Pala Assi
Pala Assi
Attualità

La Puglia ti vaccina. Ma i cambi di calendario penalizzano alcune classi di utenti

La denuncia di un cittadino tranese, che si è rivolto all'Autorità Giudiziaria

La Puglia ti vaccina. Tu prenoti e vai. Fiducioso. Ma a volte nell'organizzazione generale le cose cambiano, le date e le classi di età in questo caso. E non tutti riescono ad esserne informati, con i come ed i perchè.

E i cittadini denunciano, non solo sui social con numerosissimi post di protesta, ma anche rivolgendosi all'Autorità Giudiziaria, come l'esposto denuncia di un cittadino tranese alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, nel quale descrive dettagliatamente tutte le fasi dell'accaduto: il rinvio di due settimane della vaccinazione (regolarmente prenotata) a sua insaputa, ma anche il fatto di venire a conoscenza che i nuovi calendari ufficiali hanno visto nei giorni successivi la somministrazione del vaccino ad altre classi di età più giovane.

Spiega il nostro lettore, tranese classe 1961, la sua personale esperienza di "mancata somministrazione del vaccino al sottoscritto in data odierna (14 maggio n.d.r.) nonostante la prenotazione, perpetrata a vantaggio di soggetti più giovani, in palese violazione della normativa nazionale", sottolineando i pericoli della mancata "osservanza del rapporto rischio/anzianità del soggetto".

Il cittadino che ha denunciato, come anche altri che hanno segnalato la loro simile esperienza, racconta che dopo la prenotazione effettuata nelle scorse settimane, il 14 maggio con documentazione stampata si era recato all'orario indicato presso l'hub vaccinale della Asl Bt nel Palazzetto dello Sport di Trani. All'entrata, sottopostosi al controllo di rito, il suo nome non compariva nell'elenco. Eppure la prenotazione stampata di Puglia Salute parlava chiaro per il giorno e l'orario prefissato: 14 maggio ore 10. Il cittadino è stato mandato indietro, con rinvio della data.

Un comportamento che "espone la mia persona – scrive nella denuncia - e gli altri della mia età che hanno subito la medesima vessazione, ad un rischio contagio e relative conseguenze che, ove procuratesi, produrranno incalcolabili danni a carico dei responsabili".

Come abbiamo detto, il caso di questo signore non è l'unico. Nei giorni successivi sono stati vaccinati utenti di fasce di età inferiore, rinviando di alcune settimane quelle fasce di età più anziane che avevano regolarmente e diligentemente prenotato. Probabilmente il problema è a monte, nella distribuzione regionale ed in qualche intoppo che si potrebbe essere verificato.

Nell'esposto si chiede la verifica degli elenchi e le modalità per i criteri adottati all'individuazione dei soggetti da vaccinare.
  • Covid
Altri contenuti a tema
Ci siamo: nessun caso di covid registrato nella Bat dal bollettino odiermo Ci siamo: nessun caso di covid registrato nella Bat dal bollettino odiermo In Puglia 19 casi, la campagna vaccinale sta funzionando
Certificazione verde Covid-19, ecco dove scaricarla Certificazione verde Covid-19, ecco dove scaricarla Utile per partecipare ad aventi pubblici e spostamenti vari
Covid, 45 casi in Puglia: 5 nella Bat Covid, 45 casi in Puglia: 5 nella Bat Il bollettino odierno
Covid, 61 casi in Puglia: 5 nella Bat Covid, 61 casi in Puglia: 5 nella Bat Il bollettino odierno
Draghi: «Under 60 possono scegliere seconda dose di AstraZeneca» Draghi: «Under 60 possono scegliere seconda dose di AstraZeneca» Il presidente del Consiglio ha chiarito: «Chi vuole può rifiutare la vaccinazione eterologa»
Covid, 106 casi in Puglia: 7 nella Bat Covid, 106 casi in Puglia: 7 nella Bat Il bollettino odierno
Covid, sempre meno casi in Puglia: 90 nelle ultime 24h e due decessi Covid, sempre meno casi in Puglia: 90 nelle ultime 24h e due decessi 12 nella Bat. Il bollettino odierno
Covid, 169 casi in Puglia: 32 nella Bat Covid, 169 casi in Puglia: 32 nella Bat Il bollettino odierno
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.