediatria). Insomma una unione di forze che cercano di contrastare il problema dell'obesità per i bambini italiani, sul quale più volte è stata richiamata l'attenzione.
  • Capitan Kuk. Questo supereroe che vive nell'arcipelago di Health si trova a dover combattere il cattivo Golosix, mangiando frutta e verdura e grazie all'aiuto del congegno "Cercafrutta" sconfiggerà il nemico e aiuterà i bambini ad adottare abitudini alimentari più sane. Questo cartone di qualche anno fa è andato in onda in 26 brevi episodi su RaiYoyo ma attualmente lo si trova sulle piattaforme digitali. Un progetto italiano voluto dal Ministero della Salute e sviluppato in collaborazione con Rai Fiction.
  • MO' e Nini. Due simpatiche olivette che spiegano la sana alimentazione e anche come si produce l'olio della loro casa madre e ideatrice Monini. Un progetto che uno dei maggiori produttori di olio in Italia ha portato anche nelle scuole, proprio per sensibilizzare attraverso il gioco i bambini sull'importanza dell'alimentazione per la loro crescita e il loro benessere.
  • Fruttino e Verdurina. Questi due bambini che spiegano l'alimentazione corretta ai loro coetanei in modo semplice e chiaro fanno parte del progetto Campagna Amica della Coldiretti e sono ora visibili sulla piattaforma digitale Youtube. Oltre all'alimentazione sana, i temi di questo video sono la stagionalità degli alimenti e l'importanza della scelta dei prodotti del territorio.
  • cinema e scienza
Altri contenuti a tema
Una mela al giorno toglie il medico di torno: da dove proviene il celebre detto? Una mela al giorno toglie il medico di torno: da dove proviene il celebre detto? Ce lo spiega il biologo Giuseppe Labianca
Super size me, il documentario che mostra il male del cibo spazzatura Super size me, il documentario che mostra il male del cibo spazzatura Una nuova pagina della rubrica "Cinema e Scienza" del dottor Labianca
Patch Adams: l’uomo che inventò la risoterapia Patch Adams: l’uomo che inventò la risoterapia Una nuova pagina della rubrica Cinema e Scienza del dottor Labianca
La sindrome di Raperonzolo La sindrome di Raperonzolo Una nuova pagina di Cinema e Scienza del dottor Labianca
Netflix e la giornata dei disturbi del comportamento alimentare Netflix e la giornata dei disturbi del comportamento alimentare Una nuova pagina della rubrica "Cinema e Scienza" del dottor Labianca
La Corea di Huntington: la malattia delle streghe La Corea di Huntington: la malattia delle streghe Una nuova pagina di Cinema e Scienza del biologo Labianca
Azzerare i ricordi come in un film Azzerare i ricordi come in un film Una nuova pagina di "Cinema e Scienza" del dottor Labianca
13: come una serie TV influenza la vita 13: come una serie TV influenza la vita Una nuova pagina della rubrica "Cinema e Scienza" del dottor Labianca
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.