belly
belly
Speciale

La perdita di peso ed il dimagrimento

Una nuova pagina di Salute d'Asporto del biologo Giuseppe Labianca

Sempre più attenti alla linea e a ciò che si mette in tavola, sempre più rigorosamente ligi a seguire una "dieta" per arrivare al premio finale, la tanto ambita perdita di peso. Ma facciamo un passo indietro…

Molto spesso si parla di perdita di peso prendendo come unico riferimento la bilancia, ma purtroppo per voi questo è un grosso errore. La perdita di peso ed il dimagrimento, infatti non sono sinonimi, poiché per perdita di peso si intende una diminuzione del peso in relazione alla bilancia, mentre il dimagrimento è la perdita di massa grassa e, molto spesso, non coincide con la perdita di peso (ricomposizione corporea).
Giuseppe Labianca
Il nostro corpo è formato da compartimenti, ovvero liquidi, suddivisi in intracellulare ed extracellulare, massa grassa, massa muscolare e massa magra. Nelle prime fasi di dimagrimento ciò che avviene, soprattutto in relazione ad uno scarico di carboidrati, è la perdita di acqua corporea e massa magra, che rappresenta tutto ciò che non è grasso, con particolare riferimento al glicogeno muscolare, ovvero il glucosio che utilizza esclusivamente il muscolo. Questo comporta sicuramente una perdita di peso sulla bilancia, soprattutto nella prima settimana. Andando avanti con una dieta fai da te, dove si va per la maggiore con l'eliminazione quasi totale dei carboidrati, ciò che avviene è un aumento del cortisolo (l'ormone dello stress) e ciò provoca uno stallo del peso, l'aumento dei livelli di acqua extracellulare (gonfiore e gambe pesanti), stanchezza, difficoltà a dormire, cambi d'umore, attacchi di fame alternati a mancanza di appetito. È stato dimostrato come una dieta low-carb (a basso contenuto di carboidrati) sia efficace ed acceleri il dimagrimento, ma superando i 21 giorni i livelli di cortisolo iniziano a divenire preoccupanti.

Capito questo, molti continuano a protrarre ipocaloriche forzate per settimane e mesi, questo comporta sicuramente un calo peso, ma anche una perdita di massa muscolare, di forza e una alterazione metabolica. Sempre il cortisolo agisce smontando i muscoli e dagli aminoacidi derivati dalle proteine produce zuccheri (si, gli zuccheri che avete eliminato!). Un muscolo in deficit ed un sistema ormanale alterato determinano una alterazione metabolica che porterà a riprendere facilmente il peso perso e a non perdere più peso successivamente.

Per capire l'andamento del calo peso è necessario: valutare sintomi e segni, valutare le circonferenze, soprattutto bicipite, valutare la plica tricipitale e sovrapatellare (al di sopra del ginocchio), valutare il paziente con la bioimpedenziometria. La perdita di peso non controllata è uno dei primi step che determinano lo sviluppo di numerose patologie, quindi usate la testa e non la pancia.
  • Salute
Altri contenuti a tema
Sovrappeso, obesità e rischio cardiovascolare Sovrappeso, obesità e rischio cardiovascolare Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Come abbassare il colesterolo dopo le feste di Natale Come abbassare il colesterolo dopo le feste di Natale Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Panettone, cosa compri e cosa mangi Panettone, cosa compri e cosa mangi Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Alga Nori: proprietà e benefici Alga Nori: proprietà e benefici Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
1 Autismo e le cure possibili, se ne parla in un convegno organizzato da La Casa di Carta Autismo e le cure possibili, se ne parla in un convegno organizzato da La Casa di Carta L'appuntamento oggi alle 17
I pop corn fanno ingrassare? I pop corn fanno ingrassare? Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
Rimedi naturali, il brodo di carne Rimedi naturali, il brodo di carne I benefici in una nuova pagina della rubrica di Giuseppe Labianca
Functional food nella gestione delle malattie cardiovascolari Functional food nella gestione delle malattie cardiovascolari Ce ne parla il biologo Giuseppe Labianca
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.